L'estrogeno può pregiudicare le cellule cerebrali circostanti per promuovere la metastasi triplo-negativa del cancro al seno

i cancri al seno Triplo-negativi sono più probabili di altri tipi del cancro al seno riprodurrsi per metastasi e sono particolarmente probabili andare il cervello in più giovani donne. I ricercatori hanno verificato le varie ipotesi per spiegare questo pericolo. Un'idea che ha ottenuto poca attenzione è il pensiero che l'estrogeno potrebbe essere di incolpare di. Dopo tutto, i cancri al seno negativi tripli mancano dei ricevitori dell'estrogeno (con i ricevitori del progesterone e HER2, così la quantità negativa di triplo di nome) ed in modo da questi cancri non possono possibilmente essere influenzati da estrogeno. Destra?

Ora un'università di studio del centro del Cancro di colorado pubblicato nell'oncogene del giornale indica che mentre l'estrogeno direttamente non pregiudica le celle di cancro al seno triplo-negative, può pregiudicare le cellule cerebrali circostanti nei modi che promuovono la migrazione e l'invasività della cellula tumorale. D'importanza, lo studio egualmente suggerisce i modi fermare l'attività di estrogeno nel cervello che fertilizza la metastasi triplo-negativa del cancro al seno.

“Le cellule tumorali non sono rispondenti ad estrogeno, ma ad influenze dell'estrogeno il microenvironment. Abbiamo trovato che i astrocytes - una delle componenti principali del microenvironment nel cervello - sono estrogeno-rispondenti. Quando sono stimolate con estrogeno, producono i chemokines, fattori di crescita ed altre cose che promuovono la metastasi del cervello,„ dice Diana Cittelly, PhD, ricercatore al centro del Cancro del CU e assistente universitario nel servizio di scuola di medicina del CU di patologia.

Tecnicamente, Cittelly ed i colleghi compreso il ricercatore postdottorale, Maria Contreras-Zarate, PhD, trovato che l'estrogeno induce i astrocytes (cellule cerebrali) per produrre i fattori di crescita chiamati cervello-hanno derivato il fattore neurotrophic (BDNF) ed il fattore di crescita epidermico (EGF) e che questi fattori accende due opzioni genetiche invasione/di migrazione in cellule tumorali, vale a dire TRKB e EGFR.

“Questo può spiegare perché i cancri al seno diagnosticati in più giovani donne sono più probabili riprodurrsi per metastasi al cervello - le donne pre-della menopausa hanno più estrogeno e può influenzare il microenvironment del cervello nei modi che aiutano il cancro,„ Cittelly dice.

Tradizionalmente, i cancri estrogeno-positivi sono stati trattati con le terapie del ricevitore dell'anti-estrogeno compreso il tamoxifene. Tuttavia, è sembrato sempre ovvio che i cancri senza ricevitori dell'estrogeno non rispondessero alla terapia del ricevitore dell'anti-estrogeno. E, purtroppo, c'è stato poca opportunità di notare casualmente gli effetti della terapia dell'anti-estrogeno sulle metastasi del cervello derivando dal cancro al seno.

“Storicamente, le donne con il cervello Mets si sono escluse dai test clinici dovuto la prognosi difficile globale,„ dice Cittelly, precisante che utile l'approvazione per una nuova droga richiede la mostra della sua efficacia e perfino una droga di promessa può sembrare inefficace in pazienti di cui il cancro già si è riprodotto per metastasi al cervello. “Così non abbiamo esplorato mai se gli anti-estrogeni avranno vantaggio per queste donne. Le nostre manifestazioni del lavoro là hanno potuto essere un vantaggio nelle terapie dell'anti-estrogeno nell'impedire la metastasi del cervello in donne con cancro al seno triplo-negativo.„

Ulteriormente, Cittelly ed i colleghi recentemente hanno ricevuto il finanziamento per esplorare l'intercessione altrove in questa catena di atto che comincia con estrogeno e le estremità con la metastasi del cervello. Basicamente, se l'estrogeno funziona con EGFR o TRKB, può essere utile inibire EGFR e/o TRKB, da solo o insieme, in questi pazienti. Fortunatamente, come gli inibitori del estrogeno-ricevitore, gli inibitori di TRK e di EGFR già esistono e sono in uso con altri cancri, rendenti verificando queste strategie drammaticamente più fattibile.

“Definitivo stiamo cominciando a riconoscere il ruolo unico del microenvironment nel cervello,„ Cittelly dice. “La metastasi del Cancro non può dipendere dalle cellule tumorali da solo. La fermata della metastasi in questi pazienti può richiedere l'esame degli stati dei tessuti che circondano e supportano i cancri.„

Sorgente: https://coloradocancerblogs.org/the-sneaky-way-estrogen-drives-brain-metastasis-in-non-estrogen-dependent-breast-cancers/