Il nuovo approccio di nanotecnologia mostra la promessa nella cura del cancro al seno negativo triplo

A differenza dei tre moduli più comuni di cancro al seno, il cancro al seno negativo del triplo non ha terapie mirate a corrente approvate per il trattamento. Quella era una delle ragioni che è stata scelta poichè un'area di malattia del fuoco per iniziativa di sfida di salubrità di precisione di Indiana University la grande, mirante per ricercare e sviluppare i migliori trattamenti, maturazioni o prevenzioni, il più rapidamente possibile.

Xiongbin LU, PhD, ricercatore in Vera Bradley fondamenta centro per cancro al seno ricerca a Indiana University scuola di medicina, lavorante in collaborazione con i ricercatori dall'università del Maryland, recentemente ha riferito parecchi risultati importanti relativi a cancro al seno negativo triplo ed al suo futuro del trattamento, in nanotecnologia prestigiosa della natura del giornale.

Secondo il documento ora accessibile in linea, TP53 è il più delle volte il gene mutato nel cancro al seno negativo triplo, significante che sta rifornendo la crescita di combustibile di questo modulo aggressivo di cancro al seno. Tuttavia, il problema con la prova di mirare a TP53 mutato, specificamente, è che non è un obiettivo druggable, a causa della sua tossicità potenziale - o della capacità uccidere - celle in buona salute vicine.

Nella risposta, gli scienziati sono andato cercare il sospetto probabile seguente per mirare a e trovare un gene vicino a TP53, conosciuto come POLR2A, che è un obiettivo possibile, ma richiesto un certo sforzo supplementare.

La LU, anche un ricercatore all'Indiana University Melvin e centro del Cancro di Bren Simon, ha detto, “pensi a POLR2A come sia un controllo che libretto di risparmio. In una cella in buona salute, entrambi i conti esistono. In una cella di cancro al seno negativa tripla, soltanto il conto corrente esiste dovuto l'eliminazione parziale di questo gene essenziale particolare e se la eliminate, la persona non può sopravvivere a.„

Tuttavia, utilizzando la nanotecnologia (tecnologia scientifica su un disgaggio microscopico), il gruppo ha creato che cosa è conosciuto come nano-bomba che mira a POLR2A. La nano-bomba è creata in un modulo che è stabile in siero e quando un'istanza della nano-bomba inibitore-contenente di POLR2A è consegnata in una cella di cancro al seno negativa tripla, la bomba diventa 100 volte la sua dimensione normale ed attraverso una versione controllata, uccide soltanto la cella cancerogena, lasciante le celle in buona salute vive. Essenzialmente, facendo uso dell'analogia di Dott. Lu, “lasciando il conto corrente aperto.„

La LU e un collaboratore hanno brevettato questo approccio di nanotecnologia, che egualmente ha implicazioni potenziali in altri cancri che video il gene mutato TP53, quali ovarico, il polmone ed il cancro colorettale. “Siamo ancora nelle fasi iniziali di ricerca, ma sono eccitato circa questo approccio ed il suo potenziale di piombo ad un'opzione mirata a di terapia per le donne con cancro al seno negativo triplo,„ Lu ha detto.

Sorgente: https://medicine.iu.edu/news/2019/03/iu-school-of-medicine-discovery-may-lead-to-precision-based-strategy-for-triple-negative-breast-cancer/