Lo studio identifica come i batteri degli enterococchi causano le infezioni resistenti agli antibiotici della circolazione sanguigna

Un nuovo studio piombo da un gruppo di ricerca dall'occhio di Massachusetts e dall'orecchio e dalla facoltà di medicina di Harvard descrive come i batteri si sono adattati all'ambiente moderno dell'ospedale e ripetutamente causano le infezioni resistenti agli antibiotici della circolazione sanguigna. Le infezioni acquistate dai pazienti ospedalizzati sono più spesso resistenti agli antibiotici che quelle che accadono altrove e gli ospedali investono il considerevole sforzo per impedirle. Malgrado i migliori sforzi, alcuni batteri possono persistere e circolare fra i pazienti, causanti le infezioni ripetute. Questo studio ha esaminato uno dei primi scoppi continui dell'ospedale di batterio multidrug-resistente, l'enterococco fecale, che si è presentato fino alla metà del 1980 dalla s iniziale, causante oltre 60 sforzi di scoppio.

Lo studio, pubblicato il 10 aprile online nella medicina di traduzione di scienza, piombo da un gruppo di ricerca intestato da Michael Gilmore, PhD, scienziato senior all'occhio ed all'orecchio del Massachusetts ed il sir William Osler professore dell'oftalmologia e Direttore dell'istituto della malattia infettiva nel dipartimento dell'oftalmologia alla facoltà di medicina di Harvard. Il gruppo ha confrontato le sequenze del DNA dei batteri che ora erano stati archivati dallo scoppio 30 anni fa dal segno M. Huycke, il MD, specialista del collaboratore della malattia infettiva all'università di centro di scienze di salubrità di Oklahoma. Condutto dal socio di ricerca del laboratorio di Gilmore Daria Van Tyne, PhD e con l'aiuto di vasto conte di Ashlee dello scienziato dell'istituto, il PhD, i ricercatori ha identificato le mutazioni nei batteri mentre hanno causato un'infezione dopo un altro in 4 anni.

Gli autori dello studio sperano che i risultati novelli come gli enterococchi infettano sulla circolazione sanguigna aiutino gli scienziati ed i medici a sviluppare i nuovi modi impedire queste infezioni accadere e migliorare trattile quando accadono.

“Sapendo i microbi hanno stato più furbo del sistema immunitario dell'organismo e gli antibiotici ci dice che cosa è critico al microbo per causare l'infezione,„ dice il Dott. Gilmore. “Questo a sua volta ci dà un più chiaro scatto ai nuovi obiettivi per sviluppare la generazione seguente di antibiotici e per la guida del loro uso attento interno ed esterno degli ospedali.„

Naturale nell'intestino umano, batteri degli enterococchi può piombo alle infezioni compreso le infezioni di apparato urinario e della circolazione sanguigna, le infezioni dei siti chirurgici e l'endocardite--infezione delle valvole cardiache.

I ricercatori hanno esaminato i genoma dei batteri per analizzare i campioni da uno scoppio iniziale di batteriemia in pazienti in un ospedale di Wisconsin fra 1984 e 1988 che è stato causato dall'enterococco multidrug-resistente fecale per imparare come si sono adattati all'esistenza nell'ospedale ed alla trasmissione da un paziente ad un altro. Ritornando ad inizi del problema di resistenza a antibiotici, il Dott. Van Tyne, il Dott. Gilmore ed i colleghi potevano vedere che prendparteere fecale dell'enterococco alla circolazione sanguigna in primo luogo accende una via insolita che permette che il microbo faccia una nuova sostanza che contribuisce a puntellare la sua parete cellulare. Ciò rende il batterio più capace di resistere a essere uccisa dai globuli bianchi ed anche dagli antibiotici della classe della penicillina che attaccano la parete cellulare batterica. Gli autori inoltre hanno veduto che in mezzo allo scoppio, i tipi di adattamenti variabili improvvisamente ed i batteri hanno cominciato a rinforzare le loro pareti cellulari in un nuovo modo. Questo cambiamento ha corrisposto all'introduzione ed all'uso molto diffuso di allora nuovo antibiotico, chiamati imipenem.

Il Dott. Van Tyne, ora un assistente universitario nell'università di dipartimento di Pittsburgh di medicina, poteva ricreare ripetutamente il resto esatto 30 anni più successivamente in laboratorio, facendo uso di un antibiotico della classe del imipenem, provante il collegamento.

“Il nostro studio mostra come uno stirpe enterococcal di scoppio è emerso e si evoluto sopra uno scoppio esteso dell'ospedale e come gli sforzi di scoppio hanno risposto per ospitare i regimi antibiotici immuni di cambiamento e di selezione,„ dice il Dott. Van Tyne. “Questi risultati evidenziano le nuove vie che potrebbero più ulteriormente essere fatte leva in futuro per controllo e la gestione delle infezioni enterococcal ospedale-acquistate.„

L'infezione resistente agli antibiotici è una minaccia principale contro la salute pubblica universalmente. È stato stimato che da ora al 2050, più gente potrebbe morire dalle infezioni che non sono più trattabili con gli antibiotici, che da cancro. La comprensione come alcuni batteri hanno potuti sormontare le nostre difese immuni naturali e le nuove droghe poichè sono presentati, è il tasto ad impedire un futuro dove fino a 10 milione di persone potrebbero morire ogni anno dall'infezione resistente agli antibiotici, secondo il Dott. Gilmore.

“Questo studio della ricerca è un esempio potente di come gli scienziati come il Dott. Gilmore stanno utilizzando le nuove tecnologie genetiche e la biologia molecolare per scoprire nuovo e le informazioni importanti circa i batteri resistenti alla droga, in modo da possiamo capire meglio ed infine impediamo e trattiamo le infezioni pericolose,„ dice Joan W. Miller, MD, il professore di David Glendenning Cogan e presidenza dell'oftalmologia alla facoltà di medicina di Harvard, al capo dell'oftalmologia all'occhio del Massachusetts ed all'orecchio ed al policlinico di Massachusetts e al Oftalmologo-in-Capo a Brigham ed all'ospedale delle donne.

Sorgente: https://www.masseyeandear.org/news/press-releases/2019/04/genomic-study-identifies-pathway