Caffè, bevande zuccherate, o alcool? È nei vostri geni.

I ricercatori hanno scoperto che il nostro trucco genetico può influenzare il nostro consumo di alcool, di caffè e di bevande zucchero-zuccherate. È sperato che la ricerca sia usata per personalizzare le raccomandazioni dietetiche.

Un nuovo, studio primissimo ha trovato che il nostro trucco genetico può influenzare il nostro consumo di alcool, di caffè e di bevande zucchero-zuccherate.Studio dell'Africa | Shutterstock

La ricerca è stata pubblicata nella genetica molecolare umana il 2 maggiond e dimostra come i trattamenti della ricompensa e di comportamento nel cervello possono influenzare le bevande che la gente sceglie di bere.

Lo studio avanza la nostra comprensione di come le differenze genetiche possono influenzare le scelte che di stile di vita la gente opera, che possono contribuire per smontare alcune delle barriere che fermano la gente dal raggiungimento del successo nelle loro diete.

Marilyn Cornelis, un assistente universitario di medicina preventiva alla scuola di medicina di Feinberg di Northwestern University, spiegato che il gusto non è la sola ragione per la quale la gente preferisce determinate bevande, con lo studio specificante che “la facoltà gustativa e le preferenze sono ereditabili ed i fattori determinanti della scelta e del consumo della bevanda.„

La genetica che è alla base delle nostre preferenze è collegata con le componenti psicoattive di queste bevande. La gente come il caffè e l'alcool di modo li fa ritenere. Ecco perché lo bevono. Non è il gusto.„

Lo studio raggruppato beve in due gruppi: amaro-assaggio e dolce. l'Amaro-assaggio beve il caffè incluso, il tè, il succo di pompelmo, la birra, il vino rosso ed il liquore. Bevande zucchero-zuccherate incluse bevande dolci, bevande artificialmente zuccherate e succhi del non pompelmo.

Il primo studio su è gentile

I dati sul consumo delle bevande di cui sopra sono stati riuniti facendo uso dei richiami dietetici di 24 ore o dei questionari approssimativamente da 370,000 persone nel Biobank BRITANNICO.

Una volta che i dati fossero stati raccolti, i ricercatori hanno contato il numero dei servizi di ogni bevanda amara o dolce che è stata consumata durante il periodo di studio prima dell'esecuzione dello studio genoma di ampiezza di associazione che confronta il consumo amaro della bevanda ed il consumo dolce della bevanda.

Il vincitore Zhong, che era l'autore principale sullo studio ed è un collega postdottorale nella medicina preventiva alla Northwestern University, ha detto:

A nostra conoscenza, questo è il primo studio genoma di ampiezza di associazione su consumo di bevande basato sulla prospettiva del gusto. È egualmente lo studio genoma di ampiezza più completo di associazione su consumo di bevande fin qui.„

Il gene di impulso

Cornelis ha trovato che una variante particolare nel gene FTO è stata collegata ad più alto consumo di bevande dolci.

Il gene di FTO codifica la massa grassa del `' una proteina obesità-associata, anche conosciuta come il dioxygenase alfa-chetoglutarato-dipendente degli enzimi.

Le varianti del gene di FTO sono state collegate alle più alte tariffe dell'obesità, con uno studio di gruppo effettuato dall'istituto nazionale su invecchiamento, sulla Florida State University e sugli istituti ospedalieri di Johns Hopkins negli Stati Uniti, trovanti che una variante specifica (rs1421085) nel gene di FTO è stata collegata ai cambiamenti nell'indice di massa corporea (BMI) con l'aumento dell'età, con i cambiamenti in impulsivity nella gente di invecchiamento.

Sebbene questa ricerca suggerisca che i portafili del gene di variante FTO potrebbero essere più probabili diventare obesi con l'aumento dell'età, non poteva definitivo da collegare il gene di FTO con un elevato rischio del cibo di impulso.

Per contro, un gene Cornelis variabile di FTO trovato realmente è stato collegato per ridurre i rischi di obesità, malgrado quelli che portano la variante del gene che preferisce le bevande zucchero-zuccherate.

“È controintuitivo,„ Cornelis ha spiegato. “FTO è stato qualcosa di un gene di mistero e non sappiamo esattamente si è collegato all'obesità. giochi probabili un ruolo nel comportamento, che sarebbe collegato per pesare la gestione.„

Lo studio specifica che 12 hanno ripiegato i luoghi che sono stati identificati nelle analisi di sotto-fenotipo che hanno messo a fuoco sull'alcool, caffeina e componenti del dolcificante nelle bevande è stato associato con “il consumo dell'alcool totale, il consumo del caffè, i metaboliti della caffeina del plasma o BMI in precedente [studi genoma di ampiezza di associazione].„

I ricercatori concludono:

Il nostro studio suggerisce che le varianti genetiche si siano riferite al consumo dell'alcool, consumo del caffè e l'obesità era fattori determinanti genetici primari di consumo di bevande amaro e dolce. Se le varianti genetiche relative alla facoltà gustativa sono associate con consumo di bevande resta determinare.„

Il gruppo di ricerca alla Northwestern University sta mirando a ripiegare i loro risultati in tre gruppi degli Stati Uniti e specifica che se le varianti genetiche relative alla facoltà gustativa “sono associate ancora con le necessità del consumo di bevande„ definitivo di essere provato con ulteriore studio.

Sorgente:

Vincitore W Zhong, Alan Kuang, Rebecca D Danning, Peter Kraft, Rob M van Dam, Daniel I Chasman, Marilyn C Cornelis, studio genoma di ampiezza di associazione di A su consumo di bevande amaro e dolce, la genetica molecolare umana, ddz061, https://doi.org/10.1093/hmg/ddz061

Lois Zoppi

Written by

Lois Zoppi

Lois is a freelance copywriter based in the UK. She graduated from the University of Sussex with a BA in Media Practice, having specialized in screenwriting. She maintains a focus on anxiety disorders and depression and aims to explore other areas of mental health including dissociative disorders such as maladaptive daydreaming.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Zoppi, Lois. (2019, May 06). Caffè, bevande zuccherate, o alcool? È nei vostri geni.. News-Medical. Retrieved on October 18, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20190506/Coffee-sugary-drinks-or-alcohol-Its-in-your-genes.aspx.

  • MLA

    Zoppi, Lois. "Caffè, bevande zuccherate, o alcool? È nei vostri geni.". News-Medical. 18 October 2019. <https://www.news-medical.net/news/20190506/Coffee-sugary-drinks-or-alcohol-Its-in-your-genes.aspx>.

  • Chicago

    Zoppi, Lois. "Caffè, bevande zuccherate, o alcool? È nei vostri geni.". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190506/Coffee-sugary-drinks-or-alcohol-Its-in-your-genes.aspx. (accessed October 18, 2019).

  • Harvard

    Zoppi, Lois. 2019. Caffè, bevande zuccherate, o alcool? È nei vostri geni.. News-Medical, viewed 18 October 2019, https://www.news-medical.net/news/20190506/Coffee-sugary-drinks-or-alcohol-Its-in-your-genes.aspx.