Scelga il nastro di vernice bianca non sufficiente per proteggere la gente che guida le bici

Ricerchi pubblicato nell'analisi degli infortuni del giornale e la prevenzione oggi (giovedì 11 aprile 2019) indica che le piste ciclabili contrassegnate della su strada e le automobili parcheggiate diminuiscono la distanza che gli automobilisti assicurano quando passa i ciclisti.

Nel più grande studio sul suo genere nel mondo, i dati sono stati raccolti su 60 ciclisti a Melbourne che ha guidato le loro biciclette con un'unità su ordinazione (“il MetreBox ") installata per quantificare la distanza che i driver di autoveicolo assicurano quando passa i ciclisti. Più del veicolo 18.000 che passa gli eventi da 422 scatti è stato registrato.

Uno in ogni 17 eventi di passaggio (n=1085) è rientrato in un metro del ciclista di viaggio e, in modo allarmante, di 124 eventi di passaggio è rientrato in meno di 60cm. Nelle più alte zone della velocità, più maggior di 60 km/ora, approssimativamente una in ogni tre (n=293) che passano gli eventi erano un passaggio “vicino„ (<150cm).

C'erano circa 1,7 eventi di passaggio meno di 100cm per ogni 10km del viaggiato di.

“Sappiamo che l'azionamento di veicoli molto attentamente ai ciclisti aumenta come la gente pericolosa ritiene quando guidando le bici e funge da forte barriera a partecipazione di riciclaggio aumentante,„ ha detto il Dott. Ben Beck, autore principale ed il vice direttore dell'università di Monash di Prehospital, emergenza e la ricerca di trauma e Presidente della rete Australasian di prevenzione di lesione.

La maggior parte di stato australiani e dei territori hanno legiferato o prove cominciate del minimo che approvano le leggi di distanza per fornire la maggior sicurezza per i ciclisti. Queste leggi legiferano una distanza minima di un metro quando il limite di velocità è 60km/h o di meno e di 1,5 metri quando il limite di velocità è maggior di 60km/h.

Tuttavia, Port Victoria ha resistito ad una spinta per applicare le leggi specifiche ed invece consigliato gli automobilisti per lasciare uno spazio dell'un tester quando passa i ciclisti a 60km/h o sopra. Il Dott. Beck ha detto che l'infrastruttura in relazione con deve rientrare nel microscopio.

I risultati della ricerca suggeriscono che le piste ciclabili contrassegnate della su strada, specialmente accanto alle automobili parcheggiate, non siano la soluzione ottimale per la gente proteggente che guida le bici. Specificamente, passando gli eventi che si sono presentati su una strada con una pista ciclabile e un'automobile parcheggiata ha avuta una distanza di passaggio media che era 40cm più di meno di una strada senza una pista ciclabile o un'automobile parcheggiata.

“I nostri risultati dimostrano che una singola banda di vernice bianca non è sufficiente per proteggere la gente che guida le bici,„ il Dott. Beck ha detto.

“Nelle situazioni dove il ciclista è nella stessa corsia dell'automobilista, il driver è richiesto di eseguire una manovra di sorpasso. Considerando che nelle situazioni dove il ciclista è in una pista ciclabile contrassegnata, l'automobilista ha una chiara corsia avanti e non richiesto per sorpassare. Di conseguenza, crediamo che ci siano di meno di un requisito cosciente dei driver fornire la distanza di passaggio supplementare.„

Il Dott. Beck ha detto per migliorare la sicurezza ed aumentare la partecipazione di riciclaggio, è chiaro che l'investimento ben maggior è necessario nella fornitura dell'infrastruttura che separa i ciclisti dagli autoveicoli da una barriera fisica.

Gli studi precedenti dal Dott. Beck hanno mostrato che il numero dei ciclisti vittoriani che sono ammessi all'ospedale con il trauma serio dalle cadute della strada più di quanto è stato raddoppiato durante i 10 anni scorsi e quel 22% di tutte le cadute della bicicletta della su strada accade mentre il ciclista sta guidando in una pista ciclabile contrassegnata della su strada.

Sorgente: https://www.monash.edu/news/articles/more-than-a-stripe-of-paint-needed-to-keep-cyclists-safe