Rassegna: La maggior parte delle linee guida di pratica cliniche di osteoporosi trascura le voci dei pazienti

Le voci dei pazienti sono trascurate troppo spesso nelle linee guida di pratica cliniche di osteoporosi, dicono i ricercatori, che hanno esaminato 70 linee guida della lingua inglese intorno al mondo e che hanno trovato che meno di 40 per cento hanno compreso tutta la menzione delle credenze dei pazienti, dei valori o delle preferenze (BVPs).

Le linee guida di pratica cliniche sono destinate per aiutare i professionisti di sanità a raggiungere i risultati migliori per i loro pazienti descrivendo alle le raccomandazioni basate a prova per cura.

In questo esame, pubblicato dall'internazionale di osteoporosi del giornale, soltanto 27 delle 70 linee guida analizzate dai ricercatori hanno compreso la menzione del paziente BVPs. L'esame ha compreso le linee guida dai simili dell'Australia, del Canada, della Germania, dell'India, dell'Italia, della Scozia, del Sudafrica, della Spagna, del Regno Unito e degli Stati Uniti.

Le linee guida che hanno incluso BVPs più spesso si sono riferite alle preferenze pazienti per un farmaco sopra un altro, hanno detto il Dott. Joanna Sale, un epidemiologo clinico e scienziato dell'autore principale con l'istituto di conoscenza di Li Ka Shing dell'ospedale di St Michael a Toronto.

Quello che trova ha potuto riflettere la capacità delle ditte farmaceutiche di influenzare queste linee guida sopra le esperienze nei pazienti stesse.

“La scelta del farmaco non sembra riflettere il BVPs delle persone con le emissioni di salubrità dell'osso. Piuttosto, sembra riflettere l'ordine del giorno delle ditte farmaceutiche e/o vincoli finanziari della persona o del sistema sanitario, piuttosto che salubrità,„ ha detto il Dott. Sale.

“Se i pazienti non si vedono nelle linee guida e nelle raccomandazioni dei loro clinici e quando le loro credenze di salubrità non allineano con la loro comprensione di che cosa è necessario supportare la loro salubrità dell'osso, sono meno probabili seguire il consiglio. È soltanto naturale.„

Delle linee guida che hanno citato BVPs, hanno considerato il più comunemente le considerazioni pazienti come importante ma queste istruzione non sono state supportate tipicamente da prova. Il Dott. Sale egualmente ha notato che i riferimenti alle preferenze sono comparso molto più frequentemente nelle linee guida dei valori e delle credenze.

“Le preferenze sono più facili da articolare che i valori e le credenze. È facile da misurare se i pazienti vogliono catturare una volta alla settimana o una volta semestralmente il farmaco e se siano disposti a catturare il farmaco di mattina ma d'altra parte devono aspettare per un po'prima che mangino. È più difficile da misurare direttamente ed esattamente se stimano la prevenzione di frattura, per esempio, o se non credono sono a rischio della frattura futura,„ il Dott. Sale ha detto.

“Ricerca qualitativa che gli sguardi alle esperienze ed alle percezioni dei pazienti ci aiuterebbero ad imparare più circa i valori e le credenze.„

Il Dott. Sale infine spera che BVPs si trasformi in in una graffetta di tutte le linee guida di pratica cliniche.

“Le credenze, i valori e le preferenze sono supposti per essere una componente fondamentale delle linee guida,„ ha detto il Dott. Sale.

“Col passare del tempo, con l'inclusione di più BVPs potremmo vedere le variazioni nei valori e nelle credenze per supportare le preferenze vero informate e le migliori associazioni fra i pazienti ed i clinici.„

Sorgente: http://www.stmichaelshospital.com/