Il forte supporto sociale può diminuire il rischio della malattia cardiovascolare in donne postmenopausali

Lo studio basato sui dati di iniziativa della salubrità delle donne dimostra la relazione fra i fattori psicologici e la salubrità in donne postmenopausali

Avere buoni amici può salvare la vostra vita, come studio basato sui dati dall'iniziativa della salubrità delle donne (WHI) dimostra come il forte supporto sociale può diminuire il rischio di morte dalla malattia cardiovascolare (CVD) in donne postmenopausali. I risultati di studio sono pubblicati oggi online nella menopausa, il giornale della società nordamericana della menopausa (NAMS).

Sebbene le tariffe della morbosità e della mortalità di CVD siano diminuito negli ultimi decenni, il CVD rimane una causa della morte primaria in Americani. Ha pensato tradizionalmente come soprattutto a malattia di un uomo, le tariffe delle donne di CVD quasi hanno preso alle tariffe degli uomini (35,9% delle donne americane hanno CVD contro 37,4% degli uomini).

Con tanta gente influenzata tramite CVD, c'è stato la ricerca tremenda sui sui vari fattori di rischio (sebbene gran parte del fuoco fin qui fosse stato sui fattori di rischio tradizionali quali il fumo e l'ipertensione). Alcuni studi hanno messo a fuoco sull'effetto di supporto sociale, ma questo studio recente è il più grande fin qui per valutare l'effetto di supporto sociale su CVD e della mortalità di tutto causa in donne.

Dopo che quasi 11 anno di seguito con i partecipanti al WHI, ricercatori ha concluso che in donne esente da CVD al riferimento, il supporto sociale percepito è associato con leggermente un più a basso rischio della mortalità di tutto causa. Sebbene l'associazione sia descritta come modesta, rimane significativa. Nessun'associazione principale è stata osservata in donne con una cronologia di CVD. I ricercatori hanno supposto che questi risultati dimostrassero i vantaggi di supporto sociale nella promozione dello scarico o nel contribuire a bufferizzare i curriculum personali stressanti. Tuttavia, hanno indicato che l'ulteriori chiarimento e ricerca sono necessario.

I risultati di studio compaiono nell'articolo “supporto sociale percepito ed il rischio della mortalità di tutto causa e della malattia cardiovascolare nello studio d'osservazione di iniziativa della salubrità delle donne.„

“Questo studio ha trovato una piccola ma associazione significativa fra supporto sociale percepito e mortalità in donne senza malattia cardiovascolare priore,„ dice il Dott. JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo di NAMS. “Se il supporto psicologico o sociale può contribuire ad impedire la malattia di cuore in donne, abbiamo bisogno di ulteriori studi di determinare che supporto sarebbe più utile.„

Sorgente: http://www.menopause.org/