Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: I badante dei bambini possono essere titubante vaccino ed avere credenze inesatte

Anche i badante di cui i bambini ricevono la prima dose del vaccino antiinfluenzale possono essere titubante vaccino ed avere credenze inesatte per quanto riguarda il vaccino antiinfluenzale e la malattia, secondo una nuova accademia americana della pediatria (AAP) che la ricerca pediatrica nelle impostazioni dell'ufficio (PRO) studia che era una collaborazione fra i ricercatori all'ospedale pediatrico di Filadelfia (CHOP), il centro medico di Irving di Columbia University e il AAP. I risultati dallo studio saranno presentati nel corso della riunione accademica pediatrica (PAS) delle società 2019, avente luogo il 24 aprile - 1° maggio a Baltimora.

Lo studio ha valutato la malattia vaccino di influenza e di perplessità e le credenze del vaccino fra i badante dei bambini che hanno ricevuto la prima delle due dosi richieste del vaccino antiinfluenzale. Per ricevere la protezione adeguata contro influenza, molti bambini sei mesi - otto anni hanno bisogno di due dosi del vaccino antiinfluenzale in una stagione. Soltanto la metà di quelle che ricevono una prima dose riceve un secondo.

“Nel nostro studio, più di 90% dei badante, di cui i bambini hanno richiesto due dosi del vaccino antiinfluenzale che condiscono, hanno creduto che il loro bambino sia “protetto con soltanto un'iniezione antinfluenzale„ e 12% ha avuto perplessità moderata/su vaccino,„ ha detto Ekaterina Nekrasova, MPH, un assistente di ricerca a PolicyLab ed il centro per l'efficacia clinica pediatrica al TAGLIO ed in uno degli autori dello studio. “I badante hanno tenuto altre credenze inesatte circa influenza e la vaccinazione anche dopo che il loro bambino ha ricevuto le prime delle due dosi richieste del vaccino antiinfluenzale. I nostri risultati sottolineano l'importanza di promozione della seconda vaccinazione di influenza della dose e dell'istruzione dei badante circa la malattia e la vaccinazione di influenza prima e dopo acconsentono alla prima dose.„

Come componente agli degli studi nazionali fondati NIH di Flu2Text intrapresi durante la stagione 2017-2018, un'indagine del telefono ha raccolto le informazioni demografiche dei badante (età, competenza inglese, formazione, relazione ad un bambino) e del bambino partecipante (età, genere, corsa, origine etnica, tipo di assicurazione, stato di salute). Ogni bambino ha ricevuto la prima dose del vaccino antiinfluenzale, ha avuto bisogno di una seconda dose che condisce ed è stato iscritto ad uno studio sui ricordi del vaccino antiinfluenzale del messaggio di testo. I badante hanno completato una misura convalidata di perplessità vaccino (PACV-5) e una serie di domande valutare la loro conoscenza circa l'infezione ed il vaccino di influenza.

I ricercatori hanno valutato l'associazione delle caratteristiche demografiche del bambino e del badante con le credenze vaccino di influenza e di perplessità. La percentuale standardizzata (di regolato) di badante che firmano ogni risultato è stata calcolata facendo uso di regressione logistica.

Le analisi hanno compreso le risposte da 256 partecipanti da 36 pratiche della rete di pronto intervento di PRO di AAP attraverso 24 stati. Lo studio ha trovato che 11,7% dei badante hanno avuti perplessità vaccino moderata o alta. Una proporzione elevata dei badante ha tenuto le seguenti credenze inesatte: “l'influenza è appena un cattivo freddo„ (40,2%); il bambino sarà protetto con “soltanto un'iniezione antinfluenzale„ (93,8%); “l'iniezione antinfluenzale causa l'influenza„ (57%); i bambini non possono “morire dall'influenza„ (68%).

I risultati dallo studio sottolineano l'importanza affinchè il gruppo clinico indirizzino largamente le percezioni inesatte e per promuovere la vaccinazione anche dopo che i badante acconsentono alla prima dose.

Nekrasova presenterà i risultati “dalle credenze vaccino di influenza e di perplessità fra i genitori dei bambini che richiedono una seconda dose del vaccino antiinfluenzale in una stagione: I PRO Di un AAP studiano„ lunedì 29 aprile al 10:30 di mattina EDT. I reporter interessati ad un'intervista con Nekrasova dovrebbero contattare [email protected] Noti prego che soltanto gli estratti stanno presentandi alla riunione. In alcuni casi, i ricercatori possono avere dati supplementari da dividere con i media.

La riunione di PASSO DI DANZA 2019 riunisce migliaia di pediatri e di altri fornitori di cure mediche per migliorare la salubrità ed il benessere dei bambini universalmente.