Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati dimostrano il ruolo chiave di sale nelle reazioni immuni allergiche

Il sale pregiudica apparentemente le reazioni immuni allergiche. Un gruppo che lavora con prof. Christina Zielinski all'università di Monaco di Baviera tecnica (TUM) ha dimostrato nelle colture cellulari che il sale piombo alla formazione di celle Th2. Queste celle immuni sono attive nei termini allergici quale dermatite atopica. Le concentrazioni elevate anche individuate nel sale del gruppo nell'interfaccia dei pazienti.

In paesi industriali, quasi uno in tre genti è influenzato dalle allergie ad un certo punto nelle loro vite. Uno in dieci bambini soffre da dermatite atopica. Le cellule T svolgono un ruolo importante negli stati immuni di questo genere. Sono un aspetto vitale della resistenza dell'organismo alle infezioni, ma, se incontrollate, possono anche sviluppare le risposte patologiche e cominciare attaccare le parti dei nostri organismi o sostanze innocue quali gli allergeni.

Quando tali funzioni accadono, Th2 le celle, un sottogruppo di celle di T, possono causare i termini di interfaccia infiammatori quale dermatite atopica. Ciò comprende la produzione aumentata dell'interleuchina 4 (IL-4) delle proteine e dell'interleuchina 13 (IL-13). È ancora sconosciuta che grilletti la disfunzione di segnalazione.

Più celle Th2 sotto l'influenza degli ioni del sodio

Il sale da tavola, conosciuto scientifico come cloruro di sodio, è essenziale alla salubrità degli esseri umani e degli animali. Nell'organismo si presenta sotto forma di ioni del cloro e del sodio. In uno studio recente, Christina Zielinski, un DZIF-professore all'istituto del tum della virologia ed il suo gruppo potevano dimostrare che il cloruro di sodio può indurre uno stato in celle di T umane che le induce a produrre gli importi aumentati delle proteine IL-4 e IL-13.

I tipi di cellule T, che non dovrebbero causare le allergie, possono, in presenza di sale, giro nelle celle Th2. I cambiamenti sono invertiti quando la cellula T è esposta di nuovo ai livelli più a bassa percentuale di sale. “Di conseguenza, i segnali ionici svolgono un ruolo nella generazione e controllo delle celle Th2,„ dice Christina Zielinski.

Il sale altamente elevato livella nell'interfaccia dei pazienti che soffrono dalla dermatite atopica

Come specialista medico nel campo della dermatologia, Zielinski è naturalmente interessato nella dermatite atopica. Il suo gruppo esaminatore se le regioni commoventi dell'interfaccia di mostra dei pazienti della dermatite atopica hanno elevato i livelli del sodio. “Che misura il sodio le concentrazioni nel tessuto è complicato,„ spiega il primo autore dello studio, Julia Matthias. “Il sale dissolto nel sangue può essere misurato facendo uso dei metodi clinici standard. Ma per l'interfaccia, abbiamo avuto bisogno della guida dei colleghi nella chimica e nella fisica nucleari.„ Hanno provato i campioni dell'interfaccia alla sorgente neutronica della ricerca Heinz Maier-Leibnitz (FRM II) al TUM ed all'istituto per chimica nucleare all'università di Mainz per mezzo di analisi di attivazione neutronica. Il sodio livella nelle aree commoventi dell'interfaccia dei pazienti che soffrono dalla dermatite atopica rivelata essere fino a 30 volte più superiore a in interfaccia sana.

Termini ideali per i batteri che prosperano nei termini salati

“Il più alto sodio livella nell'interfaccia commovente ordinatamente abbina un altro caratteristiche di dermatite atopica,„ dice Christina Zielinski. “È stato conosciuto per un po di tempo che i pazienti con questa circostanza hanno elevato i livelli dello staphylococcus aureus del batterio sulla loro interfaccia. Questi sono batteri, che prosperano nelle circostanze salate - contrariamente ad altri batteri commensali, che in effetti sono danneggiati da sale.„ Zielinski crede che questa comprensione con altre ed i risultati della ricerca correnti indichino un collegamento fra sale e l'avvenimento di dermatite atopica.

“Tuttavia, ancora non abbiamo potuti mostrarla come questo un gran quantità di sale trova il loro modo all'interfaccia,„ concediamo. “Per quella ragione, siamo egualmente incerti di come una dieta del alto-sale o a bassa percentuale di sale potrebbe essere collegata con l'aspetto e la progressione di dermatite atopica o di altre circostanze allergiche.„ Il professor Zielinski ed il suo gruppo spera di rispondere questi e ad altre domande negli studi interdisciplinari futuri.