Il nuovo trattamento di combinazione mostra la promessa per il tumore cerebrale comune in bambini

Un nuovo trattamento di combinazione ha puntato su resistente ed i gliomi di qualità inferiore ricorrenti hanno rallentato la crescita del tumore ed hanno ucciso le celle del tumore nei modelli del mouse e del laboratorio.

I ricercatori al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel ed alla scuola di medicina di Johns Hopkins University hanno combinato il carboplatino, una droga standard della chemioterapia che funziona bene contro questi tumori cerebrali e il everolimus, che blocca un enzima chiamato mTOR che è stato indicato nella ricerca più iniziale per rifornire la crescita di combustibile di questi tumori. La combinazione ha aumentato la morte di danno e delle cellule del DNA nei modelli del laboratorio. I loro risultati sono stati pubblicati nell'emissione del 14 febbraio 2019 dell'Neuro-Oncologia.

Il glioma di qualità inferiore pediatrico è il tumore cerebrale più comune in bambini e può essere trattato spesso con chirurgia sola. Tuttavia, alcuni pazienti hanno tumori nelle posizioni che rendono la chirurgia troppo rischiosa, quali i nervi ottici vicini o nell'area del mezzo cervello, o fanno i loro svilupparsi tumori indietro dopo chirurgia.

Eric Raabe, M.D., Ph.D., professore associato dell'oncologia ed esperto pediatrico in tumore cerebrale al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel, dice che i tumori ricorrono in circa 50 per cento dei pazienti curati per glioma di qualità inferiore e richiedono il trattamento supplementare con la chemioterapia. I tumori di ricorso sono spesso resistenti alla chemioterapia. I ricercatori si sono domandati se combinare il carboplatino e il everolimus sarebbe stata più efficace.

Una volta trattate con il carboplatino solo, quattro linee cellulari umane differenti di cellule tumorali del glioma della qualità inferiore non hanno risposto alla droga o continuato crescere. Similmente, alcune linee cellulari erano resistenti al everolimus da solo.

Quando hanno trattato le stesse linee cellulari con una combinazione di carboplatino e di everolimus, le celle sono morto o si sviluppate più lente ed i ricercatori hanno veduto risultati simili nei modelli del mouse senza la tossicità aggiunta.

“Abbiamo veduto l'inibizione drammatica della crescita dopo che soltanto una concentrazione bassa di everolimus si è combinata con il carboplatino,„ diciamo Raabe. “Abbiamo trovato che il everolimus ha interrotto un meccanismo che chiave le cellule tumorali usano per disintossicare il carboplatino. La capacità del everolimus di aumentare la potenza del carboplatino suggerisce che questa combinazione potrebbe essere utilizzata efficacemente in pazienti.„

In uno studio clinico precedente nel 2014, Raabe ed altri ricercatori potevano confermare la sicurezza del everolimus della droga di mTOR-didascalia in pazienti con glioma di qualità inferiore pediatrico e trovare alcuni pazienti ha risposto alla medicina. Tuttavia, non hanno provato mai il tessuto del tumore da quei pazienti per capire il ruolo molecolare di mTOR.

“Lo studio clinico nazionale corrente del everolimus in glioma di qualità inferiore pediatrico richiede che un certo tessuto del tumore da ogni paziente sia valutato per l'espressione degli indicatori del mTOR che potrebbero predire la risposta al everolimus,„ Raabe dica. “In questo modo, speriamo di capire chi è più probabile da rispondere alla droga, di modo che possiamo muoverci più vicino al nostro scopo di dare la giusta medicina al paziente giusto al momento giusto. In futuro, possiamo potere dare il everolimus con il carboplatino ai pazienti con l'espressione ad alto livello del mTOR. Sulla base della nostra ricerca, prediciamo che questi tumori probabilmente saranno resistenti al carboplatino a meno che blocchiamo simultaneamente il mTOR.„

Sorgente: https://www.hopkinsmedicine.org/news/newsroom/news-releases/new-drug-combination-shows-promise-for-common-pediatric-brain-tumor