I ricercatori intraprendono i più grandi studi del cancro di infanzia dopo la concezione da IVF

Nelle tre decadi scorse, la fertilizzazione in vitro (IVF) è andato da una procedura sperimentale ad essere più comune. Le gravidanze permesse a da IVF incontrano frequentemente più difficoltà, con più in anticipo e più piccolo sopportati bambini anche fra le nascite di unico nato.

L'università di ricercatori di Minnesota ha intrapreso i più grandi studi del cancro di infanzia dopo la concezione da IVF fin qui. Questo studio di gruppo basato sulla popolazione ha avuto quasi 2,5 volte che il numero dei bambini ha concepito da IVF che gli studi priori sull'oggetto in Scandinavia e nel Regno Unito. I risultati recentemente sono stati pubblicati nella pediatria di JAMA.

I ricercatori in primo luogo hanno collegato le registrazioni dei nati vivi riferiti alla società per il sistema di segnalazione riproduttivo assistito di risultato della clinica della tecnologia fra 2004 e 2013 alle registrazioni del cancro e della nascita di 14 stati, comprendenti 66 per cento le nascite negli Stati Uniti e 75 per cento le nascite IVF-concepite. Queste registrazioni poi sono state collegate alle registrazioni del cancro degli stessi stati per trovare i cancri diagnosticati fra 2013 e 2015. I ricercatori poi hanno selezionato a caso 10 bambini concepiti naturalmente per ogni bambino concepito da IVF. Il gruppo di dati definitivo ha consistito di 275.686 bambini di IVF e di 2.266.847 bambini naturalmente concepiti.

Lo studio trovato:

  • - la tariffa globale del cancro (per 1.000.000 bambini) dei bambini di IVF era circa 17 per cento superiore a per i bambini non-IVF;

    - la tariffa dei tumori epatici era oltre 2,5 volte più su fra i bambini di IVF che i bambini non-IVF;

    - le tariffe di altri cancri specifici non hanno differito fra i due gruppi;

    - non c'erano associazioni del cancro di infanzia con le tecniche specifiche del trattamento di IVF.

“Il takeaway più importante dalla nostra ricerca è che la maggior parte dei cancri di infanzia non sono più frequenti in bambini concepiti da IVF,„ ha detto Logan Spector, un professore nella facoltà di medicina e nel membro massonico del centro del Cancro. “Ci può essere un rischio aumentato di una classe di cancri in bambini; tuttavia, dovuto la natura del nostro studio, non potremmo distinguere fra IVF stesso contro la sterilità stante alla base dei genitori. In generale, questi risultati stanno rassicurando ai genitori che hanno avuti bambini con IVF.„

Sorgente: https://twin-cities.umn.edu/news-events/research-brief-largest-study-childhood-cancer-after-ivf