La vitamina D può essere protettiva fra i bambini obesi asmatici, ritrovamenti studia

Una nuova vitamina D dei ritrovamenti di studio può essere protettiva fra i bambini obesi asmatici che vivono negli ambienti urbani con l'alto inquinamento atmosferico dell'interno. Lo studio dalla scuola di medicina dell'università di John Hopkins, costituita un fondo per dall'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale (NIEHS), parte degli istituti della sanità nazionali, è stato pubblicato nel giornale dell'allergia e dell'immunologia clinica: In pratica.

“Il gruppo di ricerca ha identificato molti fattori che rendono i bambini suscettibili dei problemi sanitari da inquinamento atmosferico in tutto il centro urbano di Baltimora,„ ha detto il Gray di Kimberly, il Ph.D., amministratore per il programma dei centri di ricerca della salute ambientale dei bambini a NIEHS.

Secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, uno in 12 bambini negli Stati Uniti ha asma, che ammonta a 6,1 milione bambini nazionalmente. Ulteriormente, l'asma urta sproporzionatamente le popolazioni urbane di minoranza, quali i bambini neri. Il più alto inquinamento atmosferico dell'interno, dalle sorgenti quale il fumo della sigaretta, cucinare, bruciatura delle candele ed incenso, è collegato ai maggiori problemi respiratori, compreso il peggioramento dei sintomi di asma e di più visite dell'ospedale.

“L'asma è una malattia immune-mediata,„ ha detto Sonali Bose, M.D., autore principale dello studio e assistente universitario di medicina, di cura polmonare e critica e della medicina di sonno alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai ed alla facoltà dell'aggiunta a Johns Hopkins. “Dagli studi scientifici precedenti, abbiamo saputo che la vitamina D era una molecola che può influenzare l'asma urtando le vie antiossidanti o in relazione con immune.„

Bose ha spiegato che quando lo studio stava concependo, i ricercatori stavano vedendo che carenze di vitamina D attraverso gli Stati Uniti “è stato molto evidente che gli afroamericani erano all'elevato rischio per la carenza di vitamina D, specialmente bambini neri,„ ha detto. “Egualmente stavamo notando un carico pesante di asma nei bambini di minoranza del centro urbano. È sembrato come se la carenza e l'asma di vitamina D fossero coincidenti ed interagenti in qualche modo.„

Lo studio ha verificato tre fattori - livelli di inquinamento atmosferico nelle case, livelli di vitamina D di sangue e sintomi di asma - in 120 bambini banco-vecchi con asma di preesistenza nell'area di Baltimora. Un terzo dei partecipanti di studio era egualmente obeso. I bambini sono stati valutati all'inizio dello studio e di tre volte durante i nove mesi prossimi.

In generale, hanno trovato che quello avere bassi livelli di vitamina D di sangue è stato collegato con gli effetti respiratori nocivi di inquinamento atmosferico dell'interno fra i bambini obesi con asma. Per contro, nelle case che hanno avute il più alto inquinamento atmosferico dell'interno, i livelli elevati di vitamina D di sangue sono stati collegati a meno sintomi di asma in bambini obesi.

“Che cosa ci ha sorpresi più era che i risultati dello studio hanno mostrato che gli effetti erano più pronunciati fra i bambini obesi,„ Bose ha detto. “Questo evidenzia un terzo fattore a gioco qui - l'epidemia dell'obesità - e le guide portano quel rischio per accendersi quando considerano predisposizione determinata ad asma.„

Bose ha detto che funzioneranno per identificare i modi aumentare i livelli di vitamina D di sangue in questi bambini, aiutante li sono più resilienti agli insulti ambientali.

“Un modo aumentare i livelli di vitamina D di sangue è di aumentare l'esposizione del sole, ma quello non è sempre possibile negli ambienti urbani, o nella gente con la pigmentazione più scura dell'interfaccia,„ ha detto. “Un altro modo è through i supplementi dietetici o mangiando più alimenti che sono alti in vitamina D, quali il pesce, i funghi, o gli alimenti grassi fortificati con la vitamina D, quali pane, il succo di arancia, o il latte.„

L'autore Nadia senior Hansel, M.D., Direttore della divisione della medicina polmonare e critica di cura a Johns Hopkins, aggiunta “un altro punto netto importante è come l'ambiente complesso viene insieme a contribuire al carico extra di asma in queste comunità a basso reddito e urbane. I nostri risultati indicano che quello migliorare il carico di asma nella comunità può richiedere un approccio complesso.„

NIEHS e l'ente per la salvaguardia dell'ambiente degli Stati Uniti costituiscono un fondo per insieme la salute ambientale dei bambini di NIEHS/EPA ed i centri di ricerca di collaborazione di prevenzione delle malattie, puntati su proteggere i bambini dalle minacce ambientali, diminuire i rischi sanitari e promuovere la salubrità ed il benessere.

Sorgente: https://www.niehs.nih.gov/news/newsroom/releases/2019/march8/index.cfm