Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Facendo uso del modello elaborato dal calcolatore per prevedere il sistema interno della valutazione del cervello

Comperando in un supermercato può a volte essere un'agonia della scelta. Tanti alimenti da scegliere da! Ma, non richiediamo le ore per decidere che cosa gradiamo mangiare. Per lo più, prendiamo rapidamente le decisioni pro o contro determinati prodotti e senza molta deliberazione.

Quello ha di meno da fare con la nostra risolutezza e più per fare con incredibilmente il modo efficace le informazioni di trattamenti del cervello. I ricercatori a ETH Zurigo, l'università di Zurigo e Columbia University, New York, piombo dal neuroscenziato Rafael Polanía ora hanno mappato questo trattamento in un nuovo modello elaborato dal calcolatore. Ciò li lascia predire con alta precisione, per esempio, che l'alimento una persona consumerà.

“Con questo modello, possiamo praticamente vedere dentro la mente umana e predire il comportamento di decisione,„ Polanía spiega. Il loro modello recentemente è stato pubblicato in neuroscienza della natura del giornale.

La base per il trattamento mappato e dall'estensione il modello, è una struttura soggettiva di valutazione memorizzata nel cervello. In questa struttura, il cervello memorizza le preferenze per ogni alimento basato su esperienza precedente e sulle memorie - simili ai grandi rivenditori online in cui gli utenti ed i compratori possono valutare i prodotti assegnando le stelle.

Il sistema interno della valutazione del cervello dipende dal contesto. Per esempio quando va per l'acquisto di drogheria, questo significa che il nostro cervello allinea efficientemente al supermercato in cui la persona sta comperando. Il sistema è egualmente flessibile, significando che memorizza le nuove esperienze pure.

Un sistema efficiente di valutazione allevia il carico sul cervello, che ha limitato la capacità d'elaborazione - cioè il numero dei neuroni disponibili è limitato. Tale risparmio di temi è importante dato quello attraverso i sui organi di senso, quali gli occhi, orecchie, radiatore anteriore o la bocca, che è adattata al mondo esterno, il cervello sta contenendo costantemente più informazioni che può elaborare.

Access alle preferenze memorizzate

Ecco perché, dato che le decisioni come quelle esseri umani moderni fanno nel supermercato, il cervello attinge la sua struttura contesto-specifica di valutazione. Messo semplicemente, se sto comprando le arance in un determinato reparto (contesto), quindi agisco in tal modo perché già ho avuto arance d'acquisto di un'esperienza positiva in questo reparto. Sulla piattaforma interna della valutazione del mio cervello, assegno le arance 95 preciso di 100. Gradisco il pompelmo più di meno perché è troppo acido; ottiene appena 10 punti.

Tali diverse valutazioni aggiungono ad una distribuzione globale di preferenza che può essere spiegata e valutata matematicamente. Ciò è precisamente dove il modello viene in: sulla base di tale distribuzione delle valutazioni e dei principi di risparmio di temi, può fare le previsioni accurate circa quale alimento un soggetto sceglierà.

Primo modello completo

Fin qui, i neuroscenziati e gli economisti hanno lottato per sviluppare i modelli matematici che completamente mappa tali processi decisionali che considera le limitazioni di capacità del cervello. “Il nuovo modello predice esattamente quale alimento il soggetto sceglierà nella vasta maggioranza dei casi,„ Polanía dice, “ed anche ogni quanto tempo cambi ideaare„.

I ricercatori hanno verificato e calibrato il modello facendo uso delle valutazioni da un raggruppamento dei soggetti. Questi uomini e donne sono stati chiesti di valutare 60 prodotti di ogni giorno da un supermercato svizzero. Per ogni prodotto, sono stati chiesti quanto hanno voluto per mangiarlo alla conclusione dell'esperimento. Dopo la prima fase di classificazione, il trattamento immediatamente è stato ripetuto per rappresentare la variabilità dei segnali del cervello produrre tali classificazioni.

Nel secondo esperimento, i soggetti sono stati presentati con due prodotti allo stesso tempo e sono stati chiesti di scegliere uno. Il computer, che già era stato introdotto i dati dal primo esperimento, poteva effettivamente predire le loro decisioni.

Applicando il modello alle decisioni di salubrità

“Possiamo applicare questo modello a tutte le decisioni che sono basate sulle valutazioni soggettive,„ Polanía diciamo. Per esempio, gli esperti in vendita potrebbero usarlo per predire meglio quali prodotti risuoneranno con il pubblico. Gli economisti potrebbero usarlo più esattamente per i prezzi calcolatori.

Il modello ha potuto anche essere usato per capire determinati aspetti della salubrità della gente. “Queste decisioni anche sono basate sulle valutazioni soggettive, quale quanto sano una persona pensa che un determinato prodotto sia,„ Polanía spiega. Corrente sta lavorando ad integrare questo criterio nel modello. L'obiettivo è di scoprire come la gente prende le decisioni circa la loro dieta, che a sua volta ha le implicazioni per l'obesità o disordini alimentari come anoressia. Polanía sta collaborando con i colleghi che sviluppano l'argomento di autocontrollo.