Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'obesità ed i problemi emozionali tendono a svilupparsi congiuntamente dall'età 7

L'obesità ed i problemi emozionali, quali le sensibilità dell'umore e dell'ansia bassi, tendono a svilupparsi congiuntamente da giovane quanto l'età 7 anni, secondo la nuova ricerca che è presentata al congresso europeo di quest'anno sull'obesità (ECO) a Glasgow, il Regno Unito (28 aprile - 1° maggio).

L'analisi di grande campione nazionalmente rappresentativo oltre di 17.000 bambini nel Regno Unito trova che indipendentemente dal loro stato socioeconomico, le ragazze ed i ragazzi con l'obesità all'età 7 erano al maggior rischio di problemi emozionali all'età 11, che a sua volta, alto indice di massa corporea preveduto (BMI) a 14 anni.

Mentre lo studio non ha studiato le ragioni per le quali l'obesità ed i problemi emozionali si sviluppano insieme durante l'infanzia, i ricercatori dicono che un intervallo dei fattori è probabile essere compreso.

“I bambini con più alto BMI possono avvertire l'autostima in relazione con il peso del povero e di distinzione, in grado di contribuire ai sintomi depressivi aumentati col passare del tempo (come è stato indicato in adulti), mentre la depressione può piombo all'obesità con il cibo emozionale aumentato degli alimenti della comodità di alto-caloria, dei reticoli di sonno difficili e della letargia„, spiega il Dott. Charlotte Hardman dall'università di Liverpool, Regno Unito, che guidato co lo studio. “I nostri risultati evidenziano l'importanza degli interventi iniziali che mirano sia al peso che alla salute mentale e minimizzano i risultati negativi più successivamente nell'infanzia.„

L'adolescenza è un periodo inerente allo sviluppo chiave per sia l'obesità che i problemi emozionali. Ma come si riferiscono l'un l'altro col passare del tempo è poco chiaro e poca ricerca ha messo a fuoco sull'inizio e sull'co-avvenimento di questi disordini con l'infanzia e l'adolescenza.

Abbassi lo stato socioeconomico forte è associato con sia l'obesità che la salute mentale del povero, ma non si sa se l'associazione fra questi due risultati di salubrità è soltanto una funzione dello svantaggio socioeconomico comune.

In questo studio, i ricercatori hanno usato la modellistica statistica per valutare le associazioni fra l'obesità ed i problemi emozionali in 17.215 bambini sopportati nel Regno Unito fra 2000 e 2002, che stanno partecipando allo studio di gruppo di millennio--uno studio di gruppo nazionalmente rappresentativo e BRITANNICO di nascita oltre di 19.000 persone sopportate all'inizio del millennio.

Le informazioni sull'altezza dei bambini ed il peso (BMI) sono stati raccolti alle età 3, 5, 7, 11 e 14 anni e genitori hanno riempito un questionario sui problemi emozionali dei loro bambini quali le sensibilità dell'umore e dell'ansia bassi. I ricercatori hanno registrato per ottenere un intervallo dei fattori conosciuti per pregiudicare sia l'obesità che la salute mentale compreso il genere, l'origine etnica, lo stato socioeconomico ed i problemi comportamentali come pure parents la salute mentale.

Le tariffe dell'obesità e dei problemi emozionali sono aumentato gradualmente in tutto l'infanzia e l'adolescenza. Quasi 8% (814/10,767 dei bambini con i dati disponibili) dei giovani erano obesi dall'età di 14 ed intorno a quel numero sono stati riferiti due volte per avere sensibilità dell'umore e dell'ansia bassi (1369/10,123).

Da adolescenza, intorno ad un quinto (137/693) di quelle con l'obesità egualmente ha avuto alti livelli di emergenza emozionale.

L'analisi ha trovato che l'obesità ed i problemi emozionali hanno teso ad accadere insieme nell'mezzo infanzia e nell'adolescenza fra i 7 e 14 anni, ma non nella prima infanzia (3 - 5 anni).

In media, le ragazze hanno avute più alto BMIs e sintomi emozionali che i ragazzi da 7 a 14 anni, ma l'co-avvenimento e lo sviluppo dell'obesità e dei problemi emozionali erano simili sia in ragazze che in ragazzi.

Dopo la cattura dello stato socioeconomico in considerazione, l'associazione fra BMI ed i problemi emozionali è stata diminuita leggermente, suggerente che lo svantaggio socioeconomico potesse spiegare parzialmente il collegamento fra l'obesità dei bambini e la salute mentale del povero.

“Il rischio socioeconomico comune nello sviluppo dell'obesità e della cattiva salute mentale difficile ha potuto essere spiegato dai numerosi fattori. Per esempio, socioeconomico sfavorito aree tenda ad avere accesso più difficile ad alimento sano ed a spazi verdi, che possono contribuire all'obesità ed ai problemi emozionali aumentati e componga gli effetti dello svantaggio socioeconomico livello della famiglia„, dice il Dott. Praveetha Patalay dall'University College di Londra, Regno Unito che guidato co la ricerca.

“Come entrambe le tariffe dell'obesità e dei problemi emozionali nell'infanzia è aumentare, capente che il loro co-avvenimento sia una preoccupazione importante di salute pubblica, come entrambi sono collegati con salubrità difficile nell'età adulta. I punti seguenti sono di capire che le implicazioni del loro co-avvenimento e come al meglio intervenga per promuovere i buona salute.„

Gli autori riconoscono che i loro risultati mostrano le associazioni d'osservazione, in modo dalle conclusioni circa causa - e - effetto non possono essere tratte. Indicano parecchie limitazioni, compreso la confusione unmeasured, il rapporto del genitore e la percentuale di logoramento che può influenzare i risultati.