I ricercatori scoprono parecchi geni collegati ad uso aumentato dell'alcool e del tabacco

L'uso dell'alcool e del tabacco è collegato molto attentamente a parecchie malattie ed è un fattore di contributo in molte morti.

Uno studio recente facendo uso dei dati da 1,2 milione di persone ora è stato pubblicato nella genetica della natura del giornale. Parecchi gruppi di ricerca intorno al mondo sono implicati, fra loro un gruppo dallo studio di salubrità di Nord-Trøndelag (CACCIA) ed il K.G. Jebsen Center per l'epidemiologia genetica.

“Abbiamo scoperto parecchi geni connessi con un uso aumentato dell'alcool e del tabacco. Egualmente abbiamo esaminato la correlazione fra questi geni ed il rischio di sviluppare le vari malattie e disordini,„ dice il professor Kristian Hveem al centro di ricerca di CACCIA. È egualmente la testa del centro di Jebsen e di quello dei co-author dello studio.

Geni e malattie

I gruppi di ricerca hanno scoperto complessivamente varianti di 566 geni a 406 siti differenti nel materiale genetico umano che può essere collegato all'uso dell'alcool o del tabacco. Cento cinquanta di questi siti sono collegati all'uso sia di tabacco che dell'alcool.

Il consumo dell'alcool è stato misurato in termini di numero delle unità standard dell'alcool. L'uso del tabacco è stato misurato nel numero delle sigarette al giorno.

“Il gruppo di studio che geneticamente è stato predisposto al fumo egualmente geneticamente è stato predisposto ad una serie di problemi sanitari, compreso l'obesità, il diabete, ADHD e le varie malattie mentali, mentre un rischio genetico per l'alcool è stato associato con il rischio più basso di malattia. Ciò non implica quella che consuma il più alcool migliora la salubrità, ma indica una complessità meccanicistica che deve essere studiata più a fondo,„ Hveem dice

Abbiamo riferito la prova per la partecipazione di molti agenti naturali di segnalazione nell'uso dell'alcool e del tabacco, compreso i geni coinvolgere nella neurotrasmissione nicotinica, dopaminergica e glutamatergic che in parte può fornire una spiegazione biologica per perché cerchiamo gli stimoli artificiali.

Nuove comprensioni

I dati che sono stati raccolti sono venuto da una serie di studi ed hanno compreso le categorie differenti dell'età, le società con differenti atteggiamenti all'uso delle droghe ed i reticoli differenti di uso del nicotina e dell'alcool. Tuttavia, i risultati hanno indicato che la correlazione fra il rischio genetico e lo sviluppo di categorie differenti di malattia ha variato piccolo fra i gruppi della popolazione.

È importante notare che una variante del gene che predispone una persona ad un determinato tratto non deve “essere espressa„ o biologicamente attivo, in grado di dipendere da parecchi fattori. L'interazione fra i geni differenti può svolgere un ruolo e le circostanze sociali egualmente influenzano l'uso dell'alcool e del tabacco, rendente lo difficile trarre tutte le precise conclusioni.

Questa ricerca dà la nuova comprensione nella complessità dei fattori genetici ed ambientali che costringono alcuni noi a bere e fumare più di altri. È egualmente interessante notare che alcuni di questi geni collegati ad uso aumentato dell'alcool, diminuiscono il rischio per alcune malattie.