Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

“La pieghettatura della pancia„ può essere eseguita sicuro in pazienti obesi senza aumento nelle complicazioni

“L'ambulatorio di pieghettatura della pancia„ (abdominoplasty) può essere eseguito sicuro in pazienti obesi, senza aumento nelle complicazioni confrontate ai pazienti non obesi, ai rapporti uno studio nell'emissione di aprile di plastica ed alla chirurgia ricostruttiva®, il giornale medico ufficiale della società americana dei chirurghi plastici (ASP).

“Abdominoplasty, con o senza la liposuzione concorrente, in pazienti obesi è un sicuro e l'efficace procedura con le simili tariffe di complicazione perioperative come la popolazione paziente non obesa,„ scrive il chirurgo Laurence Glickman del membro di ASP, il MD, il MSc, FACS ed i colleghi del gruppo chirurgico di plastica di Long Island, città giardino, NY. I risultati contribuiscono ad alleviare le preoccupazioni che i pazienti obesi sono all'elevato rischio delle complicazioni dopo che pieghettatura della pancia.

Buoni risultati e sicurezza di Abdominoplasty in pazienti con obesità

Lo studio ha incluso 82 pazienti che hanno subito abdominoplasty - una procedura popolare della chirurgia estetica per migliorare l'aspetto dell'addome - su un periodo di sette anni. Ventuno paziente è stato classificato come obeso, in base ad un indice di massa corporea medio (BMI) di 35 chilogrammi per metro quadro (kg/m2). I 62 pazienti rimanenti sono stati classificati come BMI non obeso e medio 25 kg/m2.

Le tariffe di complicazione sono state paragonate fra i gruppi, ad un tempo medio di seguito di vicino un anno. I pazienti obesi erano più probabili avere ipertensione; altrimenti, i fattori di rischio erano simili fra i gruppi. Tutte le procedure sono state eseguite dal Dott. Glickman, seguente la stessa tecnica. Per la maggior parte dei pazienti in entrambi i gruppi, l'ambulatorio di pieghettatura della pancia si è combinato con la liposuzione.

Come negli studi precedenti di abdominoplasty, c'era un rischio significativo di complicazioni. Tuttavia, tutte le tariffe di complicazione erano simili fra i gruppi. I pazienti obesi hanno avuti un'più alta tariffa delle collezioni fluide sotto l'interfaccia (seromas) che richiede il grenaggio: 22,5 contro 14,2 per cento. Tuttavia, la differenza fra i gruppi non era statisticamente significativa.

Le tariffe di altre complicazioni erano egualmente simili fra i gruppi, compreso le infezioni, i problemi ferita-curativi (deiscenza) e le collezioni di sangue sotto l'interfaccia (ematomi). Nessun paziente in qualsiasi gruppo ha sviluppato i problemi con i coaguli di sangue (tromboembolismo venoso), un tipo più serio di complicazione.

Abdominoplasty è il quinto la maggior parte delle procedure cosmetiche comuni negli Stati Uniti, con quasi 130.000 procedure eseguite nel 2017, secondo le statistiche di ASP. Sebbene ampiamente eseguito, abdominoplasty porti il più alta tariffa di complicazione di tutte le procedure cosmetiche.

“Molti chirurghi eleggono per non eseguire abdominoplasty sui pazienti con un alto BMI, temente un rischio aumentato di complicazioni perioperative,„ il Dott. Glickman ed i co-author scrivono. Gli studi più precedenti di abdominoplasty in pazienti alti--BMI hanno messo a fuoco su coloro che ha subito l'ambulatorio bariatric (quale l'esclusione gastrica), che è al rischio aumentato di complicazioni.

I risultati contribuiscono a chiarire “i rischi e le ricompense„ di abdominoplasty nei pazienti non-bariatric della chirurgia con un BMI nell'intervallo obeso. “I nostri risultati di studio indicano che i pazienti con un BMI maggior di 30 di per sé non dovrebbero essere osservati come controindicazione rigorosa a abdominoplasty,„ il Dott. Glickman e co-author concludono. Citano uno studio precedente che suggeriscono che le decisioni circa la chirurgia di pancia-pieghettatura dovrebbero considerare i fattori di rischio del paziente determinato e non essere basato su BMI solo.

“I chirurghi plastici dovrebbero valutare i pazienti caso per caso ed i pazienti dovrebbero essere consigliati quanto ai rischi perioperative potenziali di questa procedura,„ i ricercatori aggiungono. Egualmente sottolineano l'importanza della discussione degli scopi postoperatori realistici con i pazienti che considerano abdominoplasty.

Sorgente: http://home.lww.com/news.entry.html/2019/04/22/no_increase_in_compl-W184.html