Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli adulti di raccomandazione per ottenere il vaccino pneumococcico all'età 50 possono essere efficace orientamento

Se le disparità razziali attenuarsi in coloro che contrae le malattie pneumococciche, quale la meningite e polmonite, è una massima priorità di salute pubblica, quindi raccomandare che tutti gli adulti ottenessero un vaccino pneumococcico all'età 50 probabilmente sarebbe efficace orientamento, secondo un'università di analisi della scuola di medicina di Pittsburgh pubblicata oggi nel vaccino del giornale.

Tuttavia, il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti non fa le raccomandazioni per razza della vaccinazione e, a meno che abbassare l'età per la vaccinazione universale richieda gli aumenti a due cifre nelle tariffe della vaccinazione o il vaccino protegge da più tipi di polmoniti che è stato provato a, non sta andando essere redditizio cambiare la raccomandazione corrente, i ricercatori trovati.

“È un'emissione sfumata, ma le raccomandazioni vaccino sfumate non provocano tipicamente le alte tariffe di immunizzazione,„ ha detto l'autore Kenneth senior J. Smith, M.D., M.S., professore di medicina e di scienza clinica e di traduzione nella divisione di Pitt di medicina interna generale. “Poiché non c' è alcun pericolo principale ad ottenere il vaccino pneumococcico, una raccomandazione semplice che ognuna le ottiene all'età 50 sta andando essere più facile da applicare. La barriera principale poi si trasforma in in costo.„

Ci sono due tipi di vaccini pneumococcici. Corrente, il CDC raccomanda che tutto il minorenne 2 dei bambini sia immunizzato con il vaccino coniugato pneumococcico (Prevnar 13®) in quattro dosi distribuite fuori leggermente in più di un anno. Tutti gli adulti sopra l'età 65, tutti i fumatori adulti e quelli con determinate condizioni mediche croniche - compresi cuore o affezione polmonare, cancro, HIV/AIDS e diabete - sono invitati a ricevere una dose del vaccino pneumococcico del polisaccaride (Pneumovax23®), con quelli oltre 65 e immunocompromised consigliato ulteriormente per ricevere Prevnar 13®.

Le minoranze Underserved sono considerevolmente più probabili avere i generi di condizioni mediche croniche per cui il CDC li raccomanda ottiene la vaccinazione pneumococcica prima dell'età 65. Tuttavia, soltanto 23 per cento delle età 50 - 64 della gente con queste malattie croniche ottengono la vaccinazione.

“In una pratica medica occupata, è facile per una vaccinazione pneumococcica iniziale per qualcuno con una malattia cronica da cadere attraverso le crepe quando egualmente state occupando dell'ipertensione del paziente e di altre emissioni di salubrità,„ ha detto Smith. “Ecco perché ad una raccomandazione basata a età semplice - dove ogni paziente all'età 50 riceve la vaccinazione - è molto più probabile essere aderita a.„

Smith ed i suoi colleghi hanno eseguito parecchi modelli elaborati dal calcolatore per prevedere l'effetto di cambiamento della raccomandazione vaccino pneumococcica includere tutta la gente all'età 50. In tutti i modelli, quella raccomandazione probabilmente diminuirebbe il numero annuale dei casi pneumococcici di malattia negli Stati Uniti dai parecchie migliaia e salverebbe alcune cento vite, sproporzionatamente fra le minoranze.

Per calcolare la redditività di abbassamento della raccomandazione dell'età per la vaccinazione pneumococcica, il gruppo di Smith ha usato il benchmark di $100.000 per qualità-regolato vita anno. Ciò è una misura che è corrente come rappresentazione del valore ragionevole per salubrità negli Stati Uniti. La raccomandazione corrente che tutta la gente riceve la vaccinazione pneumococcica all'età 65 porta un costo vita anno di qualità-regolato $42.000, che è sotto quel benchmark.

I ricercatori hanno trovato che, se una raccomandazione semplice che tutta la gente ottiene il vaccino pneumococcico del polisaccaride all'età 50 determina le tariffe della vaccinazione in 50 - al 64enni fino a 33 per cento, dalla tariffa corrente di 23 per cento, quindi il costo sarebbe $144.000 per qualità-regolato vita anno nella popolazione in genere, sopra il benchmark. Ma sarebbe $80.000 per qualità-regolato vita anno nella popolazione di colore, un valore ragionevole.

“Vaccinare la popolazione in genere contro la malattia pneumococcica all'età 50 abbastanza non raggiunge il benchmark degli Stati Uniti per la redditività, ma non è troppo distante,„ Smith ha detto. “Non è irragionevole presupporre che le tariffe della vaccinazione scalino ancora più superiore 33 per cento - ed ogni percentuale guadagnata migliorerà la redditività. Se la priorità è di attenuare le disparità razziali, quindi cambiare la raccomandazione includere tutta la gente all'età 50 sembra essere una buona strategia. Se gestire i costi è chiave comunque, una tal raccomandazione abbastanza non incontra la soglia.„