I bambini traumatizzati tendono a soffrire dalle malattie soffrono nell'età adulta

I bambini traumatizzati ed i bambini che sviluppano le allergie multiple tendono a soffrire nell'età adulta dalle malattie infiammatorie croniche e dai disordini psichiatrici. I ricercatori alle università di Zurigo e di Losanna hanno dimostrato questo in uno studio in cui hanno identificato cinque classi di programmazione di sistema immunitario iniziale.

I moduli del sistema immunitario umano durante l'infanzia: “L'ipotesi dell'igiene„ fornisce una prospettiva ampiamente considerata su questa. Postula che l'igiene migliore, cambia nell'agricoltura e l'urbanizzazione ha indotto i nostri sistemi immunitari a contattare spesso o più successivamente i microbi sicuri di meno nella vita che prima. È presunto che questi sviluppi abbiano provocato avversamente un'incidenza aumentata delle malattie infiammatorie croniche, delle allergie e dei disturbi mentali quale la depressione.

Catturando l'ipotesi dell'igiene come punto di partenza, un gruppo interdisciplinare di ricercatori alle università di Zurigo e Losanna hanno analizzato i dati epidemiologici da un gruppo quasi di 5,000 persone che nascevano nella metà del XX secolo. Si sono concentrati sulla coincidenza delle allergie, malattie virali e batteriche e sforzo psicosociale nell'infanzia. In base ai reticoli in anticipo della morbosità, gli scienziati hanno identificato cinque gruppi di persone differenti che hanno caratterizzato dai biomarcatori (conteggi di globulo bianchi, indicatori infiammatori) e, ad un punto ulteriore, dai loro reticoli di associazione con le malattie infiammatorie croniche e dai disordini psichiatrici durante l'età adulta.

Uno in cinque genti ha un sistema immunitario molto resistente

Il gruppo principale, che ha compreso quasi 60% il gruppo totale ha analizzato, posseduto un ordinario, sistema immunitario “neutrale„. Il loro carico di malattia durante l'infanzia era comparativamente basso. Il carico della malattia infantile era ancora più basso per il gruppo secondo più esteso che comprende più di 20% del gruppo totale: quel gruppo ha esibito particolarmente un resistente, sistema immunitario “resiliente„. Anche i sintomi delle malattie infantili comuni gradiscono il morbillo, parotite epidemica o la rosolia, che non erano evitabili nella metà del XX secolo, è comparso frequentemente molto in questo gruppo che nel gruppo “neutrale„.

Il gruppo “resiliente„ è giustapposto da tre più piccoli gruppi. Il gruppo “atopico„ (7% del gruppo totale) ha esibito le incidenze delle malattie allergiche multiple. Il gruppo “misto„ approssimativamente stesso di taglia (circa 9%) è stato caratterizzato dai singoli disordini allergici quali le allergie della droga, per esempio e dalle malattie infantili batteriche e d'induzioni come la scarlattina, la pertosse o la rosolia. Il più piccolo dei cinque gruppi (circa 5%) ha compreso la gente che è stata traumatizzata nell'infanzia. Era più suscettibili delle malattie allergiche, ma risposto comparativamente in modo elastico alle malattie virali di infanzia comune.

Ipotesi dell'igiene intrapresa un'azione più ulteriormente

Le analisi comparative hanno rivelato che “la posizione di folle„ ed i gruppi “resilienti„ erano più grandi fra la gente con gli anni più in anticipo della nascita che essi erano fra le persone con gli anni più tardi della nascita. L'esatto di fronte a era vero per il gruppo “atopico„, che ha aumentato successivamente l'anno di nascita. “Il nostro studio conferma così l'ipotesi dell'igiene,„ l'autore principale Vladeta Ajdacic-Lordo dall'università di Zurigo dice, “ma allo stesso tempo la va oltre.„

Le differenze fra i gruppi egualmente si sono manifestate nella salubrità successiva. La gente che appartiene al gruppo “resiliente„ era meglio protetta nell'età adulta non appena contro le malattie infiammatorie croniche, ma anche contro i disturbi mentali. I membri “dei gruppi atopici„ e “misti„, d'altra parte, erano suscettibili dei rischi sanitari somatici e psichiatrici elevati nell'età successiva. Il gruppo “traumatizzato„ ha esibito similarmente una maggior predisposizione alla malattia psichiatrica nell'età adulta come pure ad un elevato rischio di sofferenza dalle malattie infiammatorie croniche, l'ultimo soltanto fra le donne, tuttavia. “I risultati dello studio indicano che il sistema immunitario umano agisce come un centralino fra i trattamenti somatici e psichici,„ Ajdacic-Lordo spiega. “Ci aiutano a capire perché molta gente che non fa ottenere una cronologia del trauma psicosociale afflitta dai disturbi mentali e, per contro, perché la gente traumatizzata mostra una predisposizione alle malattie infiammatorie croniche.„