I ricercatori definiscono il ruolo delle celle rare e influenti nel midollo osseo

I ricercatori hanno definito i ruoli di varie celle nel midollo osseo che sono pensate per gestire il destino dei quasi a metà milione globuli che sviluppano là ogni giorno.

Gli scienziati alla scuola di medicina di NYU dietro il lavoro recente dicono che piccolo era stato conosciuto circa la frazione delle celle esaminate nello studio, “il microenvironment„ che compone meno di 1 per cento della massa del midollo nella maggior parte dei mammiferi. Tali celle sono pensate per influenzare se le cellule staminali in anticipo maturino nei tipi differenti di altre celle, quali i globuli rossi o bianchi.

Riferendo nella natura del giornale online ad aprile, gli autori di studio descrivono come hanno utilizzato uno strumento dimappatura combinato per tenere la carreggiata la funzione genetica uno per uno di 17.374 celle del midollo osseo del mouse. In primo luogo intraprendendo le azione per escludere tutti i tipi del globulo come pure celle grasse mature che accadono comunemente in midollo, potevano mettere a fuoco sul rimanere, cella evasiva digitano dentro il microenvironment del midollo.

All'interno di questo microenvironment, i ricercatori hanno identificato nove tipi di celle e di ancor più sottotipi. La maggior parte sono stati identificati come celle che allineano i vasi sanguigni (cioè, celle endoteliali vascolari) o le cellule staminali (celle mesenchymal) che compongono l'osso (osteoblasts).

Eppure, la funzione di altri tipi rari delle cellule è rimanere sconosciuta. Per capirli meglio, il gruppo ha curato queste celle restanti con la chemioterapia per provare ad imitare lo sforzo affrontato da tali tessuti dopo la lesione o con la malattia.

Fra i cambiamenti indotti da stress era che un insieme delle cellule staminali (anche mesenchymal), che si sviluppano tipicamente nei osteoblasts o nelle celle di muscolo, in questa istanza trasformata in soltanto le celle grasse (adipocytes). I ricercatori dicono questo riprogrammare genetico, di cui la voltafaccia pianificazione studiare più ulteriormente, possibilmente spiegano perché il fenomeno del grasso in eccesso del midollo è veduto nei pazienti di leucemia che ricevono la chemioterapia.

Un'altra individuazione di studio era che livelli di proteina di segnalazione, il legante vascolare 4 del tipo di delta della tacca (Dll4), caduto significativamente dopo la chemioterapia, causante uno spostamento in un sottoinsieme minuscolo delle cellule staminali di sangue sensibili a questi segnali.

Lo spostamento ha rivelato questa popolazione delle celle vascolari come essendo responsabile in circostanze normali dell'avviamento delle la maggior parte della produzione dei due tipi principali del globulo bianco, delle celle di T e dei linfociti B, in midollo osseo. I ricercatori ritengono che questo sia un avanzamento importante nella comprensione anatomica degli elementi essenziali nella produzione del globulo (ematopoiesi).

“Il nostro studio rappresenta la prima valutazione dettagliata del microenvironment del midollo osseo, rivelante il ruolo critico dei sottoinsiemi delle celle addette alla chemioterapia del cancro ed alla produzione delle cellule immuni,„ dice il ricercatore senior Iannis Aifantis di studio, il PhD, professore e la presidenza del dipartimento di patologia a salubrità di NYU Langone ed al suo centro del Cancro di Perlmutter. “Finora, gli scienziati hanno dovuto spesso contare sull'osservazione soltanto degli effetti degli atti di gruppo del globulo. Questi avanzamenti tecnici permettono che noi otteniamo ai trattamenti di fondo che inducono quegli effetti ad accadere in tempo reale.„

Per lo studio, i ricercatori hanno usato un metodo altamente specializzato per tenere la carreggiata il RNA unicellulare chiamato di attività di gene che ordina (scRNA-Seguente) e gli unicellulari etichettati con una tintura fluorescente per segnare i loro atti con esattezza, con ogni cella distinta dalle simili celle. Prima questo degli scienziati in anticipo negli ultimi anni, Aifantis dice, potevano soltanto isolare l'atto dei gruppi di celle nel microenvironment del midollo osseo, rendente lo molto più duro analizzare ogni tipo o collegarlo ad una malattia specifica.

“I nostri risultati mostrano come tenere la carreggiata e l'analisi unicellulari possono esporre i ruoli di ogni cella e tipo delle cellule, non appena nell'orchestrare produzione del globulo, ma anche nell'avviamento e nell'azionamento degli altri trattamenti in relazione con il sangue di malattia nell'organismo, quale la leucemia,„ dice il ricercatore Anastasia Tikhonova, il PhD, un collega postdottorale del co-cavo di studio a NYU Langone.

Dice le pianificazioni seguenti del gruppo per valutare gli effetti di altre sorgenti dello sforzo -- invecchiamento, cancri di sangue ed infezioni di sangue -- su produzione del globulo e sulla funzione immune e che cosa accade sia all'interno che all'esterno del midollo osseo.

“Investendo molto in infrastruttura di computer a alto rendimento, scuola di medicina di NYU ha autorizzato lo scienziato di calcolo del nostro gruppo, Igor Dolgalev, per capire meglio gli organi, tessuti e celle setacciando con milioni di punti di informazioni nei nuovi modi,„ dice il ricercatore Aristotelis Tsirigos, il PhD, Direttore di studio del co-cavo dei laboratori applicati di bioinformatica di NYU Langone. “La ricchezza di informazioni generata tramite la combinazione da di tecnologie genetiche e guidate da dati ci ha dato un parere senza precedenti dell'ambiente all'interno del midollo osseo durante la salubrità ed una volta sollecitata dalla malattia.„

Sorgente: https://nyulangone.org/