L'addestramento erogatore preoperatorio del muscolo accelera il trattamento di ripristino in pazienti

I ricercatori all'istituto della neuroscienza conoscitiva della High School dell'economia hanno proposto di preparare in anticipo i muscoli trapiantati con i nuovi movimenti in moda da potere imparare il cervello usarli più rapidamente dopo il autotransplantation. I risultati dello studio sulle prospettive di questo approccio sono stati pubblicati nell'articolo “prospettive per l'uso di Neurotechnologies insieme con il muscolo Autotransplantation in bambini„.

I disordini nell'attività motoria possono essere causati sia dal trauma che dalle malattie del sistema osteomuscolare. Un esempio di tale patologia è congenita multiplo di arthrogryposis (AMC), che causa le deformità, il danno del muscolo e la disfunzione uniti di alcune parti del midollo spinale. dovuto una mancanza di mobilità nelle giunzioni degli arti più bassi e superiori, pazienti perda la loro mobilità e la capacità catturare la cura se stessi.

Questa patologia può essere corretta con chirurgia. Per esempio, medici possono riparare la funzione del biceps-brachii con il autotransplantation dei muscoli che circondano l'articolazione scapolo-omerale (comunemente dai muscoli del dorsi di latissimus o del pettorale). Dopo questo autotransplantation, una riorganizzazione dei trattamenti del muscolo comincia nel cervello. Questa riorganizzazione pregiudica tutti i ricevitori e neuroni relativi ai nuovi reticoli del movimento che compaiono dopo chirurgia.

Autotransplantation qui si riferisce alla procedura di trapianto dei muscoli sani da una parte del corpo ad un altro nella stessa persona per riparare l'attività motoria agli arti.

“Una delle mansioni più interessanti “sta insegnando„ al cervello per adattarsi ai nuovi gradi di libertà e per gestire che non ha avuta prima che, come piegamento del gomito,„ spieghi uno degli autori dell'articolo, Evgeny Blagoveshchensky, ricercatore senior all'istituto di Organo permanente per la salute e sicurezza della neuroscienza conoscitiva. “Crediamo che l'addestramento preoperatorio aiuti rapidamente una persona a padroneggiare i nuovi reticoli neurobiomechanical dei movimenti relativi all'attivazione del muscolo erogatore.„

Nell'articolo, i ricercatori di Organo permanente per la salute e sicurezza considerano il trapianto del muscolo del dorsi di latissimus. Normalmente, la funzione del muscolo ha niente a che fare con la flessione del gomito. I ricercatori suggeriscono quello usando il electromyogram dal muscolo contratto, essi possono avviare una protesi che esegue una flessione meccanica del gomito. E come conseguenza di questo addestramento preoperatorio, un'associazione può essere formata nel cervello fra la contrazione del muscolo erogatore e la flessione del gomito. Dopo l'operazione, quando il muscolo ha catturato la posizione del biceps-brachii, la sua attivazione già sarà associata con la flessione del gomito. Inoltre, alla prima fase, la stessa protesi aiuterà questi tentativi.

Ora i ricercatori stanno sviluppando una protesi del prototipo che esegue la flessione del gomito, secondo la vivacità dei muscoli del donatore. Gli scienziati pianificazione confermare sperimentalmente l'effetto di addestramento preoperatorio sulla tariffa di ripristino.

Sorgente: https://iq.hse.ru/en/news/256857215.html