Il superstite del cancro polmonare racconta le sue lotte di vita

Da qualsiasi misura, i malati di cancro del polmone la hanno ruvida.

Ma il residente di Maryland e l'insegnante Montessa Lee di formazione speciale è stato con una prova ardua particolarmente ardua. Nel settembre 2006, ha avvertito il dolore nella sua gabbia di nervatura ed ha cercato l'assistenza medica. La ha detta ha avuto infiammazione, lei è stato dato la medicina per il suo dolore. Ma il dolore ha ritornato. Durante la sua visita seguente, è stata diagnosticata con la bronchite ed è stata data un antibiotico. Ma dal ringraziamento, il dolore ha ritornato. Questa volta, è andato al ER ed i raggi x hanno rivelato un tumore da 15 centimetri in suo polmone.

Come questa massa cantalupo di taglia ha eluso medici precedenti e perché un esame radiografico del torace non è stato ordinato rimane un mistero a Montessa. È stata lasciata per prendere i pezzi di sua vita rotta in cui era informata lei ha avuta piccolo cancro polmonare delle cellule e quello la prognosi era misera.

Nel 2006, c'erano poche efficaci terapie offerte per i pazienti con il piccolo cancro polmonare delle cellule. Il piccolo cancro polmonare delle cellule rappresenta circa 15 per cento di tutte le casse del cancro polmonare ed i tumori tendono ad essere più aggressivi ed a riprodurrsi per metastasi rapidamente. Anche oggi, il tasso di sopravvivenza quinquennale per i pazienti con i tumori localizzati è 29 per cento ma cali a 3 per cento per i tumori che sono diagnosticati più successivamente, dopo che il cancro si è sparso.

“Ero arrabbiato con il fatto che c'era una mancanza di finanziamento per il cancro polmonare ed a quel tempo, la prognosi, le opzioni del trattamento ed i tassi di sopravvivenza non erano cambiato nel corso di parecchi anni,„ ha detto.

Montessa presto ha imparato che il suo caso era più complesso del normale. Il più grande tumore era pericolosamente vicino alla sua arteria polmonare, rendente a chirurgia una proposta rischiosa. Come molti piccoli malati di cancro del polmone delle cellule, infine l'ambulatorio è stato eliminato perché non ci potrebbe essere garanzia che il suo cancro è stato limitato ad appena un tumore.

Come persona spirituale, Montessa non ha accettato il suo destino medico senza una lotta.

“Sempre mi sono considerato un sostenitore dei diseredati, che è perché godo di di insegnare ai bambini con i bisogni speciali,„ lei ho detto. Così, ha raccolto la sfida della sua propria condizione medica ed ha trovato un oncologo per curarla. Allo stesso tempo, si è versata in formazione di piccolo cancro polmonare delle cellule, leggente gli articoli pubblicati e la ricerca ed unente gli sforzi dell'avvocatura.

“Ero arrabbiato circa la diagnosi ed avevo ordinato le caselle della ricerca sul cancro polmonare e firmato su con parecchi gruppi di pressione,„ ha detto. “Ho scritto il mio membro del Congresso per incoraggiare più dollari della ricerca sono diretto verso il piccolo cancro polmonare delle cellule e sono diventato un rappresentante paziente per Food and Drug Administration.„

Allo stesso tempo, ha cominciato il trattamento per il suo cancro polmonare--otto cicli faticosi di chemioterapia e tre settimane di radiazione. Fortunatamente, il suo tumore ha risposto alla terapia di combinazione ed al tumore restretti drammaticamente.

Dopo che il suo trattamento ha concluso, Montessa transitioned ad un partecipante più vocale all'avvocatura del cancro polmonare, facendo le apparizioni, parlando con gruppi pazienti e prendendo la scrittura.

Montessa ha passato il suo segno quinquennale di sopravvivenza e descritto il suo viaggio di trattamento del cancro del polmone in un libro “ha bisbigliato la vita,„ pubblicato nel 2015. Sebbene tecnicamente senza Cancro, la sua vita dopo trattamento sia ancora piena delle nomine di medico e della tolleranza di rischio.

“La ho scoperta che anche se batto il cancro, gli effetti secondari del trattamento durano,„ ho detto. Per esempio, i malati di cancro che subiscono la radiazione sono all'elevato rischio per cancro al seno come pure la neuropatia. Avverte frequentemente la dispnea.

Mentre il messaggio di Montessa risuona con tutti i malati di cancro, alla piccola riunione del cancro polmonare delle cellule di IASLC, parlerà a medici ed ai ricercatori. Il suo messaggio?

“Non dimentichi circa noi (i piccoli malati di cancro del polmone delle cellule) e “potete mettere a fuoco sul piccolo cancro polmonare delle cellule, “„ ha detto. “Importiamo.„

Montessa racconterà la sua storia ai membri al piccolo cancro polmonare delle cellule di IASLC che si incontra mercoledì 3 aprile in New York.

Sorgente: https://www.iaslc.org/news/lung-cancer-patient-channels-diagnosis-lifetime-activism