Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio confronta l'uso di latte materno alla formula in bambini che hanno subito il trapianto del midollo osseo

Un nuovo studio pilota ha confrontato l'uso di latte materno umano alla formula in bambini meno di 5 anni che hanno subito il trapianto del midollo osseo (BMT), misurando i livelli di biomarcatori infiammatori e pro-infiammatori nei feci e nel sangue per valutare la lesione infiammatoria al microbiome intestinale. I risultati, indicanti che il latte umano è stato associato con gli indicatori in diminuzione di infiammazione e della lesione nei feci, sono riferiti in un articolo pubblicato nella medicina di allattamento al seno, la Gazzetta ufficiale dell'accademia della medicina di allattamento al seno pubblicata da Mary Ann Liebert, Inc., editori.

Le dosi elevate di chemioterapia e di radiazione amministrate prima che BMT inizi una cascata degli eventi - compreso la versione delle citochine quali gli interferoni e le interleuchine - che possono danneggiare il rivestimento degli intestini ed alterano il trucco del microbiome intestinale. Questi ed altro cambiano la coinvoluzione dell'attivazione a cellula T possono piombo alle fasi iniziali di malattia del trapianto contro l'ospite.

Pooja Khandelwal, MD e co-author dal centro medico dell'ospedale pediatrico di Cincinnati (OH) e dalle scienze biologiche di Prolacta (Duarte, CA) ha progettato uno studio in cui i bambini che subiscono BMT che riceve il latte umano o la formula che comincia prima i tre giorni e che continua per due settimane dopo la procedura. Oltre alle differenze negli indicatori infiammatori ed intestinali di lesione, l'articolo intitolato “uno studio pilota di latte umano per diminuire l'infiammazione intestinale dopo il trapianto del midollo osseo„ egualmente ha mostrato i livelli più bassi di vari virus e batteri intestinali nei campioni di feci dei bambini che ricevono il latte umano confrontato a quelli che ricevono la formula.

“Mentre soltanto uno studio pilota, ha il potenziale di essere uno stimolo per gli studi ripartiti con scelta casuale futuri adeguati che esploreranno il valore di latte umano come terapia ausiliaria nella gestione di tutti i trapianti,„ dice Arthur I. Eidelman, il MD, il redattore capo della medicina di allattamento al seno.