L'esperimento approfondito in maiali sfida la nozione circa lesione cerebrale

Il cervello è più resiliente di precedentemente ha pensato. In un esperimento approfondito pubblicato nell'emissione di questa settimana della natura, i neuroscenziati hanno creato un sistema artificiale di circolazione che ha riparato con successo alcune funzioni e strutture nei cervelli donati del maiale--fino a quattro ore dopo i maiali sono state macellate ad una funzione di trattamento dell'alimento di usda. Sebbene non ci sia prova della coscienza riparata, i cervelli dai maiali erano senza ossigeno per ore e ore, eppure potrebbero ancora supportare le funzioni chiave fornite dal sistema artificiale. Il risultato sfida la nozione che i cervelli mammiferi completamente ed irreversibilmente sono danneggiati da una mancanza di ossigeno.

“I presupposti sono stati sempre quello dopo i minuti di una coppia di anossia, o nessun ossigeno, il cervello è “morto, “„ dice Stuart Youngner, il MD, che co-ha creato un commento che accompagna lo studio con Insoo Hyun, PhD, entrambi i professori nel dipartimento di bioetica alla scuola di medicina di Case Western Reserve University. “Il sistema usato dai ricercatori elemosina la domanda: Quanto tempo dovremmo proviamo a salvare la gente?„

Nell'esperimento del maiale, i ricercatori hanno usato un perfusato artificiale (un tipo “di sangue artificiale„ senza cellula), che ha aiutato le cellule cerebrali a mantenere la loro struttura ed alcune funzioni. Gli sforzi resuscitativi in esseri umani, come il CPR, egualmente sono destinati per ottenere l'ossigeno al cervello e per evitare la lesione cerebrale. Dopo un periodo, se una persona non risponde agli sforzi resuscitativi, i gruppi di medici di emergenza li dichiarano morti.

La durata accettabile degli sforzi resuscitativi è in qualche modo incerta. “Varia per pæse, gruppo di medici di emergenza ed ospedale,„ Youngner ha detto. La promessa deriva dall'esperimento del maiale più ulteriormente fangoso le acque circa quando fermare gli sforzi di salvataggio.

Ad un certo punto, i gruppi di emergenza devono fare un'opzione critica dalla prova di salvare un paziente, alla prova di salvare gli organi, hanno detto Youngner. “in Europa, quando i gruppi di emergenza fermano gli sforzi della rianimazione, dichiarano i morti pazienti e poi ricominciano lo sforzo della rianimazione per fare circolare il sangue agli organi in modo da possono conservarli per trapianto.„

L'opzione può comprendere i mezzi estremi. Nel commento, Youngner e Hyun descrivono come alcuni gruppi di ripristino dell'organo utilizzano un pallone per tagliare fisicamente la circolazione sanguigna al cervello dopo la dichiarazione dei morti di una persona, per preparare gli organi per trapianto.

L'esperimento del maiale implica che gli sforzi specializzati per irrorare il cervello potrebbero mantenere le cellule cerebrali. Se le tecnologie come quelle utilizzate nell'esperimento del maiale potessero adattarsi per gli esseri umani (molto lontano, avvertenza Youngner e Hyun), qualche gente che, oggi, è dichiarata tipicamente legalmente completamente dopo che una perdita catastrofica di ossigeno potrebbe, domani, starà bene ai candidati per la rianimazione del cervello, invece di donazione di organo.

Youngner detto, “mentre miglioriamo a rianimare il cervello, dobbiamo decidere quando siamo che andiamo salvare un paziente e quando siamo che andiamo dichiararli morti--e salvi cinque o più che potrebbero trarre giovamento da un organo.„

Poiché le strategie della rianimazione del cervello sono nella loro infanzia e certamente avvieranno gli sforzi supplementari, la comunità dell'etica e scientifica deve ora cominciare le discussioni, dice Hyun. “Questo studio è probabile sollevare molti interessi pubblici. Abbiamo sperato di ottenere davanti alla campagna pubblicitaria e di offrire una risposta iniziale e ragionata a questo avanzamento scientifico.„

Sia Youngner che Hyun elogiano l'esperimento come “avanzamento scientifico principale„ che è in modo schiacciante positivo. Solleva la possibilità allettante che i rischi gravi di lesione cerebrale causati da una mancanza di ossigeno potrebbero, in alcuni casi, essere reversibili.

“Il maiale che i cervelli sono simili in molti modi ai cervelli umani, che effettua questo studio così che costringe,„ Hyun ha detto. “Invitiamo i responsabili della politica a pensare dinamico a cui questa riga di ricerca potrebbe significare per i dibattiti in corso intorno a donazione di organo ed alla conclusione di cura di vita.„

Youngner, la S e Hyun, I. “studio del cervello del maiale hanno potuto rifornire i dibattiti di combustibile intorno alla morte.„ Natura.