I ritrovamenti di studio si collegano fra la durata infantile di sonno ed il livello di istruzione della madre, la depressione prenatale

Un nuovo studio che analizza i dati dai genitori canadesi ha trovato che i bambini dormono più di meno a tre mesi dell'età se le loro madri non hanno un titolo universitario, la depressione con esperienza durante la gravidanza o hanno avuti una consegna della taglio cesareo-sezione di emergenza.

Lo studio, che ha esaminato le associazioni fra il livello di istruzione di una madre, la depressione prenatale, il metodo di consegna e la durata del sonno del suo infante, è stato pubblicato questo mese nella medicina di sonno. Ha trovato che gli infanti nati dalle madri senza un titolo universitario hanno dormito una media di 13,94 ore al giorno--23 minuti di meno che gli infanti nati dalle madri con un titolo universitario ed appena a corto delle linee guida nazionali delle fondamenta di sonno di media di 14-17 ore di sonno al giorno a tre mesi dell'età.

I ricercatori hanno analizzato i dati da 619 infanti e dalle loro madri che partecipano allo studio di gruppo del BAMBINO dell'allergene--uno studio di gruppo nazionale di nascita che raccoglie una vasta gamma di informazioni genetiche ed ambientali di salubrità, di stile di vita, di esposizione da quasi 3.500 bambini e dalle loro famiglie dalla gravidanza all'adolescenza.

“Il sonno pregiudica la crescita di un bambino, l'apprendimento e lo sviluppo emozionale ed è una delle preoccupazioni più comuni di nuovi genitori,„ ha detto Piush Mandhane, un professore associato della pediatria all'università di alberta ed uno degli autori principali dello studio.

“Mentre la ricerca più iniziale ha collegato lo stato socioeconomico di una madre, compreso il livello di istruzione, alla più breve durata infantile di sonno, realmente non abbiamo capito i fattori a gioco. Il nostro studio ha rivelato che 30 per cento dell'effetto di formazione materna sulla durata infantile di sonno realmente sono mediati dalla depressione prenatale di una madre come pure il tipo di consegna.„

Specificamente, i ricercatori hanno trovato le madri senza un titolo universitario per essere all'elevato rischio significativamente di avere sintomi della depressione durante sia i periodi prenatali che postnatali, o il periodo prenatale solo, rispetto alle donne ad un titolo universitario.

Ci sono parecchie spiegazioni possibili per l'associazione fra la depressione materna ed il sonno infantile, secondo co-cavo Anita Kozyrskyj autore, egualmente un professore della pediatria a U del A. “madri nell'emergenza tende ad avere problemi di sonno durante la gravidanza, che può “essere trasmessa„ al feto via i livelli circadiani dell'orologio e della melatonina della madre,„ lei ha detto. “La sezione cesarean materna egualmente entrambe di emergenza e della depressione piombo ai livelli liberi elevati del cortisol, che, a loro volta, possono causare una risposta esagerata di sforzo in infanti che urta negativamente il loro sonno.„

Più ulteriormente, i ricercatori hanno trovato che il metodo di consegna ha predetto indipendente la durata infantile di sonno, con gli infanti consegnati dalla sezione cesarean di emergenza addormentati circa un'ora più di meno al giorno che gli infanti sopportati dalla consegna vaginale.

“Questa era un'individuazione interessante, poichè non abbiamo osservato un'associazione fra più breve sonno infantile e le consegne vaginali cesarean prevedute o del sezione,„ ha commentato prima Bretagna Matenchuk autore, un apprendista dell'allergene e lo studente di una precedente lastra a U del A.

“Mentre siamo ancora ad una fase iniziale di disfare i meccanismi biologici di fondo, il nostro studio suggerisce che il modo prenatale della nascita e della depressione sia obiettivi potenziali affinchè i professionisti di sanità ed i responsabili politici migliori la durata infantile di sonno. Le madri che avvertono la depressione prenatale o una consegna cesarean di emergenza possono trarre giovamento da supporto in modo che i problemi infantili di sonno non persistano nell'infanzia.„

Secondo il gruppo, gli studi precedenti hanno indicato che il sonno ha un grande impatto sullo sviluppo emozionale e comportamentistico infantile. Può anche pregiudicare come eseguono conoscitivo più successivamente nella vita.

“Dobbiamo supportare le mamme prima che il bambino nasca,„ Mandhane aggiunto. “E se possiamo cominciare promuovere il sonno sano nella fase iniziale, tre mesi dell'età in avanti, penso che è appena migliore per le famiglie in generale.„

Sorgente: http://www.med.ualberta.ca/