Più vecchia età biologica associata a un aumentato rischio di cancro al seno di sviluppo

L'età biologica, ad un preventivo basato a DNA dell'età di una persona, è associata con lo sviluppo futuro di cancro al seno, secondo gli scienziati agli istituti della sanità nazionali. L'età biologica è stata determinata misurando la metilazione del DNA, una modifica chimica a DNA che fa parte del trattamento normale di invecchiamento. Lo studio indicato per ogni cinque anni l'età biologica di una donna era più vecchio della sua età cronologica o reale, conosciuta come accelerazione dell'età, lei ha avuta un aumento di 15 per cento nella sua probabilità di cancro al seno di sviluppo. Lo studio è stato pubblicato il 22 febbraio online nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro.

Gli scienziati dall'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale (NIEHS), parte di NIH, speculano che l'età biologica può essere legata alle esposizioni ambientali. In caso affermativo, può essere un indicatore utile del rischio di malattia. Hanno usato le tre misure differenti, chiamate orologi epigenetici, per stimare l'età biologica. La metilazione della misura di questi orologi ha trovato alle posizioni specifiche in DNA. I ricercatori utilizzano questi orologi per stimare l'età biologica, che può poi essere confrontata all'età cronologica.

Il DNA usato ricercatori dai campioni di sangue forniti dalle donne iscritte dalla alla sorella guidata NIEHS studia, un gruppo di più di 50.000 donne negli Stati Uniti ed il Porto Rico. Lo studio specificamente è stato destinato per identificare i fattori di rischio ambientali e genetici per cancro al seno. Il gruppo di ricerca ha misurato la metilazione in un sottoinsieme di 2.764 donne, tutte di chi erano senza Cancro ai tempi della raccolta di sangue.

“Abbiamo trovato che se la vostra età biologica è più vecchia della vostra età cronologica, il vostro rischio di cancro al seno è aumentato. L'inverso era egualmente vero. Se la vostra età biologica è più giovane della vostra età cronologica, potete fare diminuire il rischio di sviluppare il cancro al seno,„ ha detto l'autore Jack corrispondente Taylor, M.D., il Ph.D., testa del gruppo molecolare e genetico di NIEHS dell'epidemiologia. “Tuttavia, ancora non sappiamo come le esposizioni ed i fattori di stile di vita possono pregiudicare l'età biologica o se questo trattamento può essere invertito.„

L'autore principale Jacob Kresovich, Ph.D., un collega postdottorale nel gruppo di Taylor, aveva letto gli studi che hanno utilizzato gli orologi epigenetici per predire la mortalità relativa all'età. Poiché l'età è il fattore di rischio principale per cancro al seno, ha supposto che l'accelerazione dell'età potesse essere associata con il più alto rischio di cancro al seno.

“Se esaminate un gruppo di persone che sono tutta l'stessa età, alcuni possono essere mentre altri non sono,„ Kresovich perfettamente in buona salute hanno detto. “Quella variabilità nella salubrità può essere catturata meglio dall'età biologica che l'età cronologica.„

Kresovich suggerisce che usando la metilazione del DNA per misurare l'età biologica possa aiutare meglio gli scienziati a capire chi è a rischio di cancro di sviluppo ed altre malattie relative all'età. Questa ricerca è un esempio del epigenetics, un campo che studia come i trattamenti biochimici girano i diversi geni inserita/disinserita, senza pregiudicare la sequenza del DNA.

Il gruppo di Taylor pianificazione continuare a usando i dati epigenetici, con le informazioni sulla genetica, sull'ambiente e sullo stile di vita per capire meglio come questi fattori interagiscono e contribuiscono ai rischi di malattia.

Sorgente: https://www.niehs.nih.gov/news/newsroom/releases/2019/february22/index.cfm