Trattando le donne con gli anticorpi della tiroide con levotiroxina non aumentano la tariffa di nato vivo

Trattando le donne che hanno anticorpi della tiroide, ma la funzione normale della tiroide, con una medicina chiamata Levothyroxine non le fa più probabilmente per consegnare un bambino in tensione, la nuova ricerca dal Regno Unito suggerisce. La ricerca sarà presentata sabato 23 marzo a 2019 ENDO, la riunione annuale della società endocrina a New Orleans, La. e sarà pubblicata in New England Journal di medicina.

“Il trattamento della levotiroxina, iniziato prima della gravidanza, in donne con gli anticorpi normali della perossidasi di funzione della tiroide e della tiroide che hanno una cronologia dell'aborto o della sterilità, non migliora le probabilità del nato vivo,„ ha detto l'autore principale Rima Dhillon-Smith, il Ph.D., M.R.C.O.G., M.B.Ch.B., un conferenziere clinico accademico all'università di Birmingham nel Regno Unito. “Siamo stati sorpresi perché i piccoli studi precedenti suggeriti là potrebbero essere un vantaggio con il trattamento della levotiroxina in donne con gli anticorpi della tiroide.„

Gli autori hanno intrapreso gli studi della prova alla cieca delle donne con la funzione normale della tiroide fra 16 e 41 anno che erano positivi per gli anticorpi della perossidasi della tiroide, hanno avuti una cronologia dell'aborto o della sterilità e stavano provando a concepire naturalmente o con la concezione assistita. Fra 2011 e 2016, i ricercatori hanno ripartito le probabilità su ed hanno continuato 470 donne che hanno ricevuto la levotiroxina quotidiana di mcg 50 e 470 chi hanno ricevuto il placebo quotidiano, con 34 o più settimane di gestazione in 49 ospedali in tutto il Regno Unito. I partecipanti hanno cominciato a catturare il farmaco prima che concepissero e continuassero fino alla conclusione della loro gravidanza.

I risultati in entrambi i gruppi erano simili: 266 delle 470 (donne di 56,6 per cento) che hanno ricevuto la levotiroxina e 274 di 470 (58,3 per cento) chi ha ricevuto il placebo, sono diventato incinti; 176 donne (37,4 per cento) che catturano la levotiroxina e 178 (37,9 per cento) che catturano il placebo, hanno avuti nati vivi (rischio relativo 0,97, p=0.74; differenza assoluta di rischio, -0,4 per cento).

Altri gravidanza e risultati neonatali erano simili in entrambi i gruppi, compreso perdita di gravidanza e la nascita prematura. Le tariffe avverse serie di evento erano egualmente simili: 6 per cento delle donne nel gruppo della levotiroxina e 4 per cento nel gruppo del placebo (p=0.14).

“Gli anticorpi della perossidasi della tiroide sono trovati nel sangue in circa uno in 10 donne che hanno funzione normale della tiroide e sono stati collegati al rischio aumentato di aborto e nascita prematura,„ Dhillon-Smith ha detto.

“L'associazione americana della tiroide ed altre linee guida internazionali corrente raccomandano la considerazione del trattamento della levotiroxina per le donne con gli anticorpi della tiroide, poichè c'è probabilmente probabilità minima di danno e di un potenziale contribuire ad aumentare la probabilità di avere un nato vivo,„ lei hanno detto.

“Poichè il nostro studio era grande e di alta qualità, possiamo essere che la levotiroxina non migliora il successo di gravidanza per le donne con gli anticorpi della tiroide e la funzione normale della tiroide e quindi non dovrebbe essere raccomandata o utilizzata nella pratica clinica,„ Dhillon-Smith sicuro abbiamo detto. “Questo significherà più la fornitura del farmaco inutile alle donne che non lo hanno bisogno.„