Le cellule staminali in follicoli piliferi hanno potenziale di rigenerare la guaina di mielina quella neuroni dei cappotti

Un sottoinsieme delle cellule staminali in follicoli piliferi ha il potenziale di rigenerare il rivestimento che isola i neuroni in mouse, rapporti Thomas Hornyak del sistema sanitario di VA Maryland e la scuola di medicina ed i colleghi dell'università del Maryland, in un 24 aprile pubblicato nuovo studioth nella genetica di PLOS. Lo studio offre una nuova direzione per l'individuazione delle opzioni terapeutiche per determinate malattie neurodegenerative.

Le cellule staminali del Melanocyte dal telogen, o dal riposo, fase del comitato del follicolo pilifero del mouse (verde, sinistro) all'interno del comitato di regione del rigonfiamento di CD34-positive (rosso, sinistro) differenziano e formano le guaine di mielina dense (comitato giusto) nel cervello dei mouse mielina-carenti. Credito: Sandeep Joshi, scuola di medicina dell'università del Maryland.

La presa dell'interfaccia e dei capelli sulle tonalità varianti di nero e giallo di rosso, di marrone, dovuto i pigmenti prodotti dalle celle ha chiamato i melanocytes. I Melanocytes nascono embrionale dalle celle chiamate celle neurali della cresta, che sono celle che possono anche provocare i neuroni e le loro celle glial supportanti. Precedentemente, Hornyak ed i colleghi hanno identificato due caselle differenti delle cellule staminali che creano i melanocytes dentro i follicoli piliferi maturi. Nello studio corrente, indicano che i due gruppi delle cellule staminali del melanocyte possono essere identificati e separati basato sopra se sono ricoperti in una glicoproteina chiamata CD34, una molecola di superficie quale è presente su altri tipi di cellule staminali, compreso le cellule staminali del sangue.

Facendo uso dei follicoli piliferi dai mouse, i ricercatori hanno isolato le due popolazioni delle cellule staminali del melanocyte e le hanno coltivate nella cultura. Sono stati sorpresi trovare che le celle che portano CD34 si trasformano nelle celle glial. Nel sistema nervoso, i neuroni del cappotto delle cellule glial con un isolante grasso hanno chiamato la mielina, che aumenta la velocità che gli impulsi nervosi possono viaggiare. Ancora, i ricercatori hanno scoperto che le cellule staminali di CD34-positive potrebbero rigenerare la mielina sui neuroni, sia nelle colture cellulari che una volta iniettate nei mouse che portano un difetto genetico che li impedisce la formazione delle guaine di mielina.

I nuovi risultati suggeriscono che la casella delle cellule staminali del melanocyte di CD34-positive nel follicolo pilifero conservi alcune delle loro abilità più iniziali. Se le simili popolazioni esistono in follicoli piliferi umani, potenzialmente potrebbero essere spillate per sviluppare i nuovi trattamenti per le lesioni del nervo e per le malattie demyelinating, quale la sclerosi a placche. “In futuro, pianificazione continuare la nostra ricerca in questa area determinando se queste celle possono migliorare il ripristino funzionale dalla lesione di un neurone,„ abbiamo detto il Dott. Thomas Hornyak, “ed informazioni che genoma di ampiezza dell'autore di influenza abbiamo descritto nello studio corrente identificare le simili celle in interfaccia umana.„

Sorgente: https://www.plos.org