Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano “l'apparecchiatura di congelamento della rottura„ per raffreddare la biopsia ancora più velocemente

Per il congelamento rapido di una biopsia catturata da un paziente, per ricerca sul cancro per esempio, la procedura standard sta usando l'azoto liquido. Ciò, tuttavia, non è permessa dentro la sala operatoria. La conseguenza è una procedura laboriosa che causa la mora inutile. I ricercatori dell'università di Twente hanno sviluppato “un'apparecchiatura di congelamento della rottura„ che raffredda una fiala ancora più velocemente di in azoto liquido ed è sicuri per uso dentro la sala operatoria. Un altro vantaggio è che la velocità di raffreddamento è regolabile. La nuova unità è presentata nelle relazioni “scientifiche„ della natura. L'ospedale di VUmc dell'olandese già sta eseguendo gli esperimenti facendo uso di nuova unità.

Per l'individuazione dei trattamenti del cancro personali, per esempio, la medicina molecolare è un campo di emergenza. Per molte prove di laboratorio, una biopsia è tenuta alla temperatura ambiente tutta la direzione dal prelievo del campione del tessuto al laboratorio. Ma per l'analisi della proteina, il proteomics, il tessuto deve essere congelato immediatamente. Ciò egualmente è chiamata rottura che si congela ed è permessa immergendo una fiala che contiene il tessuto in un bagno di azoto liquido, raffreddante lo al meno centigrado 196 gradi. Per evitare i rischi per il personale paziente e medico, questo non può essere fatto dentro il teatro di operazione. In pratica qualcuno è pronto, aspettando direttamente fuori con un contenitore dell'azoto liquido, indossante l'abbigliamento proteggente. C'è ancora mora nel muovere il campione fuori, questa procedura può influenzare i risultati del laboratorio. Il nuovo congelatore improvviso sviluppato dallo scienziato di UT, può essere connesso semplicemente ai main e non ha alcun rischio di contatto fisico o gas o liquido di raffreddamento nocivo respirante. I guanti o l'abbigliamento speciali non sono necessari neanche. L'apparato congela le fiale ancora più velocemente di in azoto liquido ed è per quanto la velocità di raffreddamento possa essere più flessibile regolato.

Sebbene i cosiddetti cryocoolers siano disponibili sul servizio, la sfida sta tenendolo compatto. Un ospedale non è aiutato semplicemente da un dispositivo di raffreddamento di un metro cubico nella dimensione, costante molta moneta: ciò sarebbe necessaria ottenere la capacità di raffreddamento necessaria. Grazie ad una progettazione astuta, questa possono essere diminuiti sostanzialmente. La soluzione ora trovata, consiste di un cryocooler molto compatto, di un buffer fatto di rame per la conservazione della bassa temperatura (unità di immagazzinamento dell'energia termica, TESU) e di un sistema chiuso del gas dell'elio che funziona come scambiatore di calore. C'è uno spazio fra il TESU e la fiala con la biopsia per flusso del gas del contatto. Accanto all'effetto di raffreddamento diretto, i ricercatori preveduti di vedere raffreddamento tramite il movimento del gas - per confrontarlo al windchill che ci incita per ritenere più fredda della temperatura reale. Sorprendente, questo effetto non può essere dimostrato in questo caso. Oltre a sviluppare una nuova unità, la ricerca egualmente dà le nuove comprensioni fisiche nei flussi del gas.

Il centro medico dell'università libera a Amsterdam (VUmc) sta collaudando l'unità, in questo momento in una regolazione policlinic perché per uso reale nel teatro di operazione, la certificazione è necessaria ancora. Il cavo del gruppo da Srinivas Vanapalli egualmente sta lavorando ad una soluzione sostenibile per il trasporto freddo, per esempio quando un campione di tessuto deve spostarsi per una grande distanza ad un altro laboratorio. Eccezione fatta per i sistemi diagnostici, le unità di raffreddamento della rapida egualmente stanno promettendo nel trattamento, mortale le celle del tumore in un modo altamente mirato a. Ciò è corrente un altro campo di ricerca indirizzato insieme agli specialisti di cryoablation.

La ricerca è stata effettuata nel gruppo di energia, dei materiali e dei sistemi di freno del ter di prof. Marcel. Questo gruppo ha molta esperienza della superconduttività, per esempio per il CERN ed ITER e le basse temperature stesse state necessarie per quella. Sviluppare i dispositivi di raffreddamento per una vasta gamma di applicazioni si è trasformato in in un campo della ricerca dei sui propri in questo gruppo.

Sorgente: https://www.utwente.nl/en/