I nuovi piedi 3D-printed hanno progettato per imitare le ferite diabetiche del piede

È sanguinoso, appiccicoso ed indubbiamente sul radiatore anteriore, ma una miscela dello zucchero a velo, dell'azione di pollo e della resina flessibile sta risultando appena essere la giusta ricetta per la creazione delle ulcere realistiche del piede come componente di una mondo-prima iniziativa podiatric di addestramento all'università di Australia del sud.

Inventato dal Dott. Helen Banwell di UniSA e dal Dott. Ryan Causby la miscela appiccicaticcia sta aggiungendosi recentemente allo stampato a 3 piedi dimensionali ed è destinata per imitare le ferite diabetiche infettate e non infette del piede.

I piedi stampati 3D sono creati con le intercapedini del tipo di ferita sul posto. Fatto da poliuretano termoplastico (una plastica con molti beni, compreso elasticità, la trasparenza e la resistenza a petrolio, a grasso e ad abrasione), ciascuno cattura una settimana alla stampa ed i costi meno di $4 a prodotti. L'aggiunta delle ulcere e degli effetti realistici si aggiunge dalle mani creative del gruppo della podologia di UniSA e può comprendere qualche cosa da cancrena asciutta a stillare il pus.

Il Dott. Banwell dice che i modelli del piede 3D faranno una parte importante negli studenti quarto anni d'istruzione di podologia circa come ossequio e gestiscono gli stati ad alto rischio del piede.

“Gestire ed esperto trattare gli stati gravi del piede sono un'abilità podiatric essenziale, data specialmente l'aumento coerente in diabete di tipo 2 all'interno della nostra popolazione,„ il Dott. Banwell dice.

“La cura di piede è incredibilmente importante per la gente con il diabete, come anche un piccolo taglio può potenzialmente piombo alle conseguenze catastrofiche, compreso le ulcere del piede, le ferite dell'arto inferiore o le amputazioni.„

La malattia di piede diabetica è una delle cause di piombo dell'inabilità attraverso il mondo con un tasso di mortalità peggiori di molti cancri. Il piede diabetico Australia stima che quello tutto il giorno dato 300,000 persone sia a rischio di sviluppare la malattia di piede diabetica.

In Australia, il diabete causa più di 4400 amputazioni e 10.000 ricoveri ospedalieri per le ulcere legate al diabete del piede, molte di cui cessano con un arto o una parte di un arto amputato.

“Durante le due decadi scorse abbiamo veduto un aumento di 30 per cento nelle tariffe di amputazione degli arti inferiori,„ il Dott. Banwell dice.

“Circa 85 per cento di questi sono preceduti da un'ulcera del piede e potrebbero essere impediti con cura appropriata.

“La maggior parte del modo efficace di gestire queste circostanze è di eliminare medicamente i morti o l'interfaccia nociva per esporre l'interfaccia sana sotto e per incoraggiare la guarigione. Ma imparare le abilità necessarie del bisturi per fare questo è sfidare dovuto i rischi “di pratica„ su così popolazione ad alto rischio.

“Il piede 3D modella - e le lesioni false con cui li miglioriamo ci permettono di fornire uno strumento d'apprendimento realistico ma sicuro affinchè gli studenti pratichino le loro abilità del bisturi, prima che comincino i collocamenti clinici e tutte senza lo sforzo o l'ansia di cura del paziente reale.„

Per supportare l'addestramento, i video di sbrigliamento dell'ulcera e della gestione stanno sviluppandi in società con via la clinica ad alto rischio del piede accreditata NADC all'ospedale reale di Adelaide.

“Le nuove tecnologie sono porte di apertura ogni giorno,„ il Dott. Banwell dice. “I nostri modelli del piede lesione-migliorati 3D sono una riunione delle menti creative e nuove tecnologie e siamo molto piacevoli con il risultato.

“Quando gli studenti incontrano i modelli, sappiamo che piacevolmente (o forse sgradevole) saranno sorpresi. Qualsiasi modo, siamo sicuri che guadagneranno la fiducia, le tecniche e le abilità critiche che le collocheranno punti davanti alla concorrenza.„

Il nuovo addestramento con i modelli del piede 3D dà dei calci a ufficialmente lunedì 1 aprile fuori (nessuno scherzo).

Sorgente: http://www.unisa.edu.au/Media-Centre/Releases/2019/world-first-3d-printed-feet-steps-up-treatment-for-diabetics/#.XJ2vZLhS_V8