Lo studio finalizzato di nuovo caso descrive il paziente adolescente con la schizofrenia di rapida-inizio e l'infezione di Bartonella

In uno studio finalizzato di nuovo caso, i ricercatori alla North Carolina State University descrivono un paziente umano adolescente diagnosticato con la schizofrenia rapida di inizio che è stata trovata invece per avere un'infezione di henselae di Bartonella. Questo studio aggiunge all'organismo crescente di prova che l'infezione di Bartonella può imitare una miriade di malattie croniche, compreso la malattia mentale e potrebbe aprire i nuovi viali di ricerca sulle cause batteriche o microbiche dei disturbi mentali.

Bartonella è batteri il più comunemente associati con la malattia di graffio di capone, che fino ad oggi era probabilmente (o auto-limitando) un'infezione di breve durata. Ci sono almeno 30 specie conosciute differenti di Bartonella e 13 di quelli sono stati trovati per infettare gli esseri umani. La capacità di trovare e diagnosticare l'infezione di Bartonella in animali ed in esseri umani - è rinomata per “nascondersi„ nei rivestimenti dei vasi sanguigni - piombo alla sua identificazione in pazienti con una miriade di malattie croniche che variano dalle emicranie agli attacchi alle malattie reumatoidi che la comunità medica precedentemente non aveva potuta attribuire ad una causa specifica.

In uno studio finalizzato pubblicato nel giornale della malattia del sistema nervoso centrale, un adolescente con comportamento psicotico di inizio improvviso - diagnosticato come schizofrenia - è stato veduto e curato stato dai numerosi specialisti e terapisti su un periodo di 18 mesi. Tutti i trattamenti convenzionali per sia psicosi che disordini autoimmuni sono venuto a mancare. Definitivo un medico ha riconosciuto le lesioni sull'interfaccia del paziente che sono associate spesso con Bartonella ed il paziente ha verificato il positivo ad infezione. Chemioterapia antimicrobica di combinazione piombo al ripristino completo.

“Questo caso è interessante per una serie di ragioni,„ dice il Dott. Ed Breitschwerdt, professore di Melanie S. Steele Distinguished di medicina interna allo stato di NC e dell'autore principale del rapporto di caso. “Oltre il suggerimento che l'infezione stessa di Bartonella potrebbe contribuire ai disordini neuropsichiatrici progressivi come la schizofrenia, solleva il problema di ogni quanto tempo l'infezione può essere compresa generalmente con i disordini psichiatrici.

“I ricercatori stanno cominciando esaminare le cose come il ruolo dell'infezione nel morbo di Alzheimer, per esempio. Oltre questo un caso, c'è molto movimento nella prova di capire il ruolo potenziale delle infezioni virali e batteriche in queste malattie medicamente complesse. Questo caso ci dà la prova che ci può essere una connessione ed offre un'opportunità per le indagini future.„