Droghe della prostata collegate al rischio aumentato di sviluppare il diabete di tipo 2

I ricercatori dicono che i pazienti dovrebbero continuare a catturare le droghe, che sono prescritte comunemente agli uomini più anziani, ma avvertirli possono avere bisogno dei controlli sanitari supplementari.

Il gruppo ha sollecitato che le linee guida correnti del trattamento non devono cambiare, in base al loro studio sulle cartelle mediche pazienti.

Gli uomini con le prostate ingrandette sono comunemente medicinali prescritti chiamati 5 inibitori della alfa-riduttasi che diminuiscono la produzione degli ormoni chiamati androgeni. Questi sintomi dell'ossequio di guida quale flusso urinario diminuito.

Gli studi a breve termine precedenti avevano suggerito queste droghe, che includono il finasteride e il dutasteride, potrebbero pregiudicare il metabolismo e potrebbero diminuire la risposta dell'organismo ad insulina, un segno in anticipo del diabete di tipo 2.

Un gruppo piombo dall'università di Edimburgo e di UCL ha studiato le cartelle mediche da intorno 55.000 uomini nel Regno Unito, che era stato prescritto 5 inibitori della alfa-riduttasi sugli anni 11.

Hanno trovato che le droghe sono state collegate ad un aumento nel rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 di circa un terzo. Ciò significa quella in una popolazione di 500 uomini su questo trattamento per 20 anni, 16 casi extra del diabete è probabile svilupparsi.

Un simile effetto è stato veduto quando il gruppo ha ripetuto lo studio con le cartelle mediche da un gruppo di uomini di Taiwan.

I risultati suggeriscono che gli uomini che catturano questi farmaci possano avere bisogno dei controlli sanitari supplementari di riflettere i segnali di pericolo del diabete in modo dalle loro prescrizioni possono essere alterate se necessario.

La ricerca, pubblicata in British Medical Journal, è stata costituita un fondo per da Edimburgo e dalle fondamenta di salubrità di Lothians. I ricercatori dalle università di Dundee e Newcastle ed università nazionale di Cheng Kung in Taiwan egualmente hanno contribuito allo studio.

Il professor Ruth Andrew, dell'università/centro britannico delle fondamenta del cuore per scienza cardiovascolare all'università di Edimburgo e l'autore senior dello studio hanno detto: “Abbiamo trovato che i farmaci comunemente prescritti per la malattia della prostata possono aumentare il rischio di diabete di tipo 2. Questi risultati saranno particolarmente importanti per la selezione di salubrità negli uomini più anziani che sono già tipicamente ad un elevato rischio del diabete di tipo 2. Ora continueremo i nostri studi per capire meglio i risultati a lungo termine in modo da possiamo identificare meglio i pazienti al maggior rischio.„

Il Dott. Li Wei, professore associato dal banco di UCL della farmacia e dal primo autore dello studio ha detto: “Studiando i dati reali di parola dalle popolazioni etniche differenti attraverso il Regno Unito e la Taiwan, abbiamo trovato che gli uomini che sono trattati con il dutasteride o il finasteride per l'iperplasia prostatica benigna (BPH) hanno approssimativamente un rischio aumentato 30 per cento di sviluppare il diabete. Ciò dimostra l'importanza di quanto i dati ordinariamente raccolti di sanità possono essere usati per identificare i collegamenti clinici significativi. È importante che tutti i pazienti sono informati dei rischi e dei vantaggi di loro farmaci. In questa istanza, gli uomini dovrebbero essere avvisati al rischio aumentato di diabete se stanno catturando queste medicine particolari per BPH e dovrebbero parlare al loro medico se sono interessati.„

Il sig. Laurence Stewart, un urologo del consulente all'ospedale di Murrayfield della guglia e consulente onorario a NHS Lothian, che direttamente non è stato non coinvolgere nello studio, ha detto: “Questi risultati non dovrebbero essere una preoccupazione importante per gli uomini che catturano 5 farmaci dell'inibitore della alfa-riduttasi. Come medici, possiamo avere bisogno di di esaminare il modo riflettiamo i nostri pazienti per assicurarci che siamo extra vigilanti per i segni in anticipo del diabete. Chiunque con le preoccupazioni dovrebbe parlare al loro GP o urologo che per consiglio sui trattamenti alternativi.„

Sorgente: https://www.ed.ac.uk/