Electrostimulation può migliorare la memoria di lavoro della gente nel loro 70s, manifestazioni di studio

In uno studio approfondito pubblicato in neuroscienza della natura, Rob Reinhart, un assistente universitario delle scienze di cervello e psicologiche alla Boston University ed al ricercatore di laurea John Nguyen dei BU, dimostra che il electrostimulation può migliorare la memoria di lavoro della gente nel loro 70s in modo che la loro prestazione sulle mansioni di memoria sia indistinguibile da quella del 20enni.

Memoria di lavoro degli obiettivi di ricerca di Nguyen e di Reinhart--la parte della mente dove la coscienza vive, la parte che è attiva ogni volta che prendiamo le decisioni, ragiona e richiama le nostre liste della drogheria. Gli inizio di memoria di lavoro diminuire nel nostro fine anni '20 e l'inizio degli anni 30, Reinhart spiega, mentre determinate aree del cervello diventano gradualmente disconnected e non coordinate. Prima che raggiungiamo il nostri 60s e 70s, questi circuiti neurali si sono deteriorati abbastanza che molti di noi le difficoltà conoscitive notevoli di esperienza, anche in assenza delle demenze gradiscono il morbo di Alzheimer.

Ma il duo ha scoperto qualche cosa di incredibile: usando le correnti elettriche non invadente per stimolare le aree del cervello che hanno perso il loro ritmo, possiamo drasticamente migliorare la prestazione di memoria di lavoro.

Durante lo studio, che è stato supportato dall'istituti nazionali della concessione di salubrità, hanno chiesto ad un gruppo di persone nel loro 20s e ad un gruppo nel loro 60s e 70s di eseguire una serie di mansioni di memoria che le hanno richieste di osservare un'immagine e poi, dopo che una breve pausa, identificare se una seconda immagine fosse leggermente differente dall'originale.

Al riferimento, i giovani adulti erano molto più accurati a questo, significativamente superando il gruppo più anziano. Tuttavia, quando gli adulti più anziani hanno ricevuto 25 minuti di stimolo delicato consegnati tramite gli elettrodi del cuoio capelluto e personali ai loro diversi circuiti del cervello, la differenza fra i due gruppi ha sparito. Incoraggiando? Che la spinta di memoria è durato almeno alla conclusione dei 50 minuti cronometri la finestra dopo stimolo--il punto a cui l'esperimento ha cessato.

Per capire perché questa tecnica è così efficace, dobbiamo dare un'occhiata ai due meccanismi che permettono che la memoria di lavoro funzioni correttamente: accoppiamento e sincronizzazione.

L'accoppiamento accade quando i tipi differenti di ritmi del cervello coordinano tra loro ed aiuta noi trattati e le memorie di lavoro della memoria. Ritmi lenti e a bassa frequenza--ritmi di teta--balli nella parte anteriore del vostro cervello, agente come i conduttori di un'orchestra. Raggiungono di nuovo ai ritmi più veloci e ad alta frequenza chiamati i ritmi di gamma, che sono generati nella regione del cervello che elabora il mondo intorno noi.

Appena come orchestra musicale contiene le flauto, gli oboi, violini--così anche, i ritmi di gamma che risiedono all'interno del vostro cervello ciascuno contribuiscono qualche cosa di unico all' orchestra basata a elettricità che crea le vostre memorie. L'un ritmo di gamma potrebbe elaborare il colore di un oggetto che state tenendo nella vostra mente, per esempio, mentre un altro cattura la sua forma, un altro suo orientamento e un altro suo suono.

Ma quando i conduttori fumble con i loro bastoni--quando i ritmi di teta perdono la capacità di connettere con quei ritmi di gamma per rifletterli, mantengali ed istruiscali--le melodie all'interno del cervello cominciano a disintegrarsi e le nostre memorie perdono la loro nitidezza.

Nel frattempo, sincronizzazione--quando i ritmi di teta dalle aree differenti del cervello sincronizzano tra loro--permette che le aree separate del cervello comunichino tra loro. Questo trattamento servisce da colla per una memoria, combinante i diversi dettagli sensoriali per creare un ricordo coerente. Mentre invecchiamo, i nostri ritmi di teta sono più di meno sincronizzati ed il fabbricato dei nostri inizio di memorie sfilacciare.

Il lavoro di Nguyen e di Reinhart suggerisce che usando lo stimolo elettrico, possiamo ristabilire queste vie che tendono ad andare storto mentre invecchiamo, migliorando la nostra capacità di richiamare le nostre esperienze ripristinando il flusso di informazione all'interno del cervello. E non è appena adulti più anziani che stiano per trarre giovamento da questa tecnica: mostra la promessa per i giovani pure.

Nello studio, 14 dei partecipanti dell'giovane-adulto hanno eseguito male sulle mansioni di memoria malgrado la loro età--così li ha chiamati di nuovo a stimola i loro cervelli anche.

“Abbiamo mostrato che gli esecutori poveri che erano molto più giovani, nel loro 20s, potrebbero anche trarre giovamento dallo stesso genere esatto di stimolo,„ Reinhart diciamo. “Potremmo amplificare la loro memoria di lavoro anche se non erano nel loro 60s o 70s.„

Accoppiamento e sincronizzazione, aggiunge, esiste su un continuum: “Non è come là è la gente che non si accoppia contro la gente che coppia.„

Su una conclusione dello spettro, qualcuno con una memoria incredibile può essere eccellente sia alla sincronizzazione che alla coppia, mentre qualcuno con il morbo di Alzheimer probabilmente lotterebbe significativamente con entrambi. Altri si trovano fra questi due estremi--per esempio, potreste essere un accoppiatore debole ma un forte sincronizzatore, o vice versa.

E quando usiamo questo stimolo per alterare le sinfonie neurali, non stiamo facendo appena un ritocco secondario, Reinhart sottoliniamo. “È relativamente al comportamento pertinente. Ora, [la gente è] eseguendo le mansioni diversamente, stanno ricordando meglio le cose, essi stanno percependo meglio, essi stanno imparando più velocemente. È realmente straordinario.„

Sguardo in avanti, prevede varie domande future di suo lavoro.

“Sta aprendo un intero nuovo viale delle opzioni potenziali del trattamento e della ricerca,„ dice, “e siamo emozionante eccellente a questo proposito.„

Reinhart vorrebbe studiare gli effetti dei electrostimulation sulle diverse cellule cerebrali applicandolo ai modelli animali ed è curioso circa come le dosi ripetute di stimolo potrebbero più ulteriormente migliorare i circuiti del cervello in esseri umani. Soprattutto, sebbene, speri la sua scoperta l'un giorno piombo ad un trattamento per milioni di persone intorno al mondo che vive con i danni conoscitivi--specialmente quelli con il morbo di Alzheimer.

Sorgente: https://www.bu.edu/research/articles/electrostimulation-can-improve-working-memory/