La valutazione di Failty può contribuire a determinare l'idoneità fisica del paziente per l'operazione nonurgent

In pazienti chirurgici adulti attraverso le età, la debolezza si riferisce alle più alte tariffe postoperatorie di riammissione principale dell'ospedale e di malattia e le maggiori spese sanitarie, secondo il nuovo giornale dell'istituto universitario americano dei chirurghi studiano i risultati

La debolezza, un declino nella funzione e la resistenza allo sforzo a breve termine che si presenta tipicamente nella vecchiaia, è collegata a più complicazioni dopo un'operazione fra gli adulti di tutte le età, secondo i ricercatori di grande nuovo studio pubblicato come “articolo in stampa„ sul giornale dell'istituto universitario americano del sito Web dei chirurghi prima della stampa. I ricercatori suggeriscono che una breve misura della debolezza possa contribuire a determinare l'idoneità fisica di un paziente per un'operazione nonurgent.

Fra 14.530 adulti che subiscono le varie operazioni elettive in un singolo sistema sanitario, coloro che ha dimostrato tre o più criteri di debolezza erano sensibilmente più probabili nel primo mese postoperatorio avvertire i risultati peggiori rispetto ai pazienti senza criteri di debolezza. Specificamente, i pazienti più delicati hanno avuti più alte tariffe della malattia principale o le complicazioni, lo scarico dall'ospedale ad una funzione di ripristino, la riammissione all'ospedale, o la morte, ricercatori hanno riferito.

La debolezza è identificata come fattore di rischio importante che pregiudica i risultati chirurgici in pazienti anziani e più recentemente anche in più giovani pazienti, anche la gente giovane quanto 40,„ ha detto il principale inquirente Claire L. Isbell, MD, MSCI, FACS, un chirurgo generale a Baylor Scott & ospedale commemorativo bianco dello studio in tempio, Tex. “Con l'epidemia nazionale dell'obesità, i comorbidities [malattie d'avvenimento] veduti tipicamente più successivamente nella vita sia sempre più prevalente in giovani.„

Più della metà della popolazione paziente studiata (53,9 per cento) era minorenne 60, lei ha notato.

Questo studio è il primo per determinare l'impatto della debolezza sui risultati postoperatori nei subspecialties chirurgici multipli attraverso un grande sistema sanitario per sia il ricoverato che le procedure del paziente esterno, hanno detto il coinvestigator Harry T. Papaconstantinou, MD, FACS, presidente del dipartimento di chirurgia a Baylor Scott & ospedale commemorativo bianco.

Quasi 30 per cento delle 14.530 operazioni studiate ospedali di Baylor Scott & della salubrità bianca a quattro erano procedure chirurgiche generali. Altri hanno compreso l'urologia, chirurgia plastica, orecchio-radiatore-gola, podologia, cancro, cuore e polmone, colorettale, trapianto, vascolari e procedure orali e maxillofacial. Circa 68 per cento delle operazioni erano paziente esterno e 32 per cento erano procedure del ricoverato.

Punteggio Cinque Punti di debolezza

Per misurare la debolezza preoperatively, i ricercatori hanno usato la debolezza modificata score.* di Johns Hopkins misure di questo le brevi strumento quattro componenti: una perdita di peso recente involontaria di 10 libbre o più, impugnatura debole, basso livello di sangue di emoglobina e un'più alta società americana del punteggio degli anestesisti, una misura di stato fisico che le guide predicono il rischio dell'anestesia. Un punto è definito per ogni componente e se sia la perdita di peso che la pinsa debole sono presenti, un altro punto si aggiunge, di modo che il punteggio della debolezza del paziente è un massimo di 5. secondo i ricercatori, un punteggio di zero definisce la debolezza bassa, 1 o 2 definisce la debolezza intermedia e 3 - 5 definiscono l'alta debolezza.

Fra tutti i pazienti, 3,4 per cento hanno avuti alta debolezza: 5,3 per cento dei ricoverati e 2,5 per cento dei pazienti esterni. La maggior parte dei pazienti secondo le informazioni ricevute misurati come obesi o di peso eccessivo. Il Cancro era una diagnosi comune in quelli con la debolezza aumentata. La percentuale di tutti i pazienti con la debolezza è aumentato con l'età. Eppure, il Dott. Papaconstantinou ha detto, “abbiamo avuti una serie di più giovani pazienti che erano delicati che non avreste pensato essere.„

Rispetto alla debolezza bassa, la presenza di alta debolezza ha correlato con i risultati significativamente peggiori entro 30 giorni dell'operazione compreso:

  • Rischio aumentato di avvertire una complicazione importante (un composito delle complicazioni serie multiple): 2,9 e 1,8 maggiori probabilità di volte nei gruppi del ricoverato e del paziente esterno, rispettivamente
  • Degenza in ospedale mediana più lunga, entro 2,5 giorni; più alte spese sanitarie; e una probabilità maggior 5,6 volte di scarico ad una funzione di professione d'infermiera per il gruppo del ricoverato
  • Maggior probabilità di riammissione all'ospedale: 4,8 volte le probabilità per i pazienti esterni e 2,3 volte le probabilità per i ricoverati
  • Più di due volte le probabilità di una visita di pronto soccorso dopo una procedura del paziente esterno

Anche intermedia, o moderata, la debolezza ha aumentato significativamente il rischio di tutti questi risultati, i ricercatori riferiti.

Debolezza come strumento preoperatorio potenziale di rischio

La valutazione di debolezza ha il potenziale di essere uno strumento della stratificazione di rischio per i chirurghi ed i loro pazienti, secondo gli autori di studio. Hanno scritto in loro articolo: “Sebbene non ogni paziente abbia bisogno di estesa valutazione di debolezza, il rischio preoperatorio di ogni paziente dovrebbe essere conosciuto.„

La misura della debolezza è disponibile con le classificazioni di segnatura multiple, ma non è ancora ampiamente accettata affinchè gli ospedali misuri la debolezza preoperatively, il Dott. Papaconstantinou ha detto. Ha detto che il loro grande sistema di salubrità sta misurando la debolezza prima che procedure chirurgiche nel tentativo di migliorare i risultati identificando i pazienti a rischio e poi facendo uso delle strategie di diminuzione di rischio, quali l'esercizio, la nutrizione e la gestione del farmaco.

Se i pazienti previsti per un'operazione importante o complessa scoprono hanno un ad alto livello della debolezza, un'opzione potrebbe essere un programma “di prehabilitation„, il Dott. Isbell ha suggerito. Un programma di riabilitazione preoperatorio, quale l'istituto universitario americano dei chirurghi forti per chirurgia, incoraggia i pazienti a fare i cambiamenti di stile di vita e di fisico medica puntati su migliorando la capacità dell'organismo di resistere allo sforzo di subire un'operazione.

“Pensiamo che i pazienti dovrebbero discutere il loro rischio di debolezza con il loro chirurgo ed i modi essi possono migliorare la loro salubrità prima della loro operazione,„ il Dott. Papaconstantinou ha detto. “Vi preparereste per una maratona. Similmente, dovete prepararti per un'operazione in modo da avete il meno rischio possibile di risultati negativi.„

Sorgente: https://www.facs.org/media/press-releases/2019/frailty030119