Un approccio novello per il trattamento dell'artrite infiammatoria

I ricercatori all'università di Minnesota, in collaborazione con i ricercatori a Medtronic, hanno indicato che lo stimolo quotidiano non invadente di ultrasuono della milza in mouse con l'artrite infiammatoria ha provocato significativamente il meno gonfiamento unito confrontato ai mouse artritici che non sono stati trattati. La ricerca è un primo punto a sviluppare le nuove opzioni del trattamento per più di di milioni di persone negli Stati Uniti che corrente soffrono dall'artrite reumatoide.

La ricerca corrente è pubblicata nelle comunicazioni della natura ed ha provocato un'università da di test clinico umano preliminare guidato da Minnesota.

“Che cosa abbiamo trovato nel nostro studio del mouse è che potremmo realmente “girare giù„ la risposta infiammatoria con stimolo quotidiano di ultrasuono della milza dall'esterno dell'organismo,„ ha detto Daniel Zachs, il primo autore dello studio e un ricercatore di assistenza tecnica biomedica nell'università di istituto universitario di Minnesota di scienza e di assistenza tecnica. “Siamo promettenti che questo tipo di trattamento non invadente potrebbe qualche giorno completare i trattamenti correnti per la gente con l'artrite reumatoide.„

L'artrite infiammatoria è una malattia autoimmune, in modo da significa che il sistema immunitario dell'organismo attacca il tessuto sano oltre ai germi, ai virus e ad altre sostanze non Xeros. Questa reazione può causare il dolore, la rigidezza ed il danno unito. I trattamenti correnti comprendono solitamente le medicine che hanno un'ampia varietà di effetti secondari.

I ricercatori coinvolgere in questo nuovo studio hanno indotto l'artrite infiammatoria in mouse del laboratorio e poi hanno mirato alla milza con stimolo di ultrasuono per i sette giorni che seguono l'iniezione. Alcuni mouse sono stati trattati solo dopo che l'artrite era evidente il terzo giorno. I mouse che hanno ricevuto il trattamento di ultrasuono hanno avuti significativamente meno gonfiamento unito che i mouse artritici che non hanno ricevuto lo stimolo di ultrasuono.

“Facendo uso di stimolo non invadente di ultrasuono della milza trattare una malattia progressiva come l'artrite infiammatoria è sembrato come un'idea lontano-prelevata,„ ha detto Hubert Lim, Ph.D., un autore senior dello studio e un'università del professore associato di assistenza tecnica biomedica di Minnesota nell'istituto universitario di scienza ed assistenza tecnica e la facoltà di medicina. “Siamo stati sorpresi piacevolmente con i nostri risultati e come uno studio separato, svolto indipendente da ricerca di GE e dall'istituto di Feinstein per ricerca medica pubblicata nella stessa emissione delle comunicazioni della natura, indicata i risultati che erano coerenti con la nostra ricerca.„

Oltre a messa a fuoco sulla diminuzione dell'infiammazione, i ricercatori egualmente hanno studiato il tipo specifico di globuli bianchi che sono stati richiesti per la diminuzione dell'infiammazione. Analizzando l'espressione genica e cancellando i tipi specifici di globuli bianchi, i ricercatori hanno trovato che i globuli bianchi hanno chiamato le celle di T ed i linfociti B erano entrambe l'implicato nella diminuzione della severità dell'artrite.

“L'artrite reumatoide può essere una malattia devasting se non trattata aggressivamente,„ ha detto Bryce Binstadt, M.D., Ph.D., un autore senior dello studio e un professore associato della pediatria nella divisione della reumatologia pediatrica nell'università di facoltà di medicina di Minnesota. “L'idea che possiamo migliorare il trattamento di artrite usando l'ultrasuono piuttosto che i farmaci supplementari è emozionante. Questa ricerca mostra i progressi che possiamo realizzare quando medici ed ingegneri venire insieme a risolvere i problemi.„