L'idrogel novello 3D aiuta i ricercatori a schermare rapidamente le droghe di cancro potenziali

Un idrogel 3D creato dai ricercatori in U del laboratorio del professor Molly Shoichet di assistenza tecnica di T sta aiutando l'università di ricercatori di Ottawa per schermare rapidamente le centinaia di droghe potenziali affinchè la loro capacità combatti altamente i tumori invasivi.

L'invasione delle cellule è un marchio di garanzia critico dei cancri metastatici, quali determinati tipi di polmone e di tumori al cervello. Il combattimento dei questi cancri richiede le terapie che possono sia uccidere le cellule tumorali come pure impedire l'invasione delle cellule del tessuto sano. Oggi, la maggior parte delle droghe di cancro sono schermate soltanto affinchè la loro capacità uccidano le cellule tumorali.

“Nelle malattie altamente dilaganti, c'è una necessità cruciale di schermare per entrambe funzioni,„ dice Shoichet. “Ora abbiamo un modo fare questo.„

Shoichet ed il suo gruppo internazionalmente sono conosciuti per il loro lavoro sugli idrogel, materiali del tipo di jello basati su acido ialuronico, una sostanza biocompatibile comunemente usata in cosmetici. Nel passato, hanno usato gli idrogel per migliorare le cellule staminali che sono iniettate nell'organismo per sormontare la malattia o la degenerazione.

Nella loro ultima ricerca, il gruppo ha usato gli idrogel per imitare l'ambiente del cancro polmonare, selettivamente permettendo che le cellule tumorali e le celle non in buona salute, invadano. Nella loro ultima ricerca, il gruppo ha usato gli idrogel per imitare l'ambiente del cancro polmonare, selettivamente permettendo che le cellule tumorali e le celle non in buona salute, invadano. Questo ambiente emulato ha permesso ai loro collaboratori nel laboratorio del professor Bill Stanford all'università di Ottawa di schermare per sia la crescita che l'invasione della cellula tumorale. Lo studio, piombo da Roger Y. Tam, un socio di ricerca nel laboratorio di Shochet, recentemente sono stati pubblicati in materiali avanzati.

“Possiamo condurre questo in una lastra grossa di 384 pozzi, che è non più grande della vostra mano. E con il software dell'immagine-analisi, possiamo automatizzare questo metodo per permettere a rapidamente, selezioni mirate a per le centinaia di trattamenti del cancro potenziali,„ dice Shoichet.

Un esempio è la selezione per il lymphangioleiomyomatosis, un'affezione polmonare (LAM) della droga dei ricercatori rara che pregiudica le donne. Shoichet ed il suo gruppo sono stati ispirati tramite il lavoro delle uova verdi e della FUGA, ad un'organizzazione basata a Toronto che solleva la consapevolezza della malattia.

Facendo uso dei loro idrogel, potevano automatizzare e schermare più di 800 droghe, quindi scoprenti i trattamenti che potrebbero mirare alla crescita ed all'invasione di malattia.

Nella collaborazione in corso, i ricercatori pianificazione dopo schermare le droghe multiple alle dosi differenti per guadagnare la maggior comprensione nei nuovi metodi di trattamento per FUGA. Le strategie e le comprensioni che guadagnano potrebbero anche contribuire ad identificare le nuove droghe per altri tumori invasivi.

Shoichet, che recentemente è stato nominato una donna distinta in chimica o ingegneria chimica, egualmente pianificazione brevettare la tecnologia dell'idrogel.

“Questo ha e continua ad essere, una grande collaborazione che sta avanzando la conoscenza all'intersezione di assistenza tecnica e di biologia,„ dice Shoichet.

Sorgente: https://news.engineering.utoronto.ca/artificial-lung-cancer-tissue-could-help-find-new-drug-treatments/