Lo studio trova il collegamento fra legalizzazione della marijuana ed aumento ricreativi nell'approvvigionamento degli alimenti industriali

È una rappresentazione malfamata della cultura pop. Dopo il fumo della marijuana, i protagonisti nel film vanno su una baldoria epica delle porcherie, consumante le quantità di massa di chip, biscotti e qualunque l'altra alto-caloria, di spuntini carichi di sale essi può ottenere. Mentre alcuni neuroscenziati hanno ipotesi, rimane prova causale non convenzionale per supportare questo effetto rinomato di marijuana sul cervello umano.

Uno studio rilasciato questo mese da un economista di UConn, tuttavia, ha trovato un collegamento fra legalizzazione ricreativa della marijuana dello stato e consumo aumentato di determinati alimenti di alto-caloria, suggerire là può essere qualcosa più sostanziale al mito urbano “dei munchies.„

L'assistente universitario dell'economia Michele Baggio ha intrapreso gli studi in collaborazione con Alberto Chong, un professore al banco di Andrew Young della Georgia State University degli studi di polizza. Pubblicato tramite la rete di ricerca in scienza sociale, lo studio ha esaminato i dati sugli approvvigionamenti mensili dei biscotti, delle patatine fritte e del gelato dalla drogheria, dalla convenienza, dalla droga e dalle memorie di distribuzione di massa in più di 2.000 contee negli Stati Uniti su un periodo di dieci anni. I dati, in gran parte catturati dal database dello scanner di vendita al dettaglio di Nielsen, coperchi 52 hanno designato le aree del mercato nei 48 stati attigui.

I ricercatori hanno confrontato l'approvvigionamento delle tendenze alle date di entrata in vigore per le leggi ricreative della marijuana negli stati compreso Colorado, l'Oregon e Washington. La loro analisi ha mostrato quello la marijuana ricreativa legalizzante piombo ad un aumento di 3,1 per cento negli approvvigionamenti del gelato, ad un aumento di 4,1 per cento negli approvvigionamenti del biscotto e ad un aumento di 5,3 per cento negli approvvigionamenti del chip subito dopo che le vendite ricreative della marijuana hanno cominciato. Mentre gli aumenti negli approvvigionamenti del gelato e del chip hanno diminuito leggermente nei mesi che seguono la legalizzazione, l'aumento per gli approvvigionamenti del biscotto rimane alto.

“Questi potrebbero sembrare come i piccoli numeri,„ dice Baggio. “Ma sono statisticamente significativi ed economicamente significativi pure.„

La tendenza era coerente attraverso i tre stati legalizzanti inclusi nello studio. Gli stati supplementari che egualmente hanno legalizzato la marijuana ricreativa non sono stati inclusi nello studio perché 18 mesi dei dati di approvvigionamento non erano ancora disponibili per quegli stati.

Mentre Baggio inizialmente ha precisato per vedere se i legami sono esistito fra legalizzazione della marijuana ed hanno aumentato le tariffe dell'obesità, questo studio non ha approfondito un'analisi delle tariffe dell'obesità, invece mettendo a fuoco rigorosamente sulle tendenze relative ai dati di vendite. Ulteriore analisi delle tendenze di salubrità può venire ad una data ulteriore, ma dice che sia l'industria crescente che i responsabili della politica della marijuana possono trovare la ricerca di sviluppo intorno agli aspetti varianti di legalizzazione della marijuana di interesse quando considera le polizze future.

“Non sono un avvocato per legalizzazione o non,„ Baggio dice. “Sono solo interessato dentro se ci sono conseguenze non intenzionali alla polizza.„

Sorgente: https://today.uconn.edu/2019/02/uconn-study-junk-food-purchases-increase-recreational-marijuana-legalization/