Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati fanno luce sugli effetti offensivi delle cellule collegati ad invecchiare

Alcuni degli effetti offensivi delle cellule collegati ad invecchiare hanno potuto essere impediti manipolando le parti minuscole delle celle, manifestazioni di uno studio.

Gli scienziati hanno fare luce su come il danno causato dalla senescenza - un trattamento vitale delle cellule che svolge un ruolo chiave nelle malattie di invecchiamento - potrebbe essere controllato o persino si è fermato.

I ricercatori dicono che i risultati potrebbero avere pertinenza per le malattie relative all'età compreso i cancri ed il diabete, sebbene avvertano che ulteriore ricerca è necessaria.

Durante la senescenza, le celle smettono di dividersi. Ciò può essere utile nell'assistenza della crescita eccessiva ferita-curativa e d'impedimento veduta nei cancri.

Alcuni aspetti della senescenza sono egualmente nocivi e possono piombo a danno di tessuto ed al deterioramento di salubrità delle cellule come si vede nelle malattie della vecchiaia.

Gli scienziati all'unità della genetica umana del Consiglio di ricerca medica ed alla ricerca sul cancro che Edimburgo BRITANNICO concentra all'università di Edimburgo hanno messo a fuoco su una catena dei trattamenti nocivi avviati dalla senescenza, conosciuta come il fenotipo secretivo senescenza-associato (SASP).

Il SASP è una cascata dei segnali chimici che possono promuovere il danneggiamento delle celle con infiammazione.

I ricercatori hanno mostrato quello che manipolano i pori nucleari delle cellule gateway tramite cui le molecole forniscono il cuore della cella - l'avviamento impedito del SASP.

I risultati egualmente indicano che il DNA ha dovuto essere riorganizzato nello spazio dentro nel nucleo delle cellule in modo che il SASP da avviare.

I ricercatori dicono che lo studio fa luce sui funzionamenti fondamentali della cella e potrebbe essere strumentale nell'invecchiamento di comprensione delle cellule.

Lo studio, pubblicato in geni e nello sviluppo, è stato costituito un fondo per dal Consiglio di ricerca medica e tramite ricerca sul cancro Regno Unito.

Il professor Wendy Bickmore, Direttore dell'unità della genetica umana all'università di istituto del Consiglio di ricerca medica di Edimburgo della genetica e della medicina molecolare, che piombo lo studio, ha detto: “Questi risultati ci forniscono una comprensione molto più chiara di come la senescenza causa il danno delle cellule. Mentre siamo una certa direzione da potere fermare il danno causato tramite il trattamento di invecchiamento, speriamo che questo avanzamento apra i viali per esplorare come potremmo rallentare alcuno del danno che proviene dalla senescenza. Ciò potrebbe essere di importanza con molte circostanze che tendono a pregiudicarci mentre ci sviluppiamo più vecchi.„

Il Dott. Lindsay Wilson, program manager per la genetica, Epigenetics e la genomica al Consiglio di ricerca medica, hanno aggiunto: “Questo studio è importante perché fornisce le comprensioni apprezzate in come le celle rispondono per danneggiare e sollecitare. La senescenza è un meccanismo essenziale dell'autodifesa ma a volte, può anche essere nocivo. Il lavoro del professor Bickmore suggerisce i modi in cui gli scienziati del futuro potrebbero mirare a questi effetti nocivi, per esempio nelle malattie relative all'età.„