Lo studio mostra come l'allevamento cooperativo potrebbe aumentare la durata della vita

Le silvie delle Seychelles vivono e crescono gruppi in famiglia sull'isola minuscola del cugino. In ogni gruppo, un femminile dominante e un maschio si riproducono. Quando gli assistenti assistono più lentamente con incubazione ed alimentare dei pulcini, dell'età femminile dominante dei selezionatori e di più lungo in tensione, uno studio dai biologi dall'università di Groninga e dai colleghi dalle università di manifestazioni di East Anglia, di Leeds, di Sheffield e di Wageningen. I risultati, che sono pubblicati nelle comunicazioni della natura del giornale il 21 marzo, indicano come l'allevamento cooperativo - che egualmente si presenta in altre specie, compreso gli esseri umani - può aumentare la durata.

La silvia delle Seychelles vive sull'isola del cugino nell'Oceano Indiano, misurante appena 500 da 700 metri. Circa cinquanta anni fa, soltanto una manciata di uccelli è sopravvissuto a. Tuttavia, gli sforzi di conservazione piombo ad un aumento spettacolare nella popolazione e le nuove popolazioni sono state stabilite spostando gli uccelli altre a quattro isole vicino. “Ci sono circa cento territori crescere sul cugino, ciascuno con un maschio dominante e la femmina ed una serie di subalterni, che sono spesso la prole delle paia dominanti„, spiega l'università di martelli di Martijn del biologo di Groninga, autore principale dello studio.

Sopravvivenza

Dentro i gruppi, alcuni - spesso femminile - subalterni possono aiutare la femmina dominante con le mansioni impegnative di incubazione e pulcini di sollevamento. “Non tutte le femmine dominanti ottengono la guida„, spiega i martelli. Ecco perché la silvia delle Seychelles è ben adattata studiare l'effetto di avere assistenti su invecchiamento in selezionatori dominanti.

Fin dagli anni 90, le silvie delle Seychelles sull'isola del cugino misura con gli anelli colorati, in modo dagli scienziati possono seguirli col passare del tempo. I martelli ed i suoi colleghi hanno usato i dati su successo dell'allevamento e di sopravvivenza raccolto in quindici anni. Inoltre, hanno misurato la riduzione dei telomeres, che possono essere usati come indicatore della circostanza e dell'invecchiamento. Telomeres è sequenze ripetitive del DNA all'estremità dei cromosomi, che accorciano in risposta allo sforzo. La riduzione del Telomere è un segno di invecchiamento biologico e nella silvia delle Seychelles, la lunghezza del telomere predice la sopravvivenza.

Feedback positivo

“La nostra analisi ha indicato che in femmine dominanti che ottengono la guida dai subalterni, la riduzione dei telomeres è più lenta di in uccelli che non ottengono la guida. Inoltre, per le femmine dominanti più anziane, questa guida provoca la sopravvivenza molto migliore.„ I maschi dominanti non sembrano trarre giovamento tanto da avere assistenti, probabilmente perché investono molto meno energia nell'allevamento.

I martelli ed i suoi colleghi egualmente hanno scoperto un sistema di feedback positivo: “Uccelli che ottengono più lentamente la più età di guida e vivono più lungamente. Ma i più vecchi uccelli egualmente tendono ad essere più sociale ed a reclutare più assistenti.„ I subalterni d'aiuto sono spesso figlie della femmina dominante. Nell'aiuto della loro madre, sollevano i fratelli germani con cui dividono i geni.

Esseri umani

Lo studio mostra come l'allevamento cooperativo potrebbe aumentare la durata della vita di una persona. “Naturalmente, gli effetti che abbiamo misurato erano all'interno di una generazione, non fra le generazioni.„ Tuttavia, supporta un'ipotesi di lunga data che l'allevamento cooperativo - che egualmente è la norma in esseri umani - può diminuire il costo di sollevamento dei giovani e può rallentare gli effetti negativi di invecchiamento. “Fornisce una spiegazione per perché le specie più sociali tendono ad avere durate della vita più lunghe„, martelli conclude.

Sorgente: https://www.rug.nl/