La confusione diffusa fra i consumatori sui contrassegni di data dell'alimento piombo agli scarti inutili

Una nuova indagine che esamina gli atteggiamenti ed i comportamenti di consumatore degli Stati Uniti relativi ai contrassegni di data dell'alimento ha trovato la confusione diffusa, piombo agli scarti inutili, allo spreco aumentato ed ai rischi di sicurezza alimentare. L'analisi di indagine piombo dai ricercatori al centro di Johns Hopkins per un futuro sopportabile (CLF), che è basato al banco di Johns Hopkins Bloomberg della salute pubblica.

Lo studio, pubblicato il 13 febbraio online nella gestione dei rifiuti del giornale, viene per volta di consapevolezza intensificata di rifiuti alimentari e di sicurezza alimentare fra sia i consumatori che i responsabili della politica. Il ministero dell'agricoltura degli Stati Uniti stima che 31 per cento di alimento possa essere sprecato ai livelli del consumatore e di vendita al dettaglio. Questo studio chiama l'attenzione all'emissione che molto alimento può essere eliminato inutilmente ha basato sulle preoccupazioni di sicurezza alimentare, sebbene relativamente pochi prodotti alimentari siano probabili diventare pericolosi prima di diventare sgradevoli. Le chiare ed informazioni coerenti del contrassegno di data sono destinate per aiutare i consumatori a capire quando dovrebbero e non dovrebbero preoccuparsi.

Fra i partecipanti di indagine, la ricerca ha trovato che 84 per cento hanno eliminato “almeno occasionalmente„ l'alimento vicino alla data del pacchetto e 37 per cento hanno riferito che essi “sempre„ o “solitamente„ alimento di scarto vicino alla data del pacchetto. Considerevolmente, i partecipanti fra le età di 18 - 34 erano particolarmente probabili contare alle date del contrassegno per eliminare l'alimento. Più della metà dei partecipanti hanno pensato in modo errato che il contrassegno della data federalmente fosse regolamentato o hanno riferito essere incerti. Inoltre, lo studio ha trovato che quelli che percepiscono i contrassegni come sicurezza di riflessione e coloro che ha pensato che i contrassegni federalmente fossero regolamentati erano più disposti ad eliminare l'alimento.

I nuovi standard industriali volontari per il contrassegno della data recentemente sono stati adottati. Con questo sistema, “il la cosa migliore se usato„ dai contrassegni denoti le date dopo di che la qualità può diminuire ma i prodotti possono ancora essere consumati, mentre “l'uso„ dai contrassegni si limita ai relativamente pochi alimenti in cui la sicurezza è una preoccupazione e l'alimento dovrebbe essere eliminato dopo la data. Precedentemente, tutti i contrassegni hanno riflesso la qualità e non c'era contrassegno della sicurezza. Neff ed i colleghi hanno trovato quello fra i contrassegni valutati, “il meglio se usato da„ il più delle volte sono stati percepiti come qualità di comunicazione, mentre “l'uso da„ era uno dei due principali percepiti come sicurezza di comunicazione. Ma molti hanno avuti interpretazioni differenti.

“Lo standard volontario è un passo avanti importante. Dato le diverse interpretazioni, il nostro studio sottolinea l'esigenza di uno sforzo concordato per comunicare i significati di nuovi contrassegni,„ dice l'autore principale, Roni Neff, PhD, che dirige il programma di sostentamento economico del sistema dell'alimento con il CLF ed è un assistente universitario con il dipartimento del banco di Bloomberg della salute ambientale e dell'assistenza tecnica. “Stiamo facendo ulteriore lavoro per capire quanto il più bene al messaggio circa i termini.„

Facendo uso di uno strumento online di indagine, Neff ed i colleghi dalla Harvard University e la lega nazionale dei consumatori hanno valutato la frequenza degli scarti basati sui contrassegni di data dal tipo dell'alimento, dall'interpretazione di linguaggio del contrassegno e dalla conoscenza di se i contrassegni di data sono regolamentati dal governo federale. L'indagine è stata eseguita con un campione nazionale delle 1.029 età 18 - 65 e più vecchio degli adulti ad aprile di 2016. Riconoscendo che i contrassegni sono percepiti diversamente sugli alimenti differenti, le domande hanno riguardato nove tipi dell'alimento compreso spinaci insaccati, le carni della ghiottoneria e gli alimenti inscatolati.

Quando i consumatori hanno percepito un contrassegno di data come indicazione di sicurezza alimentare, erano più probabili eliminare l'alimento entro la data fornita. Inoltre, i partecipanti erano più probabili eliminare gli alimenti deteriorabili basati sui contrassegni che i nonperishables.

Il pollo crudo il più delle volte è stato eliminato basato “sempre„ sui contrassegni, con 69 per cento dei partecipanti che riferiscono essi o “per lo più„ elimini entro la data elencata. Quando è venuto agli alimenti pronti, scarti riferiti 62 per cento dal contrassegno di data e scarti riferiti 61 per cento delle carni della ghiottoneria. I formaggi a pasta morbida erano vicino al fondo della lista con gli scarti di segnalazione di soltanto 49 per cento dal contrassegno di data, seguito dagli scarti di segnalazione di 47 per cento delle merci inscatolate e dei cereali da prima colazione.

Fra gli alimenti inclusi nell'indagine, gli alimenti, le carni della ghiottoneria ed i formaggi a pasta morbida pronti sono specialmente a rischio di contaminazione con la listeria che può proliferare nelle circostanze refrigerate. Malgrado le preoccupazioni della listeria, i formaggi a pasta morbida sono stati eliminati raramente entro la data contrassegnata. D'altra parte, il pollo crudo frequentemente è stato eliminato anche se sarà cucinato prima del consumo e non è considerato come grande di un rischio. Le merci inscatolate non aperte ed il cereale da prima colazione posano la meno preoccupazione basata in tempo dall'imballaggio, ma ancora sono stati eliminati appena sotto dalla metà dei dichiaranti.

“La malattia portata dagli alimenti è miseria-o peggiore,„ dice Neff. “Come il contrassegno della data è standardizzato, sottolineature di questa ricerca l'esigenza dell'forti comunicazioni campagna e punti culminanti un'esigenza particolare di formazione fra quelle età 18 - 34.„

Sorgente: https://www.jhsph.edu/news/news-releases/2019/survey-misunderstanding-food-date-labels-linked-with-higher-food-discards.html