Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il più vecchio seme del mondo possibile per inseminazione artificiale

Il seme memorizzato dal 1968 in un laboratorio a Sydney è stato disgelato e con successo è stato usato per impregnare 34 pecore merino, di tariffa risultante di nato vivo come alto sperma congelato per appena 12 mesi.

“Questo dimostra la chiara attuabilità di immagazzinamento in celle frigorifere a lungo termine di seme. I risultati indicano che la fertilità è mantenuta malgrado 50 anni di immagazzinamento in celle frigorifere in azoto liquido,„ hanno detto il professore associato Simon de Graaf dall'istituto di Sydney dell'agricoltura e del banco di vita e dalle scienze ambientali all'università di Sydney.

“Gli agnelli sembrano video la grinza dell'organismo che era comune in Merinos verso la metà del secolo scorso, una funzionalità originalmente selezionata per massimizzare i rendimenti di area e della lana dell'interfaccia. Che lo stile del merino da allora in gran parte è caduto dal favore come i popolare piombo alle difficoltà nello scorrimento e rischio aumentato di colpo della mosca,„ il professore associato de Graaf ha detto.

Il suo collega su questo progetto, il Dott. Jessica Rickard, ha detto: “Crediamo che questo sia il più vecchio seme memorizzato possibile di tutte le specie nel mondo e definitivamente nel più vecchio sperma usati per produrre la prole.„

Il professore associato de Graaf ha detto che era la biologia riproduttiva e gli aspetti genetici di questi risultati finora non pubblicati che erano della maggior parte del interesse a lui.

“Possiamo ora esaminare i progressi genetici realizzati dall'industria della lana più scorso 50 anni di allevamento selettivo. In quel tempo, stiamo provando a fare meglio, pecore più produttive,„ ha detto. “Questo ci dà una risorsa per valutare e confrontare.„

Il Dott. Rickard è un ricercatore post-dottorato di McCaughey nell'istituto di Sydney dell'agricoltura. Sta continuando la forte tradizione animale della ricerca della riproduzione nelle scienze veterinarie e biologiche all'università di Sydney attraverso il suo lavoro nel gruppo animale della riproduzione.

Il Dott. Rickard ha fatto il lavoro originale per determinare se il seme memorizzato fosse possibile per inseminazione artificiale. Ciò ha compreso sciogliere il seme, che è memorizzato come piccole palline in grandi tini di azoto liquido a -196 gradi. Lei ed i suoi colleghi poi hanno deciso le prove in vitro sulla qualità dello sperma per determinare la motilità, la velocità, l'attuabilità e l'integrità del DNA dello sperma di 50 anni.

“Che cosa è stupefacente circa questo risultato è noi non ha trovato differenza fra sperma congelato per 50 anni e sperma congelato per un anno,„ il Dott. Rickard ha detto.

Su 56 pecore inseminate, 34 sono stati impregnati con successo. Ciò confronta a seme recentemente congelato da 19 padri usati per inseminare 1048 pecore, di cui 618 sono stati impregnati con successo. Ciò dà una tariffa di gravidanza di 61 per cento per il seme di 50 anni contro 59 per cento per sperma recentemente congelato, una tariffa statisticamente equivalente.

I campioni originali del seme sono stati donati negli anni 60 dai padri di proprietà dalla famiglia del camminatore. Quei campioni, congelati nel 1968 dal Dott. Steven Salamon, sono venuto da quattro ram, compreso “sir Freddie„ sopportato nel 1963, di proprietà dai camminatori sui loro poi beni a Ledgworth.

I camminatori ora eseguono 8000 pecore “a Woolaroo„, agli spazi di Yass e mantengono una relazione vicina e fiera con il programma di allevamento degli animali all'università di Sydney.