Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Molti malati di cancro usano la marijuana e gli opioidi di prescrizione, studio rivela

Un nuovo studio rivela che molta gente con cancro usa la marijuana e le tariffe di uso negli Stati Uniti sono aumentato col passare del tempo. Pubblicato presto online nel CANCRO, un giornale pari-esaminato dell'associazione del cancro americana, lo studio egualmente ha trovato che i pazienti con cancro sono più probabili usare gli opioidi di prescrizione che gli adulti senza cancro.

Il dolore è un sintomo comune di cancro e molti pazienti commoventi non ricevono il sollievo di dolore adeguato. Alla luce di legislazione in piena evoluzione della marijuana e un'epidemia crescente dell'opioide, un gruppo piombo da Jona Hattangadi-Gluth, MD e da Kathryn Ries Tringale, MD, MAS, dell'università di California, di San Diego, tendenze relative esaminate all'uso auto-rivelato di marijuana e degli opioidi fra i pazienti con cancro.

Dopo avere analizzato i dati dall'indagine nazionale dell'esame di salubrità e di nutrizione degli Stati Uniti fra 2005 e 2014, i ricercatori hanno abbinato 826 persone con cancro a 1.652 comandi senza cancro. Fra i dichiaranti di indagine che hanno avuti cancro, 40,3 per cento hanno usato la marijuana nell'anno scorso, rispetto a 38,0 per cento dei dichiaranti senza cancro. Inoltre, la gente con cancro era più probabile usare gli opioidi di prescrizione che le loro controparti demografico equivalenti senza cancro (13,9 per cento contro 6,4 per cento).

“I test clinici futuri sono necessari quantificare l'efficacia di marijuana nel dolore Cancro-specifico come pure il rischio di uso improprio dell'opioide in questa popolazione paziente,„ ha detto il Dott. Tringale.

Quando esaminare le tariffe di marijuana e dell'opioide che l'uso in più di 19.000 esamina i dichiaranti con e senza cancro in 10 anni, i ricercatori trovati significativamente ha aumentato col passare del tempo l'uso di marijuana--probabilmente riflettere ha aumentato la disponibilità dovuto i cambiamenti legislativi--ma hanno trovato le tariffe stabili di uso dell'opioide. Una diagnosi di cancro non ha pregiudicato significativamente col passare del tempo le probabilità di uso della sostanza dal 2005 al 2014.

“La legalizzazione medica della marijuana precedentemente è stata associata con una riduzione delle ospedalizzazioni relative a dipendenza o ad abuso dell'opioide, suggerente che se i pazienti in effetti stanno sostituendo la marijuana per gli opioidi, questa potesse introdurre un'opportunità per la diminuzione la morbosità e della mortalità in relazione con l'opioide,„ ha detto il Dott. Hattangadi-Gluth. “Naturalmente, egualmente sarà importante identificare i rischi e gli effetti contrari di marijuana, che precedentemente non è stata studiata sui grandi test clinici ripartiti con scelta casuale, dati la sua programmazione come sostanza gestita della classe A 1.„