I batteri da acqua di mare forniscono nuovo piombo per trattare il melanoma maligno

Il melanoma maligno può essere un modulo particolarmente pericoloso di cancro e le opzioni più terapeutiche sono necessarie. Ora, i ricercatori riferiscono nelle lettere medicinali di chimica di ACS che i batteri da acqua di mare ha ispirato i cavi di promessa affinchè un assolutamente nuovo modo trattino la malattia.

Nel melanoma, le cellule tumorali si formano in melanocytes, le celle che colorano l'interfaccia. Mentre i nuovi casi della maggior parte dei tipi di cancri stanno diminuendo, quelli del melanoma -- il modulo più micidiale del cancro di interfaccia -- continui a scalare, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti. Se il melanoma si riproduce per metastasi, o migra ad altre posizioni nell'organismo, la prognosi è povera e le opzioni del trattamento sono limitate. I nuovi agenti della chemioterapia erano recentemente approvati che mirano ai melanomi con le cosiddette mutazioni “di BRAF„, ma alcuni di questi tumori già stanno mostrando la resistenza a queste terapie. William Fenical, James J. La Clair, la Costa-Lotufo di Leticia ed i colleghi hanno deciso che la migliore soluzione sarebbe stata di catturare punta su una via biochimica completamente differente nel melanoma.

Nel 2014, i ricercatori hanno scoperto che seriniquinone, un prodotto naturale isolato dall'batteri marini rari, indicati l'attività potente e selettiva contro le celle del melanoma in una provetta. Ancora migliore, era la prima piccola molecola indicata mai per mirare ad una proteina particolare in questione nella proliferazione del cancro. Nel loro lavoro recente, il gruppo ha identificato le componenti strutturali del prodotto naturale che erano chiave alla sua attività e poi ha modificato altre parti della molecola per rendere il ND più solubile in acqua più facile depurare. Entrambi questi punti sono necessari da renderlo più adatto come droga. I ricercatori ora sono ulteriore raffinamento questi derivati di seriniquinone per ottimizzare l'attività contro il melanoma.