L'atlante online creato per identificare, classifica le impronte della proteina presenti alla diagnosi di AML

Soltanto circa uno in quattro genti diagnosticate con la leucemia myelogenous acuta (AML) sopravvive a cinque anni dopo la diagnosi iniziale. Per migliorare quel tasso di sopravvivenza, i ricercatori all'università del Texas a San Antonio (UTSA) ed il centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas hanno creato un atlante online per identificare e classificare le impronte della proteina presenti alla diagnosi di AML.

Le nuove classificazioni della proteina aiuteranno i ricercatori ed i clinici a raccomandare il migliore trattamento e la medicina personale per i pazienti che soffrono da questo cancro aggressivo, che si presenta nel sangue e nel midollo osseo. La ricerca dell'innovazione è pubblicata nellapiù verso la fine dell'emissione di aprile di assistenza tecnica biomedica della natura.

Il ricercatore Amina Qutub, un professore associato nel dipartimento di UTSA di assistenza tecnica biomedica (chi ha unito UTSA nel 2018 dalla Rice University) e l'oncologo Steven M. Kornblau, un professore e clinico di pratica nel dipartimento della leucemia al centro del Cancro di Anderson di MD di UT, hanno esaminato la diversità genetica, epigenetica ed ambientale che si presenta in celle cancerogene dovuto AML. Analizzando gli schermi proteomic di 205 biopsie pazienti ottenute al centro del Cancro di Anderson di MD, primo l'autore Chenyue Wendy Hu (poi un dottorando al laboratorio di Qutub, ora alle tecnologie di Uber), Kornblau e Qutub hanno messo a punto un nuovo metodo di calcolo chiamato MetaGalaxy per categorizzare le impronte della proteina in 154 reticoli differenti basati sulle loro funzioni e vie cellulari.

Avvicinandosi a questa sfida tramite la lente unica di sviluppare una mappa quantitativa per ogni paziente di leucemia dall'espressione della proteina in loro sangue e midollo osseo, piuttosto che l'obiettivo normale della metrica qualitativa e dei rischi genetici da solo, Qutub, Kornblau ed i loro collaboratori della ricerca potranno a precisamente categorizzano i pazienti nei gruppi di rischio e meglio predicono i loro risultati del trattamento.

Per capire meglio gli marchi di garanzia di AML (al livello proteomic del sistema della proteina) e per dividere i risultati del loro lavoro con altri ricercatori, il professore di assistenza tecnica biomedica di UTSA ed il suo gruppo compreso Hu e gli studenti Andrew Ligeralde (ora all'università di California, Berkeley) e Allie Raybon (dal dipartimento di UTSA di assistenza tecnica biomedica) hanno costruito un portale internet conosciuto come l'atlante di Proteome di leucemia. Progettato dai gruppi di Kornblau e di Qutub con il contributo dei collaboratori clinici universalmente, degli oncologi di elasticità del portale e degli scienziati online del cancro gli strumenti che devono studiare i reticoli di espressione della proteina di AML da un paziente al seguente. Egualmente fornisce ai ricercatori intorno al mondo i cavi per la nuova ricerca di leucemia ed i nuovi strumenti di calcolo.

Poiché molte mutazioni genetiche non possono essere mirate a, il processo di identificazione proteomic dell'obiettivo e di delineamento utilizzato in questo studio della ricerca accelererà l'identificazione degli obiettivi terapeutici. Egualmente aziona i ricercatori molto più vicino allo sviluppo delle terapie personali di combinazione per i pazienti basati sulle loro impronte uniche della proteina.

“La leucemia myelogenous acuta presenta come cancro così eterogeneo che è descritta spesso come non uno, ma una collezione di malattie,„ ha detto Qutub. “Per decifrare le bugne ha trovato in proteine da sangue e midollo osseo dei pazienti di leucemia, abbiamo sviluppato una nuova analisi computerizzata - MetaGalaxy - che identifica gli marchi di garanzia molecolari della leucemia. Questi marchi di garanzia sono analoghi al percorso della guida delle costellazioni di modo delle stelle: forniscono una mappa ai cambiamenti della proteina per la leucemia. Le nostre previsioni “dell'marchio di garanzia„ stanno provande sperimentalmente tramite gli schermi della droga e possono “essere programmate„ nelle celle con manipolazione sintetica delle proteine. Un punto seguente per portare questo lavoro alla cura paziente di impatto e della clinica sta provando se queste impronte piombo alla crescita o alla resistenza aggressiva alla chemioterapia osservata nei pazienti di leucemia. Allo stesso tempo, accelerare rapido la ricerca nella leucemia ed avanzare la caccia per i trattamenti, forniamo gli marchi di garanzia in un compendio online in cui i colleghi ricercatori ed oncologi universalmente possono costruire dalla risorsa, dagli strumenti e dai risultati, LeukemiaAtlas.org.„

Sorgente: https://www.utsa.edu/today/2019/04/story/QutubCancerAtlas.html