Tassi di mortalità dell'overdose delle registrazioni degli Stati Uniti gli più alti

Nel confronto internazionale più completo del suo genere, uno studio di USC ha trovato che gli Stati Uniti hanno gli più alti tassi di mortalità dell'overdose in un insieme dei paesi con reddito elevato.

La mortalità dell'overdose ha raggiunto i livelli senza precedenti negli Stati Uniti, più del triplicando durante le due decadi scorse. Ma è questo un'epidemia unicamente americana, o altre contee con reddito elevato sta affrontando una simile crisi?

“Gli Stati Uniti stanno avvertendo un'epidemia dell'overdose di grandezza senza precedenti, non solo giudicante dalla sua propria cronologia ma anche confrontata alle esperienze in altri paesi con reddito elevato,„ ha detto lo studio l'autore Jessica noiosa, assistente universitario al banco di USC Leonard Davis di gerontologia. “Per più una decade ora, gli Stati Uniti hanno avuti il più alta mortalità dell'overdose fra i sui paesi del pari.„

Lo studio, pubblicato il 21 febbraio in popolazione e nella rassegna di sviluppo, trovate che i tassi di mortalità dell'overdose negli Stati Uniti sono 3,5 volte più su in media una volta confrontati altre a 17 contee con reddito elevato. Lo studio è il primo per dimostrare che l'epidemia dell'overdose sta contribuendo allo spazio d'allargamento nella speranza di vita fra gli Stati Uniti ed altri paesi con reddito elevato.

Le morti dell'overdose incidono l'aspettativa di vita americana

Lo studio ha trovato che prima del primi anni '2000, la Finlandia e la Svezia hanno avute i livelli elevati della mortalità dell'overdose. La mortalità dell'overdose negli Stati Uniti ora è più di 27 volte più superiore a in Italia e nel Giappone, che hanno i tassi di mortalità più bassi dell'overdose e doppio quello della Finlandia e della Svezia, i paesi con gli più alti tassi di mortalità seguenti.

Da ora al 2013, l'overdose ha rappresentato 12 per cento e 8 per cento dello spazio medio di speranza di vita per gli uomini e le donne, rispettivamente, fra gli Stati Uniti ed altri paesi con reddito elevato. Senza morti dell'overdose, l'aumento in questo spazio fra 2003 e 2013 sarebbe stato più piccolo: un quinto più piccolo per gli uomini ed un terzo più piccolo per le donne.

“L'epidemia americana ha conseguenze importanti per i confronti internazionali di speranza di vita. Mentre gli Stati Uniti non sono soli nell'esperimento aumenta di mortalità dell'overdose, la grandezza delle differenze nei livelli di mortalità dell'overdose è vacillante,„ ha detto uff.

Nel 2003, la speranza di vita alla nascita sarebbe stata 0,28 anni più d'altezza per gli uomini americani e 0,17 anni più d'altezza per le donne americane in assenza delle morti dell'overdose. Dieci anni più successivamente, queste figure erano aumentato a 0,45 anni per gli uomini americani e a 0,30 anni per le donne. Sia in 2003 che in 2013, gli Stati Uniti hanno perso la maggior parte dei anni di vita dall'overdose fra i paesi con reddito elevato, con la differenza che aumenta drammaticamente per quel periodo di tempo.

“In media, gli Americani sono 2,6 viventi meno anni che la gente in altri paesi con reddito elevato. Ciò mette gli Stati Uniti più di una decade dietro i livelli di speranza di vita raggiunti da altri paesi con reddito elevato. Le morti americane dell'overdose stanno allargando questo spazio già significativo ed inducendoci a cadere più indietro anche i nostri paesi del pari,„ Ho ha detto.

Fenomeni unicamente americani - ma resterà quel modo?

Sopra 70,000 persone è morto dagli overdose negli Stati Uniti nel 2017 ed il Consiglio nazionale della sicurezza ha annunciato a gennaio che gli Americani ora sono più probabili morire di una dose eccessiva accidentale dell'opioide che in un incidente stradale.

I driver potenziali dei livelli in maniera sconvolgente elevati della mortalità dell'overdose del paese comprendono la disposizione di sanità, il finanziamento e le strutture istituzionali, come i sistemi di risarcimento di onorario per servizio e legatura del risarcimento del medico alla soddisfazione paziente. I fattori supplementari comprendono un attacco ben documentato di vendita dai produttori di Oxycontin, gli atteggiamenti culturali americani nei confronti di dolore e dell'istituzione medica e la penuria del trattamento di abuso di sostanza negli Stati Uniti, in cui soltanto i 10 per cento stimato di quelli con un disordine di abuso di sostanza ricevono il trattamento.

Malgrado la sua ascesa rapida alla cima di questa lista tragica, gli Stati Uniti possono presto avere concorrenza per la sua distinzione dubbia. Punti noiosi al potenziale affinchè mortalità dell'overdose aumentino di altri paesi nell'immediato futuro, di nota simile e di disturbo dei reticoli in Australia, nel Canada e nel Regno Unito.

Mentre gli opioidi si sono trasformati in in una pietra angolare del trattamento di dolore verso la fine degli anni 90 e del primi anni '2000 negli Stati Uniti, altri paesi non hanno usato i forti opioidi per sollievo di dolore o le maggiori restrizioni collocate sul loro uso. Le eccezioni comprendono l'Australia, che ha avvertito un'opzione da debole ai forti opioidi che è riflesso nel suo aumento di 14 volte nel consumo di oxycodone fra 1997 e 2008 ed Ontario, Canada, che ha veduto un aumento di 850 per cento nelle prescrizioni di oxycodone fra 1991 e 2007. Entrambi i paesi egualmente hanno avvertito i grandi aumenti nella mortalità dell'overdose.

Sebbene l'epidemia americana corrente cominci con gli opioidi di prescrizione, ora transitioning rapido ad eroina ed a fentanil. I paesi europei possono essere sulla traiettoria opposta, in grado di ciò nonostante provocare col passare del tempo più morti dell'overdose. “L'uso degli opioidi di prescrizione e le droghe sintetiche come fentanil stanno diventando sempre più comuni in molti paesi con reddito elevato e costituiscono una sfida comune da confrontare da questi paesi,„ Ho ha detto.

Lo studio di USC ha utilizzato i dati su causa della morte dal database umano della mortalità e dal database della mortalità dell'organizzazione mondiale della sanità per l'insieme di 18 paesi, con i dati supplementari dalle agenzie anagrafiche nel Canada e negli Stati Uniti produrre il paese, l'anno, il sesso e tassi di mortalità specifici all'età dell'overdose fra 1994 e 2015. Le morti sia da legale che droghe illegali (non limitati agli opioidi) e morti di tutte le intenzioni erano incluse.

Sorgente: https://www.usc.edu/