I ricercatori scoprono le buone notizie per le popolazioni del pesce che vivono sulle barriere coralline candeggiate

I ricercatori hanno scoperto le certe buone notizie per le popolazioni del pesce che vivono sulle barriere coralline colpite da mutamento climatico.

Renato Morais è un candidato di PhD dal centro dell'ARCO di eccellenza per gli studi della barriera corallina (CoE di corallo) all'università di James Cook (JCU). Piombo uno studio che ha esaminato come il pesce su una barriera corallina candeggiata ottiene il loro alimento.

“Già abbiamo saputo che il pesce della barriera corallina conta su alimento che va alla deriva dentro dal mare, quale plancton,„ il sig. Morais ha detto.

“Ma, non lo abbiamo conosciuto esattamente quanto importante questo era,„ abbiamo detto.

Il sig. Morais ed il professor David Bellwood, anche da CoE di corallo a JCU, hanno combinato le indagini ad alta definizione ed i diversi preventivi di produzione della biomassa per generare la prima mappa di dove l'energia viene per da tutto il pesce su una barriera corallina.

“Abbiamo esaminato tutto dai ghiozzi alla trota di corallo e grandi prese, valutanti più di pesce 18.000 oltre da 300 specie,„ ha detto il sig. Morais.

“Abbiamo trovato che i vari meccanismi di trasporto, quali le correnti e le maree, interagiscono con la scogliera e portano nei grandi importi di plancton.„

Le paia hanno trovato che quello per ogni chilogrammo di pesce prodotto sulla scogliera più di 400 grammi di quel chilogrammo hanno contato su alimento derivato dall'oceano aperto, piuttosto che la scogliera stessa. Ciò aumenta a quasi 600 grammi dal lato della scogliera che affronta l'oceano aperto.

“Questo i mezzi, quello per molte scogliere, alimento dall'esterno possono sostenere le popolazioni del pesce, anche quando il corallo è gravemente danneggiato,„ prof. Bellwood hanno detto.

Gli scienziati hanno trovato che le aree della scogliera che di più sono state esposte all'oceano aperto hanno prodotto le più grandi quantità di pesce - con i pendii della scogliera che sono il più fruttuoso.

“La scoperta che il pesce della scogliera ottiene così tanto del loro alimento dalle sorgenti della fuori scogliera era incoraggiante, particolarmente perché molte specie che si alimentano il materiale oceanico hanno una cronologia di scomparsa dopo perdita di corallo,„ ha detto il sig. Morais.

“Questo è la prima volta abbiamo potuti mettere tutte le specie nella prospettiva,„ ha detto prof. Bellwood. “Il nostro studio offre la speranza che le scogliere conforme a perdita di corallo possono ancora essere produttive.„

“Le scogliere possono essere danneggiate ma sono ancora incredibilmente apprezzate.„

Sorgente: https://www.coralcoe.org.au/media-releases/ocean-currents-bring-good-news-for-reef-fish