Il farmaco prescritto diminuisce gli arresti, l'incarcerazione fra la gente con disordine di uso dell'opioide

Quando si tratta dell'indirizzo della crisi nazionale dell'opioide, la maggior parte della ricerca ha messo a fuoco sui rischi sanitari fisici affrontati dalla gente con disordine di uso dell'opioide, quali la dose eccessiva e la malattia infettiva. Per la prima volta, un'università di scienziato di salute pubblica di Massachusetts Amherst ha studiato l'impatto di trattamento del disordine di uso dell'opioide sul rischio per l'arresto e l'incarcerazione, confrontante gli effetti di due farmaci differenti approvati per la circostanza.

Pubblicato nella dipendenza del giornale, la nuova ricerca ha trovato che, durante cinque anni, la gente con disordine di uso dell'opioide che cattura qualsiasi farmaco prescritto era meno probabile essere arrestata e incarcerata che quelle con il disordine che non stavano catturando il farmaco.

“C'è stato esame pochissimo dell'impatto sui risultati sociali di trattamento del disordine di uso dell'opioide,„ dice Elizabeth Evans, assistente universitario nel banco delle scienze di salubrità e di salute pubblica e autore principale del documento. “Abbiamo spostato il fuoco della ricerca per esaminare i risultati della giustizia penale e se fornire il farmaco è stata collegata col passare del tempo con la probabilità dell'arresto o dell'incarcerazione.„

Lo studio suggerisce che il trattamento in corso con i farmaci per la gente con disordine di uso dell'opioide abbia prestazioni sociali -- meno arresti, convinzioni ed incarcerazioni, tra altri vantaggi. Studio della cedola di risultati ulteriore, Evans dice ed implica che una pratica emergente fornire questi farmaci in prigioni e sopra la versione probabilmente abbia diminuito la recidività ed abbia salvato le vite.

“Storicamente, poche istituzioni della giustizia penale hanno fornito questi farmaci durante l'incarcerazione o in preparazione di un rendimento alla comunità, in parte perché c'era una credenza che questi farmaci non diminuiscono il rischio di recidività e potrebbero neppure aumentarlo in qualche modo,„ Evans dice. “Risulta questo è un mito; ora, è provato che il trattamento continuato con buprenorfina o metadone è associato con una riduzione degli arresti riguardante nessun trattamento.„

Nell'altra ricerca che costruirà sui nuovi risultati, Evans è coinvolgere in un progetto approfondito e triennale per studiare gli effetti di fornitura del farmaco a 500 detenuti opioide-dipendenti a due prigioni della contea in Massachusetts occidentale e per connetterli a cura di seguito dopo la loro versione.

Nella ricerca recentemente pubblicata, Evans ed i co-author al UCLA hanno usato i dati da un grande test clinico ripartito con scelta casuale multicentro, chiamato INIZIO (che inizia trattamento con la terapia della sostituzione dell'agonista), che è stato costituito un fondo per dall'istituto nazionale su abuso di droga. Quando la ricerca ha cominciato, Evans era un direttore di progetto all'istituto del Semel del UCLA per la neuroscienza ed il comportamento umano.

Intrapresi dal 2006 al 2009, gli studi del genitore hanno confrontato gli effetti di buprenorfina, approvati da FDA nel 2002 a disordine di uso dell'opioide dell'ossequio ed il metadone, un trattamento di lunga durata, su salubrità del fegato in 1.269 genti opioide-dipendenti in cinque stati. In uno studio di approfondimento intrapreso fra 2011 e 2014, i partecipanti sono stati intervistati fra due ed otto anni più successivamente.

Evans ed i colleghi hanno analizzato i dati ai dai partecipanti basati a California dello studio 303 ed hanno estratto gli anni di registrazioni pubbliche della giustizia penale dal dipartimento di giustizia della California.

Facendo uso di quattro modelli matematici, lo studio non ha trovato differenza significativa nel rapporto dei partecipanti arrestati o incarcerati, in base a se hanno ricevuto la buprenorfina o il metadone. Coloro che è restato su buprenorfina o su metadone, o hanno passato da uno all'altro, egualmente erano meno probabili essere arrestati o incarcerati dei partecipanti che non erano più su qualsiasi farmaco.

Determinate caratteristiche hanno fatto l'arresto e l'incarcerazione più probabilmente, compreso la più giovani età, uso della cocaina, uso della droga dell'iniezione ed origine etnica del latino-americano. “I risultati sottolineano l'esigenza degli sforzi di salute pubblica per impedire o attenuare le conseguenze della giustizia penale che possono urtare sproporzionatamente i gruppi sicuri con l'opioide usano il disordine sopra altri,„ le osservazioni di studio.

Meno di 10 per cento della gente con disordine di uso dell'opioide ricevono mai ai i farmaci basati a prova che sono considerati “il sistema monetario aureo di cura„ per il disordine, Evans dice. I farmaci devono spesso essere catturati il lungo termine da essere più utile. “I farmaci sono efficace soltanto finchè la gente sta catturandoli,„ Evans dice. “Dobbiamo essere preparati fornire il trattamento in corso, come con qualunque altro stato di salute cronico.„

Sorgente: https://www.umass.edu/newsoffice/article/study-finds-treatment-medication-reduces