I ricercatori di Johns Hopkins trovano la causa genetica del neuroblastoma olfattivo

Ordinando gli interi genoma delle celle del tumore da sei genti con un cancro raro dell'intercapedine del seno e del radiatore anteriore, i ricercatori di Johns Hopkins riferiscono che hanno trovato inatteso lo stesso ¾ genetico uno del cambiamento in un gene coinvolgere nel ¾ di formazione del muscolo in cinque dei tumori.

“In termini di ricerca che collega le alterazioni genetiche ai cancri, questa è una montagna vera e non un cumulo di terra sollevato dalla talpa,„ dice Gary Gallia, M.D., il Ph.D., professore associato di neurochirurgia alla scuola di medicina di Johns Hopkins University. “È equo raro che un singolo gene è legato così strettamente agli stessi cancri in gente indipendente.„

In un rapporto sui loro risultati, pubblicati il 21 dicembre 2018, nelle comunicazioni della natura, i ricercatori dicono le eliminazioni che hanno identificato in un gene che codifica per dystrophin, una proteina a forma di bastoncino che aiuta le fibre di muscolo dell'ancora sul posto, sono stati trovati in celle olfattive di neuroblastoma. I neuroblastomas olfattivi compongono appena 6 per cento di tutti i seno e cancri nasali, con una tariffa di prevalenza di una persona da ogni 2,5 milioni. In tutta la nazione, quello traduce ogni anno a circa 100 - 200 casse diagnosticate. Il centro della base del cranio della neurochirurgia della medicina di Johns Hopkins è fra il più con esperienza nella cura dei pazienti con il neuroblastoma olfattivo. Il centro egualmente ha un'offerta robusta dei campioni di tessuto da questi tumori.

I ricercatori dicono che i loro risultati contribuiscono non solo ad una migliore comprensione della causa di questi cancri, ma anche al potenziale per la creazione dei modelli delle cellule e dell'animale per ulteriore studio ed allo sviluppo dei trattamenti che mirano alle root genetiche del tumore.

“Ora che crediamo che conosciamo la causa genetica del neuroblastoma olfattivo, noi possiamo inventare i modi interrompere il cancro, impariamo come si forma ed esamini le nuove modalità trattarlo,„ dice Chetan Bettegowda, M.D., Ph.D., professore associato di neurochirurgia alla scuola di medicina di Johns Hopkins University e Direttore del centro del meningioma di Johns Hopkins. “Questa era realmente un'individuazione inattesa ma fruttuosa.„

Bettegowda dice che la loro individuazione era inattesa perché le percezioni del tessuto del seno e nasale immediatamente non ricordano un ruolo dominante per i tessuti del muscolo. Ma, fra i genetisti, dice, è ben noto che molti geni inerenti allo sviluppo che contribuiscono a formare i tessuti del corpo umano sono multiuso.

Per il loro studio, i ricercatori in primo luogo hanno ordinato il tumore ed hanno abbinato un DNA normale di nove uomini e di due donne con il neuroblastoma olfattivo catturato dai pazienti curati a Johns Hopkins in sette anni. I pazienti hanno variato nell'età da 33 a 69.

I ricercatori hanno ordinato le parti dei genoma che compongono i geni e non gli spazi fra i geni. Sebbene trovino due campioni del tumore hanno avuti mutazioni in un grande gene che fa il titano della proteina, i ricercatori erano incerti se queste mutazioni possono contribuire a formazione del cancro, poichè non hanno veduto molto altrimenti in comune fra i campioni.

Dopo, hanno scelto sei di questi campioni a caso ed hanno fatto l'intero sequenziamento del genoma che esamina il DNA che compone i geni ed il DNA fra i geni.

Questa volta hanno trovato che cinque dei sei campioni hanno avuti eliminazioni sul cromosoma X ed in ogni caso, la parte cancellata di DNA ha misurato il gene DMD, che codifica per il dystrophin della proteina, uno dei geni implicati nella distrofia muscolare. Poi hanno riesaminato i campioni originali del tumore come pure alcuni altri, con altre tecniche per cercare le eliminazioni nel dystrophin. Nel totale, hanno trovato che 12 su 14 tumori hanno avuti eliminazioni nel gene di DMD. In un tumore che non ha avuto un'eliminazione di DMD, hanno trovato un'eliminazione in un altro gene di distrofia muscolare: LAMA2.

Dystrophin è uno dei geni più lunghi nel genoma umano ed ha 79 pezzi di DNA sparpagliati con i bit che non codificano per il gene. A causa del gene grande, se la parte di un cromosoma in cui risiede è cancellata o riorganizzata, è statisticamente più probabile interrompere un grande gene come dystrophin.

I ricercatori non sono sicuri se la proteina del dystrophin è fatta nel neuroblastoma olfattivo o se un modulo mutato accorciato incasina i funzionamenti interni delle celle che formano il tumore. Questi sono esperimenti per gli studi futuri, dicono.

I ricercatori ancora egualmente non conoscono che genere di celle il cancro proviene, sebbene siano pensati per risultare dal neuroepithelium--il rivestimento--dei seni al punto in cui i nervi dell'odore colpiscono da parte a parte.

Per quanto riguarda se i loro risultati indicano le nuove terapie potenziali per questo cancro, Bettegowda dice, “una certa frutta d'attaccatura potrebbe essere di verificare determinate terapie in laboratorio che sono state provate nella gente con la distrofia muscolare. Sebbene quelle terapie siano venuto a mancare nel trattamento muscles i dystrophies, queste circostanze pregiudichino ogni cella nell'organismo. Ma questo cancro è trovato in una posizione specifica, in modo dai trattamenti potrebbero avere una migliore probabilità di individuazione dell'obiettivo.„

I segni tipici del neuroblastoma olfattivo sono congestione, sinusite, perdita di odorato e emorragie nasali.