Fattori di rischio non tradizionali di gestione per migliorare i risultati dopo la chirurgia del cancro

In uno studio di 142 pazienti che preparano per la chirurgia del cancro, i ricercatori della medicina di Johns Hopkins dicono che hanno prova che i fattori di rischio psicologici o sociali quali la depressione, l'elasticità limitato e la mancanza di risorse di emergenza con i fattori di rischio medici standard quali ipertensione o il diabete sono collegati con gli elevati rischi delle complicazioni chirurgiche.

“Quando si tratta della chirurgia del cancro, la strategia convenzionale è stata sempre di trattare il cancro velocemente come potete,„ dice l'IRA Leeds, M.D., M.B.A., un ricercatore nel dipartimento di chirurgia alla scuola di medicina di Johns Hopkins University. “Ma il nostro studio suggerisce che ci siano cose relative alle loro vite psicosociali che potremmo e dovremmo gestire prima del tempo e quello aiuterebbe i nostri pazienti ad avere migliori risultati dopo la loro chirurgia.„

I ricercatori avvertono che il loro studio non è stato destinato per determinare la causa - e - effetto, ma identificare le associazioni fra i fattori di rischio ed i risultati.

In un rapporto sullo studio, pubblicato il 7 gennaio negli annali dell'oncologia chirurgica, i ricercatori hanno detto tali fattori psicologici e sociali come l'umore, la capacità di trattare lo sforzo, pazienti delle risorse può tirare insieme in un pizzico e una cronologia della droga, dell'alcool o della dipendenza di fumo è stata legata d'osservazione ai risultati chirurgici difficili nella loro popolazione di studio. Prendere nota loro e forse richiedere un certo tempo indirizzarli, possono contribuire a diminuire le complicazioni e migliorare i risultati.

Leeds ha detto che il suo studio è stato richiesto in parte dai migliori risultati documentati in altri generi di chirurgia in cui ci possono essere di meno di un senso di urgenza immediata, quali perdita di peso e le operazioni ortopediche. In quei campi, ha notato, i chirurghi generalmente richiedono che i loro pazienti abbiano una buona rete di sicurezza psicosociale e pianificazione prima di chirurgia, perché tali cose come terminando il fumo ed avere della pianificazione per cura della dopo-chirurgia possono provocare meno eventi avversi.

Per vedere se quello potrebbe essere il caso per i pazienti della chirurgia del cancro, i ricercatori hanno compilato un questionario speciale basato sui termini ben noti e sui concetti usati per misurare i fattori di rischio psicosociali. Per esempio, le domande chiedono ad un paziente come si riprendono da un evento difficile, o quanto probabile potrebbero fare fronte a e cura per un'infezione secondaria dalla casa dopo chirurgia.

Fra marzo e ottobre 2017, hanno dato l'indagine a 142 pazienti prima che avessero ambulatorio addominale del cancro all'ospedale di Johns Hopkins o alle sue filiali del locale. Ogni indagine ha richiesto una media di 10 minuti per completare ed ha chiesto ai pazienti di allineare le loro risposte a circa 20 domande su un disgaggio 1 - 5.

I pazienti erano una media di 65 anni; 56 per cento erano uomini e 23 per cento erano di colore. Più della metà dei pazienti hanno avuti un fegato o un tumore pancreatico ed il resto ha avuto soprattutto tumori colorettali. I ricercatori hanno valutato i risultati pazienti i 30 giorni dopo chirurgia, facendo uso delle cartelle sanitarie per contare tali complicazioni dopo chirurgia come le infezioni, coaguli di sangue, sanguinanti dalla chirurgia, attacco di cuore, i problemi del rene, colpo e spendere l'eccessivo tempo su un ventilatore.

Di coloro che ha avuto operazioni, 43 per cento hanno avuti altri fattori di rischio medici prima di chirurgia, quali ipertensione, il diabete, l'affezione polmonare o l'infarto, che possono piombo alle complicazioni postoperatorie. Quasi tre quarti ha avuto almeno un fattore di rischio psicosociale, con il più frequente riferito come il fumo (43 per cento) e intraprendenza limitata (29 per cento).

I ricercatori hanno trovato che un fattore di rischio psicosociale da solo non ha incitato una persona più probabilmente per avere complicazioni dopo la chirurgia del cancro. Tuttavia, hanno trovato che se la gente avesse i fattori di rischio medici e un singolo fattore di rischio psicosociale, hanno reso loro 28 per cento più probabili di quelli senza quei fattori avere complicazioni dopo chirurgia, anche dopo rappresentare le complicazioni extra legate ai fattori di rischio medici.

Quei pazienti che hanno avuti un fattore di rischio medico ed i fattori di rischio due o più psicosociali erano 3,4 volte più probabili da sviluppare una complicazione dopo chirurgia che quelli senza i fattori di rischio.

“I nostri risultati indicano che c'è un'opportunità di verificare i nuovi interventi messi a fuoco sulla gestione dei rischi psicosociali prima che l'ambulatorio per migliorare i risultati e quello sia che cosa pianificazione fare dopo,„ dica Leeds.