Barriere chiave che impediscono l'accesso agli antibiotici in paesi bassi e con reddito medio

La resistenza a antibiotici è una minaccia globale emergente di salute pubblica stimolata tramite l'esagerare e l'uso improprio degli antibiotici. Mentre “esageri„ degli antibiotici è ampiamente accettato come sfida importante di salubrità, è meno ben noto che molta gente in paesi bassi e con reddito medio continua a morire perché mancano dell'accesso agli antibiotici. La maggior parte dell'annuale del mondo 5,7 milione morti antibiotico-trattabili si presenta in paesi bassi e con reddito medio in cui il carico della mortalità dalle infezioni batteriche trattabili lontano supera le morti stimate dell'annuale 700.000 dalle infezioni resistenti agli antibiotici.

In un nuovo rapporto, nominato “barriere di Access ai ricercatori degli antibiotici„ (disponibili su richiesta ed online a http://www.cddep.org che comincia l'11 aprile 2019) al centro per la dinamica di malattia, l'economia & polizza (CDDEP) ha condotto le interviste del consegnatario nell'Uganda, l'India e la Germania e revisioni bibliografiche per identificare le barriere chiave di accesso agli antibiotici in paesi bassi, medi e con reddito elevato. Il rapporto fa parecchie raccomandazioni che propongono l'atto su R & S (nuovi antibiotici e test diagnostici rapidi), rinforzando le capacità regolarici, incoraggiando lo sviluppo e la differenziazione di fabbricazione locale di qualità, esploranti il finanziamento innovatore per diminuire i pagamenti vivi, le migliori linee guida del trattamento ed il sollevamento di consapevolezza.

“La mancanza di accesso agli antibiotici uccide corrente più gente della resistenza a antibiotici, ma non abbiamo avuti una buona manopola su perché queste barriere sono create, “abbiamo detto il Dott. Ramanan Laxminarayan, Direttore di CDDEP e un co-author del rapporto. I risultati del rapporto indicano che anche dopo la scoperta un nuovo antibiotico, delle transenne regolarici e dei servizi sanitari inferiori alla media ritardano o complessivamente impediscono l'entrata diffusa del mercato e la disponibilità della droga,„ spiega il Dott. Laxminarayan. “La nostra ricerca indica che di 21 nuovo antibiotico che accede ai servizi fra 1999 e 2014, meno di cinque sono stati registrati nella maggior parte dei paesi in Africa Subsahariana. Appena la mera esistenza di efficace antibiotico non significa che sono disponibili in paesi in cui sono i più necessari.„

I servizi sanitari in molti paesi bassi e con reddito medio sono personale di mancanza ed inferiore alla media che sono formati correttamente nell'amministrazione degli antibiotici. Nell'Uganda, 10 - 54 per cento dei paletti del personale di salubrità sono non riempiti a causa di paga difficile, di alto sforzo, di mancanza di risorse e della gestione difficile. Fornendo sui reparti è insufficiente amministrare le medicine, dosi antibiotiche di mancanza dei pazienti e gli infermieri pubblici a volte richiedono la compensazione per l'amministrazione delle medicine. In India, c'è un medico di governo per ogni 10,189 persone (l'organizzazione mondiale della sanità [WHO] raccomanda un rapporto del 1:1,000), o un deficit di 600.000 medici e dell'infermiere: il rapporto paziente è 1:483, implicante una scarsità di 2 milione infermieri.

In paesi bassi e con reddito medio, le catene di fornitura deboli della droga non riescono a mettere a disposizione gli antibiotici coerente. Nell'Uganda, i ricercatori hanno trovato che molti prodotti sono stati memorizzati e trasportato le distanze lunghe senza controllo della temperatura della catena del freddo e soltanto 47 per cento delle medicine sul WHO è medicine che essenziali la lista è stata ottenuta con l'autorità centralizzata, con conseguente scarsità croniche. Inoltre, i delivery system pubblici -privati della catena di fornitura non sono stati fatti leva per migliorare la disponibilità della droga fuori dei programmi specifici.

La mancanza di svista e di regolamento nella fabbricazione e nella catena di fornitura della droga piombo a qualità difficile della droga ed a medicine falsificate; 17 per cento delle medicine inferiori alla media o falsificate riferite al WHO sono antibiotici ed ogni anno, più di 169.000 morti di polmonite di infanzia sono causate dagli antibiotici falsificati, ricercatori riferiti.

Anche quando gli antibiotici sono disponibili, i pazienti non possono spesso permetterli. Gli alti costi medici vivi al paziente sono composti dalla spesa pubblica limitata per i servizi sanitari. Nell'Uganda, in cui appena 8,9 per cento del bilancio pubblico vanno ai servizi sanitari, 41 per cento di spese sanitarie è vivo e 23 per cento delle famiglie spendono più di 10 per cento del loro reddito sulla sanità. Inoltre, la spesa pubblica limitata provoca le scarsità della droga nelle attrezzature sanitarie di salute pubblica che forza i pazienti andare alle farmacie o alle farmacie private per comprare le medicine che dovrebbero essere fornite liberamente. In India, 65 per cento di spese sanitarie sono vivi, contro 13 per cento in Germania e tali spese spingono ogni anno circa 57 milione di persone in povertà in India da solo.

Universalmente, l'uso irrazionale degli antibiotici e l'amministrazione antimicrobica povera piombo all'errore del trattamento e propagano la diffusione di farmacoresistenza che, a sua volta, ulteriori stretti la schiera disponibile di efficaci antibiotici. Per concludere, ricerca e sviluppo per i nuovi antimicrobici, i vaccini ed i test diagnostici hanno rallentato dagli anni 60 mentre l'investimento proficuo in questa area è limitato dai volumi di vendite bassi, dalla breve durata di trattamento, dalla concorrenza con i prodotti stabiliti e dal generico più economico e dalla possibilità che la resistenza emergerà rapido.

I governi nazionali, i responsabili della politica, le ditte farmaceutiche, le istituzioni pubbliche e private di sanità e gli enti internazionali tutti di salute pubblica hanno un ruolo nel miglioramento dell'accesso agli antibiotici universalmente. Mentre gli interventi per migliorare l'accesso devono considerare le differenze fra i paesi, i ricercatori hanno fornito le seguenti raccomandazioni alle barriere di tasto di indirizzo e migliorano l'accesso agli antibiotici:

  • Incoraggi ricerca e sviluppo di nuovi o antibiotici, test diagnostici, vaccini ed alternative migliori agli antibiotici per le infezioni batteriche,
  • Supporti la registrazione degli antibiotici in più paesi secondo bisogno clinico,
  • Emani ed applichi le linee guida nazionali del trattamento per l'uso degli antimicrobici,
  • Esplori il finanziamento innovatore per gli antibiotici essenziali,
  • Assicuri la qualità degli antibiotici e rinforzi la capacità regolatrice farmaceutica e
  • Incoraggi la fabbricazione locale per gli antibiotici redditizi.

Sorgente: https://cddep.org/