Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il divieto di fumo in prigioni diminuisce i livelli di fumo di seconda mano

I livelli di fumo di seconda mano nelle prigioni della Scozia sono caduto da più di 80 per cento nella settimana dopo il fumo sono stati vietati, secondo la nuova università di ricerca di Stirling.

Lo studio - pubblicato nel controllo del tabacco di British Medical Journal - è il primo del suo genere per esaminare le concentrazioni di seconda mano del fumo di tabacco (SHS) attraverso un'intera proprietà della prigione in cui fumare è proibito in tutte le imprese.

Piombo dall'istituto di Stirling dell'introduzione sul mercato sociale (DOTTRINA), lo studio - comprendendo l'università di Glasgow e condotta in società con il servizio scozzese della prigione - conferma l'impatto positivo della polizza senza fumo, introdotto nel novembre 2018, sulla qualità dell'aria all'interno delle prigioni della Scozia 15.

Il Dott. Sean Semple, professore associato alla DOTTRINA, piombo il lavoro - che fa parte di più vasto tabacco in prigioni studia (TIPS) - accanto a Ruaraidh Dobson, assistente di ricerca.

Il Dott. Semple ha detto: “Abbiamo raccolto più di 110.000 minuti delle misure del fumo di seconda mano dall'altro lato della proprietà della prigione nella settimana che il divieto di fumo è stato introdotto - ed abbiamo paragonato queste letture alle misure catturate come componente della ricerca dei SUGGERIMENTI nel 2016.

“Il nostro studio mostra i miglioramenti nei livelli di fumo di seconda mano in ogni prigione in Scozia, con una caduta media di 81 per cento. Ciò è simile al disgaggio di cambiamento osservato quando i pub sono diventato nel 2006 senza fumo - e le concentrazioni di particelle fini in aria della prigione ora ha diminuito ai livelli simili a quelli misurati in aria all'aperto in Scozia.

“Questa ricerca conferma che l'esposizione a fumo di seconda mano drasticamente è stata diminuita e, infine, questo avrà un impatto positivo sulla salubrità del personale e dei prigionieri della prigione.„

Un agente inquinante di aria dell'interno serio, SHS è collegato a molte malattie, compreso la malattia cardiovascolare, il cancro e la malattia polmonare ostruttiva cronica.

Dal 2006, fumando è stato vietato nella maggior parte dei spazi pubblici qui acclusi in Scozia, tuttavia, prigionieri continuati per essere permesso di fumare in loro celle, con le porte chiuse. Questa situazione è cambiato il 30 novembre 2018 quando fumano è stato vietato in tutte le prigioni in Scozia.

Malgrado il cambiamento nella polizza, gli esperti erano incerti se fumare immediatamente cessasse mentre è stato creduto che i prigionieri potrebbero accumulare il tabacco davanti al divieto. Di conseguenza, il gruppo dei SUGGERIMENTI era entusiasta misurare l'impatto di nuova polizza subito dopo della sua introduzione.

Il gruppo sta usando i videi di qualità dell'aria per misurare il particolato fine, che è ampiamente usato come misura di proxy per SHS, in ogni prigione dal 2016 ed ha agito in tal modo ancora durante la settimana in cui il divieto ha entrato in vigore - permettendo l'osservazione dei periodi immediatamente prima di e dopo l'introduzione del divieto.

I risultati hanno indicato che i livelli dispersi nell'aria di particelle fini sono diminuito sostanzialmente in ogni prigione fra 2016 e nel 3 dicembre 2018, il primo giorno lavorativo completo che segue l'introduzione del divieto. La riduzione mediana globale delle concentrazioni della particella era 81 per cento attraverso tutte le prigioni.

Il professor Kate Hunt, direttore provvisorio di DOTTRINA e ricercatore principale dei SUGGERIMENTI, ha detto: “Questo studio è la prima valutazione dei cambiamenti nelle concentrazioni di SHS attraverso tutte le prigioni presso un paese che ha introdotto la proibizione nazionale di fumo nelle prigioni.

“Dimostra i miglioramenti diffusi nella qualità dell'aria della prigione come conseguenza della polizza senza fumo con tutte e 15 le prigioni che riferiscono la sostanza e statisticamente le concentrazioni significative nel particolato di riduzioni in fine nella settimana quando la polizza senza fumo è stata applicata, confrontata direttamente alle misure comparabili precedenti effettuate nel 2016.

“L'esposizione del personale e dei prigionieri della prigione a SHS è probabile essere diminuita considerevolmente come conseguenza dell'attuazione di questa polizza.„

Un portavoce di SPS ha detto che “tutte le prigioni scozzesi sono andato il 30 novembre 2018 senza fumo e non ci sono stati incidenti significativi di conseguenza. Questo risultato stupefacente è un testamento al contributo dato tramite tutto il nostro personale, particolarmente quelli sul fronte e la cooperazione di quelli nella nostra cura. Avendo dati dalla ricerca dei suggerimenti aiutata nella nostre progettazione e collaborazione con NHS ed è stato chiave di assicurazione della gente nella nostra cura è stato preparato per andare senza fumo ed è stato offerto la guida da terminare in anticipo, simile alla gente di sostegno nella comunità può accedere a attraverso la loro farmacia o GP locale.„

Debbie Sigerson, cavo organizzativo per tabacco nella salubrità Scozia di NHS ha detto: “Le tariffe di fumo in prigioni erano molto superiori a sono fuori. È stato anticipato che creare un ambiente senza fumo in prigione contribuirebbe ad indirizzare questa diseguaglianza di salubrità e che la salubrità della gente che vive e del lavoro là sarebbe migliorata.

“Siamo contentissimi che i risultati da questo studiano, nella fase iniziale nell'entrata in vigore delle prigioni senza fumo, indichiamo a quel un fattore che gli impatti su quel danno - esposizione al fumo della seconda mano - ha diminuito significativamente. Ognuno ha una destra vivere in Scozia senza fumo e gli odierni risultati indicano che siamo un punto ulteriore lungo il modo di arrivare.„

Lo studio, l'impatto dell'attuazione di una polizza senza fumo nazionale delle prigioni su qualità dell'aria negli ambienti chiusi: i risultati dal tabacco in prigioni studiano, anche Ashley implicato Brown, ricercatore alla DOTTRINA ed il Dott. Helen Sweeting, lettore all'istituto della sanità ed al benessere all'università di Glasgow. Il gruppo ha lavorato con i colleghi di NHS e di SPS nella progettazione dello studio.